Giuseppe Bianca

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Giuseppe Bianca

Giuseppe Bianca (1801 – 1883), latinista, letterato e botanico italiano.

  • [Sulla mennùla Pizzuta] Cuspidata. A peduncolo sottile. Ettocarpo tenue, corrugato-bolloso, graucescenti-cinereo, con spuntone lunghetto, ricurvo lateralmente ed ostiolo sub circolare. Endocarpo schiacciato, obliquamente largo-lanceolato-curvo, di colore tendente al lanè, con la superficie liscia, radamente e leggermente bucherata, e poche strie raggianti nei lati anteriori della base; sutura dorsale ottusangola, poco curvata, intaccata per quasi un centimetro sul rostro apicilare; la ventrale acutangola affilato-alata, scorrente alla base, denticolato-erosa, ordinariamente storta, curvato-ascendente; apice lungamente rostrato acuminato, ripiegato all'infuori quasi sempre stortamente, fragile in punta. Seme unico, dolce. Varietà assai produttiva e di tornaconto.[1]
  • [Sulla Corrente d'Avola] A gambo robusto. Ettocarpo crasso, glaucescente, poi roseo, a superficie bitorzoluta, corrugata con grossi spicchi alla base, spuntone capezzoluto, lunghetto richinato-inflesso, e ostiolo quasi circolare. Endocarpo ceciato-bruno, stortamente ovato-piramidato, turgido, grossamente fossettato-rugoso viepiù all'apice, famosamente solcato, intaccata all'apice per meno d'un centimetro, e curvata in linea risorgente; la ventrale acutangola, poco saliente, affilata e prolungata alla base, maggiormente incurvata della dorsale, coi lati appianati e profondamente solcati a sbieco; apice rostrato acuminato, fragile, alquanto inflesso sulla sutura dorsale. Semi dolci, geminati.[1]

Note[modifica]

  1. a b Da Il Manuale della coltivazione del mandorlo in Sicilia, Libreria Editrice Urso, Avola, 1983, p. 443.

Altri progetti[modifica]