Gonzalo de Berceo

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Busto di Gonzalo de Berceo

Gonzalo de Berceo (1197 circa – 1264 circa), poeta spagnolo.

Citazioni di Gonzalo de Berceo[modifica]

  • Il santo pastorello, figlio di buona razza, | andando col suo gregge nei pressi di Cañas, | pensò d'esser dotto, saper cose buone, | per un avvenir onesto con più elevata saggezza. || Fu, in breve tempo, di salmi, | inni e canti ben istruito; | evangeli epistole subito apprese, | guadagnando così il tempo perduto. || Il vescovo del luogo udì questo giovane, | e dal suo canto orgoglioso si ritenne, | gli fece prender gli ordin sacri, glieli diede di sua mano, | divenne in poco tempo sacerdote. || Tal era come argento, giovin casto, | l'argento divenne oro quando fu suddiacono, | l'oro divenne pietra preziosa quando fu diacono, | e divenuto prete fu astro splendente. || Tutta la Chiesa santa fu in lui esaltata, | e fu tutta la terra ivi fortunata, | sarà Cañas per sempre ricca e innalzata.[1]

Note[modifica]

  1. Da San Domenico di Silos, in Lorenzo Misuraca, Antologia della poesia religiosa spagnola. Con alcuni saggi di poesia ispano-americana, traduzione di Lorenzo Misuraca, Edizioni Paoline, Roma, stampa 1962, pp. 13-14.

Altri progetti[modifica]