Georgij Konstantinovič Žukov

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Georgij Konstantinovič Žukov

Georgij Konstantinovič Žukov (1896 – 1974), generale e politico sovietico.

Citazioni di Georgij Konstantinovič Žukov[modifica]

  • G. Stalin non si faceva notare per nulla di particolare, ma produceva una forte impressione. Privo di qualsiasi posa, seduceva l'interlocutore con la semplicità del suo modo di rapportarsi. Il tono spontaneo della sua conversazione, l'attitudine a formulare con chiarezza il suo pensiero, lo spirito portato naturalmente all'analisi, una grande erudizione e una memoria strabiliante obbligavano persino le personalità più avvertite che si intrattenevano con lui a concentrarsi e a essere sempre presenti.[1]
  • [Parlando di Iosif Stalin] La sua sbalorditiva capacità di lavoro, la sua attitudine ad impadronirsi rapidamente di un argomento gli permettevano di studiare e assimilare in un giorno una grande quantità di fatti, tra i più svariati, il che richiede capacità eccezionali.[2]
  • Nella direzione della lotta armata, G. Stalin era generalmente aiutato dalla sua naturale intelligenza e dalla sua ricca intuizione. Egli sapeva individuare l'elemento principale di una situazione strategica, ed essendosene impadronito, sapeva rispondere al nemico, scatenare l'una o l'altra importante operazione offensiva. Non ci sono dubbi: era degno del comando supremo.[3]
  • Occorre dire, cosa di cui mi sono convinto durante i lunghi anni della guerra, che Giuseppe Stalin non era affatto un uomo a cui non si poteva parlare dei problemi difficili, con cui non si poteva discutere e perfino difendere energicamente il proprio punto di vista. Se alcuni affermano il contrario, direi semplicemente che le loro asserzioni sono false.[4]
  • Stalin possedeva un'enorme intelligenza naturale, ma anche delle conoscenze sorprendentemente vaste.[5]

Note[modifica]

  1. Joukov, op. cit., pp. 417. Citato in Ludo Martens, Stalin. Un altro punto di vista, Verona, Zambon, 2017, p. 344.
  2. Joukov, op. cit., pp. 417-418. Citato in Ludo Martens, Stalin. Un altro punto di vista, Verona, Zambon, 2017, p. 344.
  3. Joukov, op. cit., pp. 419-420. Citato in Ludo Martens, Stalin. Un altro punto di vista, Verona, Zambon, 2017, p. 348.
  4. Citato in La grande vittoria dei popoli sovietici sul nazifascismo, Resistenze.org.
  5. Joukov, op. cit., pp. 399. Citato in Ludo Martens, Stalin. Un altro punto di vista, Verona, Zambon, 2017, p. 344.

Altri progetti[modifica]