Gotico

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Esempio di architettura gotica: la basilica di Santa Maria a Cracovia

Citazioni sul gotico.

  • È strano che molte etichette di cui ci serviamo per indicare uno stile fossero in origine termini spregiativi. La parola «gotico» venne dapprima usata dai critici d'arte per indicare uno stile che consideravano barbaro e ritenevano importato in Italia dai goti, distruttori dell'impero romano e saccheggiatori delle sue città. (Ernst Gombrich)
  • Erano già da più tempo venute in costumanza appresso la maggior parte de' Popoli, le Gote fabbriche[1], dapoiche perdutesi le buone regole degli eccellenti Maestri, eran rimaste sepolte nelle rovine de' Regni, oppressi da tante barbare nazioni, le quali quasi torrenti sgorgando dalla gran Penisola della Scandia[2], inondarono le campagne, e col loro rapido corso, vennero a sommergere tutte quelle belle arti, che più che altrove, aveano renduta adorna la bella Italia. (Bernardo De Dominici)
  • In pieno secolo XII sorge nell'Ile-de-France un nuovo mezzo di espressione. La finestra ad ogiva, le vòlte a spigoli, gli archi a rottura, i contrafforti su archi zoppi, trasformano lo stile dei costruttori. Gli edifici tendono al cielo con tutto l'impeto delle loro navate, delle loro torri e delle guglie. È uno stile verticale [il gotico], dove la pietra non è più che uno slancio e si annulla fra le luminose fantasmagorie dei finestroni. [...]
    L'arte ogivale è un'arte francese. Gli Italiani, per dileggio, la chiameranno gotica, perché per loro il Goto si confonde con lo straniero del Nord. (René Sédillot)
  • Tutti gli Maestri di quel tempo, alla Gotica gli edificj fabbricavano, e nulla curandosi de' Romani esempj, che anzi disprezzandogli, aveano talmente introdotto quel barbaro costume, che da per tutto prevaleva ad ogni altro quel detestabile abuso. (Bernardo De Dominici)

Note[modifica]

  1. Gli edifici in stile gotico.
  2. Penisola scandinava.

Altri progetti[modifica]