Gianluigi Zuddas

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Gianluigi Zuddas (1943 — vivente), scrittore e traduttore italiano.

Incipit de Il volo dell'angelo[modifica]

I fantasmi di nebbia cavalcavano lenti sulla neve candida, incalzati dalla montagna di luce che li minacciava sul fianco destro. Galoppavano nobili e maestosi, rifletté la ragazza con ammirazione, ed ora osavano attaccare le ali della grande colomba che tentava di spazzarli via dal cielo. Poi l'irritante nevicata di petali divenne un'innocua foschia, e pian piano l'alba tornò ad avere la meglio. Questo era interessante, pensò stupita: dopo tutto il buio che l'aveva avvolta, ecco che il mondo si degnava di schiarirsi almeno un poco. Ma continuava a non vedere nulla di concreto.

Bibliografia[modifica]

  • Gianluigi Zuddas, Il volo dell'angelo, Ed. Nord, 1985.

Altri progetti[modifica]

Opere[modifica]