Ghemon

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Da sinistra: Kiave, rapper cosentino e Ghemon Scienz

Ghemon, o Ghemon Scienz, pseudonimo di Gianluca Picariello (1982 – vivente), rapper italiano.

Citazioni tratte da canzoni[modifica]

Ufficio immaginazione[modifica]

Etichetta: Soulville Free Rec., 2006.

  • Stanco delle definizioni che vi inventate | perché questo è rap e il resto sono cazzate. (da Sig. Rossi, n. 1)
  • E certe volte non lo so | se per pigrizia o per avidità | faccio discorsi al limite dell'ovvietà | tipo che: amo chi mi ama | e annullo chi mi odia | ma il paradosso sta nella normalità | perché finisco coll'amare chi mi odia | e per penalizzare chi mi ama | Del resto la mia vita è fatta anche di questo | e la mia pace è diventata un fatto complicato. (da Pace, n. 2)
  • C'è Gianni che ha problemi con la fidanzata | e non sopporta la sua personalità spiccata, | lei balla, sa fare la spaccata, | peccato che l'ha fatta a tutti quelli con cui è stata. (da Mass Hysteria, n. 3)
  • Sei tu | il rosso delle scocche di un bambino | il fresco dell'altra faccia del cuscino | il vento d'estate | il mosto del vino | le carezze di mia madre | l'odore del ragù a primo mattino. (da Ti muovi nella mia vita, n. 4)
  • La luce tra le imposte è come raggi infrarossi e le scarpe sono dossi da scavalcare | ostacoli che vanno rimossi come Testimoni di Geova, disposti a bussare. (da Ufficio immaginazione, n. 5)
  • Perdo le forze che col tempo ho costipato e che il tempo in un solo schiocco ha dissipato | La musica mi tiene in scacco, con il suo mood sofisticato | quando il sole dei miei giorni ha spazio risicato e raggio limitato. (da Telepatia, n. 6)

La rivincita dei buoni[modifica]

Etichetta: The Saifam Group, 2007.

  • Parte tutto dalla testa: l'amore, gli istinti | La testa fa la trama, la disfa, fa i ritmi. (da Ogni parte di te, n. 1)
  • A fare il duro sarei falso, forzato | Mi riesce molto meglio essere me | anche se fragile e lunatico. (da La rivincita dei buoni, n. 12)

E poi, all'improvviso, impazzire feat. The Love 4tet[modifica]

  • A noi musicisti, non è garantito, cosa saremo dopo | e lo sappiamo che vivremo con poco | ma sarà un poco così pieno che avremo sconfitto il vuoto. (da Faccia Dopo Faccia, n. 17)
  • È musica, com'è che non capite? | parole, suoni, fine. | Il racconto più spontaneo delle nostre vite. (da Faccia Dopo Faccia, n. 17)
  • In bilico, tra accontentarvi o essere libero | tra osare o puntare al sei politico | come posso accettare il vostro spirito critico | se vi mostro la luna ma voi fissate il dito. (da Si chiude il sipario, n. 22)
  • Tu sai di me quello che leggi se mi guardi in faccia | perché è quello che io voglio che tu sappia. (da Meglio tenersi i dubbi feat. Hyst, n. 6)
  • Non cerco cose per pochi per quando le hanno in troppi le odi. (da Meglio tenersi i dubbi feat. Hyst, n. 6)
  • Allora è più giusto che io ti lasci a qualcun altro | tanto so che questi attimi passeranno | so che un re può perdere una regina | ma conservare lo scranno. (da Propositi di inizio anno, n. 21)

Qualcosa Cambierà[modifica]

  • Jay Dee, James Brown, Marving Gay | per Battisti, De Andrè, Donnie Hathaway | Piero Ciampi, Luigi Tenco, Rino Gaetano | hanno fermato il tempo... perciò li ricordiamo. (da Intro, n. 1)
  • Se non sbatti la testa nelle cose | non imparerai come risolverle | la vista starà sempre a riproportele. (da Quando ascolto i dischi, n. 2)
  • Se non tieni con cura le tue cose non darai valore | a ciò che il cuore seppellisce con la polvere. (da Quando ascolto i dischi, n. 2)
  • Il fine giustifica il gioco è il modo di prendere la sconfitta che diversifica ognuno quando lo scarto è di poco. (da Fate finta che Scienz non ci sia più, n. 6)
  • Ed ho imparato che è meglio fare un percorso rodato | che essere un uomo snodato senza midollo e fiato | o per forza soldato e che ogni bastonata, | che ogni critica ingrata va ridimensionata in base a qual è il pulpito dal quale ti è arrivata. (da Fate finta che Scienz non ci sia più, n. 6)
  • Perché l'hip-hop è una cultura stupenda | è la gente che c'è dentro che è una merda... | lo capite o no?! (da Fate finta che Scienz non ci sia più, n. 6)
  • E i miei pensieri volano, volano, volano… con buona pace della gravità. (da Telepatia, n. 7)
  • Il cielo è il limite per chi non lo supererà. (da Qualcosa cambierà pt.2, n. 9)
  • E se c'è un Dio non credo sia corrotto, davvero, | come una parte del clero, che non riconosco, | se c'è democrazia quella che vedo, è un lontano ricordo, | perché il concetto originale lo abbiamo rimosso. (da Qualcosa cambierà pt.2, n. 9)

Non incluse negli album[modifica]

  • Non le sopporto perché sono materiali, uterine, attaccate a dei valori marginali | Quando cerco spazio loro tarpano le ali e se dò spazio è colpa mia che tralascio i particolari. (da Paolo odia le donne, 2005)
  • Certe notti sogno come Luciano | di sparare tutti alla Lucky Luciano | e cambiare identità come Luciano | per fottere alla grande il fisco come Big Luciano. (da Sulle batterie 1, 2005)
  • Sono l'errore di sistema | Corredo spettacolo sui beats come i team di mister Zeman. (da Sulle batterie 1, 2005)
  • Come puoi dirgli: "Questo sabato partiamo" | solo per scappare da quello che non può darti più nel quotidiano | e forse per procurarti un motivo per dirgli di nuovo: "Ti amo"? (da Come la notte col sole, 2008)
  • Questo inchiostro sputa fuori il mio dolore che è nero come il suo colore | siero, deiezione del vecchio me che muore. (da La soluzione, 2008)
  • Ti accontenti, ma per me non ti vuoi dire | che il confine tra amore e routine è una linea sottile | Ma ti ricordi più i brividi che si provano | quando sentiamo battere il cuore dentro lo stomaco? | Quando a guardarsi le parole non si trovano | si parla con gli abbracci dentro a baci che piovono. (da Tutto in una notte, 2008)

Altri progetti[modifica]