bell hooks

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
(Reindirizzamento da Gloria Jean Watkins)
Jump to navigation Jump to search
bell hooks

bell hooks, pseudonimo di Gloria Jean Watkins, (1952 – vivente) insegnante universitaria, femminista, scrittrice statunitense.

Citazioni di bell hooks[modifica]

  • Fintantoché le donne usano il potere della classe e della razza per dominare altre donne, la sorellanza femminista non potrà essere realizzata appieno.[1]
  • I tentativi delle femministe bianche di ridurre al silenzio le donne nere compaiono raramente negli scritti... dove una donna nera s'imbatte nell'ostilità razzista delle donne bianche.[2]
  • Il femminismo è un movimento che mira a porre fine al sessismo, allo sfruttamento sessista e all'oppressione.[3]
  • Per la maggior parte degli uomini è difficile essere patriarchi... ma temono di rinunciare ai benefici.[4]
  • Per le donne nere era evidente... che non avrebbero mai ottenuto la parità all'interno dell'attuale patriarcato suprematista bianco e capitalista.[5]
  • Solo le donne privilegiate potevano permettersi il lusso di immaginare che lavorare fuori casa avrebbe procurato loro un reddito... per essere economicamente autosufficienti.[6]

Insegnare a trasgredire[modifica]

  • Quando la nostra esperienza vissuta della teoria critica è fondamentalmente legata a processi di autoguarigione e di liberazione collettiva, non esiste alcun divario tra teoria e pratica. In effetti, ciò che tale esperienza rende ancor più evidente è il legame tra questi due aspetti quel processo reciproco in cui una rende possibile l'altra.
  • Nell'ambito dei movimenti femministi rivoluzionari e delle lotte rivoluzionarie per la liberazione nera, dobbiamo continuamente rivendicare la teoria come pratica necessaria all'interno di un quadro olistico di attivismo libertario.
  • Sono giunta alla teoria attraverso la sofferenza:il dolore dentro di me era così intenso che non potevo più sopportarlo. Sono arrivata alla teoria disperata, bisognosa di comprendere, comprendere cosa stesse accadendo intorno a me e nel mio intimo. Più di ogni altra cosa, desideravo che il dolore sparisse. La teoria ha rappresentato per me un luogo di guarigione.

Elogio del margine[modifica]

  • Dobbiamo e possiamo riarticolare la base del patto collettivo.
  • Gli oppressi lottano con la lingua per riprendere possesso di sé stessi, per riconoscersi, per riunirsi, per ricominciare. Le nostre parole sono azioni, resistenza.
  • Razzismo e sessismo sono sistemi interconnessi di dominio che si rafforzano e si sostengono a vicenda.

Tutto sull'amore[modifica]

  • È da bambini che si impara cos'è l'amore. Che in casa ci sia un'atmosfera felice o un clima di tensione, che la famiglia sia funzionale o disfunzionale, è da lì che ci vengono le prime lezioni d'amore. Non ricordo di aver mai provato il desiderio di chiedere ai miei genitori una definizione dell'amore. Per la mia mente di bambina amore era il benessere che si provava quando in famiglia ti facevano capire che eri importante e tu trattavi gli altri come persone che contavano. L'amore coincideva sempre e solo con il benessere.
  • Ho l'impressione che il mondo stia voltando le spalle all'amore e ne soffro... in questo modo rischiamo di inoltrarci in un deserto dello spirito, potremmo non ritrovare mai più la via del ritorno.
  • Tutti affermano che l'amore è importante, eppure siamo bombardati da ogni parte dall'evidenza del suo fallimento.

Note[modifica]

  1. Citato in AA.VV., Il libro del femminismo, traduzione di Martina Dominici, Gribaudo, 2019, p. 205. ISBN 9788858022900
  2. Citato in AA.VV., Il libro del femminismo, traduzione di Martina Dominici, Gribaudo, 2019, p. 214. ISBN 9788858022900
  3. Citato in AA.VV., Il libro della sociologia, traduzione di Martina Dominici, Gribaudo, 2018, p. 95. ISBN 9788858015827
  4. Citato in AA.VV., Il libro della sociologia, traduzione di Martina Dominici, Gribaudo, 2018, p. 89. ISBN 9788858015827
  5. Citato in AA.VV., Il libro della sociologia, traduzione di Martina Dominici, Gribaudo, 2018, p. 93. ISBN 9788858015827
  6. Citato in AA.VV., Il libro della sociologia, traduzione di Martina Dominici, Gribaudo, 2018, p. 94. ISBN 9788858015827

Bibliografia[modifica]

  • bell hooks, Insegnare a trasgredire. L'educazione come pratica della libertà, traduzione di feminoska, Meltemi, Milano 2021
  • bell hooks, Elogio del margine. Razza, sesso e mercato culturale, traduzione di Maria Nadotti, Feltrinelli, Milano 1998.
  • bell hooks, Tutto sull'amore. Nuove visioni, traduzione di Lucia Cornalba, Feltrinelli, Milano 2003.

Altri progetti[modifica]