Giacomo Babuder

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Giacomo Babuder (1834-1908), scrittore, storico e saggista italiano.

Pietro Paolo Vergerio il seniore da Capodistria[modifica]

Incipit[modifica]

Pietro Paolo Vergerio figlio di Vergerio Vergerio fu rampollo d'una famiglia nobilissima ed illustre nei fasti della letteratura e delle scienze, la quale annoverò tra' suoi parecchi uomini che per eccellenza d'ingegno, nobiltà di carattere e vasta e profonda dottrina, lasciarono un nome grande e venerato in patria e fuori; venne soprannominato il seniore per distinguerlo dall'altro che fu vescovo, teologo di fama europea, e comunemente s'addimanda il juniore.

Citazioni[modifica]

  • Padova manteneva incolume la fama antica di ricovero dolce e gradito alle Muse, e fioriva in ispecialità a quei tempi pel largo favore che alle lettere e ai cultori de' begli studj prodigavano i Carraresi, principi illustri e generosi, cui la ristrettezza del dominio non fu ostacolo ad ispiegare le doti più rare d'una politica geniale e grandiosa, che assicurò loro una parte rilevante in sulla scena politica d'Italia nel secolo decimo quarto. (p. 11)
  • Fra le opere maggiori del nostro autore [Pier Paolo Vergerio il vecchio] va qui pure ricordata la traduzione di Arriano (De' fatti di Alessandro Magno), ch'egli imprese ad impulso di Sigismondo imperatore. Quest'opera che lo stesso Zeno credeva perduta, si conserva invece inedita nella Vaticana, e meriterebbe veramente di venir publicata ed assoggettata ad accurato esame, anche perché venisse fatta luce in un argomento intorno al quale divergono le opinioni dei critici. (p. 34)

[Giacomo Babuder, Pietro Paolo Vergerio il seniore da Capodistria, Benedetto Lonzàr, 1866]