Giustiniano I

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Giustiniano I

Flavio Pietro Sabbazio Giustiniano, meglio noto come Giustiniano I il Grande (482 – 565), imperatore bizantino.

Citazioni di Giustiniano I[modifica]

  • "L'Italia non è una provincia, è la Signora delle altre province".
Italia est non provincia sed domina provinciarum. (da Corpus Iuris Civilis)
  • "Nel dubbio, [giudica] in favore dell'imputato".
In dubio pro reo (dal Digesto 50.17.125, dove per la precisione è scritto: Favorabiliores rei potius quam actores habentur [Bisogna favorire piuttosto i convenuti che non gli attori][1])
  • I nomi sono la conseguenza delle cose.
Nomina sunt consequentia rerum. (da Institutiones II 7,3)

Citazioni su Giustiniano I[modifica]

  • Aveva la barba rasa alla romana, pochi capelli, il capo coperto di una specie di berretto adorno di perle; il che teneva molta somiglianza colla tiara de' Persiani, di cui Giustiniano veniva rimproverato di imitare il lusso nel vestire. Egli dormiva e mangiava poco, nella quaresima non pigliava cibo che un giorno sì e l'altro no, e questo pure eran erbe stemperate nel sale e nell'aceto, e poche anch'esse, e non beveva che solo dell'acqua. Il giorno della sua incoronazione egli si spogliò di tutto il suo patrimonio, lo consumò ne' poveri e in altre buone opere, dimostrando in tutte cose il maggior zelo per la religione. (Mathieu-Richard-Auguste Henrion)
  • Fu imperatore dotto, e occupato collo studio del diritto e delle leggi, nominò una commissione di dieci uomini dotti per radunare tutte le legislazioni romane, e formarne dei codici. Questi furono terminati, e fino ad oggi servono di base a tutte le leggi civili degli Stati inciviliti. (Ion Heliade Rădulescu)
  • Giustiniano ebbe grandi e buone qualità, ma commise pure alcuni errori, tra i quali quello di lasciarsi ingannare da coloro che invidiavano Belisario. (Ion Heliade Rădulescu)
  • Giustiniano [...], era allora [quando ascese al trono nel 527] nel meglio del'età da poter reggere l'impero; aveva quarantacinque anni, una bella statura, l'aria piacevole, e così nel volto; maestoso nella fronte, in dir brieve la fisionomia e tutto l'esterno di lui aveva dell'augusto e del veramente romano. (Mathieu-Richard-Auguste Henrion)
  • Il modello del rinnovato impero romano di Carlomagno non fu Augusto, ma Giustiniano, il cattolico devoto raffigurato nei mosaici di San Vitale. Giustiniano fu il diretto, anche se involontario, antenato dell'idea che una «repubblica cristiana», un sacro romano impero, sarebbe sempre esistita nell'Europa occidentale per servire gli interessi del papato e per assicurare la libertas della chiesa cattolica. (Peter Brown)

Note[modifica]

  1. L. De Mauri, Regulae Juris, Ulrico Hoepli, Milano, 201111, p. 10. ISBN 88-203-0627-1; ISBN 978-88-203-0627-4.

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]