Hawaii Five-0 (quinta stagione)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Hawaii Five-0.

Hawaii Five-0, quinta stagione.

Episodio 1, Sotto assedio[modifica]

  • Danny: E così noi due... siamo colleghi da 3 anni...
    Steve: 4!
    Danny: Ecco, questo è appunto l'atteggiamento di cui parlavo.
    Steve: Ti ho solo corretto.
    Danny: Ok... 4 anni...
    Steve: Sono 3 anni, 11 mesi e 2 giorni in realtà.
    Danny: Hai finito?
    Psicologa: Il detective Williams le ha fatto una domanda.
    Steve: Quando?
    Psicologa: Le ha chiesto se le avrebbe permesso di finire il discorso.
    Steve: ... ma lei... da che parte sta?
    Psicologa: Io non faccio favoritismi comandante, sono un osservatore neutrale. Il Governatore mi ha chiesto di fare la valutazione psicologica del personale. Ero interessata a ciò che voleva dire il detective.
    Danny: Grazie.
    Steve: D'accordo, sì, va bene a volte noi non siamo d'accordo su certe cose ma io non lo considero un grosso problema...
    Danny: Aspetta... hai detto su certe cose?
    Steve: Che c'è?
    Danny: Io invece direi su ogni cosa!
    Steve: Allora dimmene una.
    Danny: Va bene... io non riesco mai a guidare la mia automobile.
    Steve: È ridicolo che ti arrabbi per questo, perché qualsiasi persona sarebbe felice di farsi portare in giro ogni giorno tutto il giorno!
    Danny: Ma che cos'è A spasso con Daisy?, vorrei solo guidare io ogni tanto!
    Steve: Infatti ogni tanto guidi!
    Danny: Ogni tanto? Hai la faccia tosta di dirlo qui davanti alla psicologa?
    Steve: Vorresti dire forse che non guidi mai la tua auto? Non guido sempre io!
    Danny: No, io guido la mia auto quando tu non ci sei! Quando sono solo guido la mia auto, certo!
    Steve: Allora lo ammetti! D'accordo, va bene, te lo dico. Vuoi sapere perché viaggi da passeggero?
    Danny: Questa sarà...
    Steve: Ho la nausea se non sono io a guidare! [Danny ride] E lui ride! Lui ride! Ecco perché non ne avevo mai parlato!
    Danny: È ridicolo! È tutto ridicolo, chiaro? È il controllo che vuole, lui è fissato con il controllo! Di certo il mal d'auto non c'entra, mi creda!
    Psicologa: Detective Williams.
    Danny: Sì?
    Psicologa: Il comandante McGarrett ha condiviso un fatto molto personale con lei. Forse potrebbe mostrare un po' di rispetto.
    Danny: Ma lui mente.
    Steve: Non è vero.
    Danny: È un Navy Seal!
    Steve: E allora che cosa c'entra??
    Danny: Va bene, va bene...
    [... ]
    Psicologa: Parlatemi del vostro primo incontro.
    [Flashback del loro primo incontro nel garage del padre di Steve]
    Steve: 4 anni fa... il Governatore Jameson ha voluto affidarmi l'incarico di mettere insieme una task force e Danno...
    Danny: Sì, non chiamarmi così! Lui sa che non lo deve fare.
    Steve: Vero, chiedo scusa. Sir Daniel...
    Danny: Ora... ora stai davvero esagerando, devi finirla.
    Steve: Dai, andiamo, scherzo lo sai. Ho accettato l'incarico e il detective Williams è stato il primo che ho assunto. [flashback di quando Steve va a casa di Danny per offrirgli il lavoro]
    Danny: Ecco, io non direi di essere stato assunto era più un rapimento! In altre parole non mi ha lasciato scelta.
    Steve [flashback di quando Danny dà un pugno a Steve perché gli hanno sparato]: Aveva senso dell'umorismo, mi piaceva la sua personalità...
    Danny: Quando ti sparano addosso ti trovi a riflettere e capisci che lui è fuori di testa!
    [... ]
    Psicologa: Quindi la Five-0 è una task force di cinque persone.
    Steve: Sì, ma siamo... siamo più di una task force, noi cinque siamo ohana.
    Psicologa: Perché quell'espressione detective Williams?
    Danny: Ah, no, no, niente di grave. Credo soltanto di essere d'accordo con lui per la prima volta.
    Steve: In fondo stiamo bene!
  • Danny: Jerry, so che mi pentirò di questa domanda ma che stai sorvegliando?
    Jerry: Una cosa che spetterebbe a voi.
    Danny: Ragazza che fanno yoga? Sono pericolose!
    Jerry: Il negozio accanto. Libri antichi.
    Steve: Che c'è di strano?
    Jerry: Due settimane fa il proprietario è rientrato da Dusseldorf dove ha comprato l'intero inventario di una vecchia biblioteca che adesso ha chiuso!
    Danny [prendendolo in giro]: Da non credere! Be', c'è da arrestare un criminale, che aspettiamo?
    Jerry: Non fare lo spiritoso. Non ha commesso un crimine ma lo farà! Fidati.
    Steve: Perché ne sei certo?
    Jerry: La biblioteca di Dusseldorf era antica, i libri del suo fondo erano d'epoca. La composizione di quelle pagine è 75% cotone e 25% lino finissimo, sapete che vuol dire?
    Danny: Io, sì. Sono perfette per la contraffazione.
    Jerry: Lei signore è un fuori classe.
    Steve: Ha comprato i libri, non è detto che voglia riciclare i volumi per stampare banconote false.
    Jerry: E che vuole farci?
    Steve: Visto che è un negozio di libri, il proprietario avrà intenzione di venderli!
  • Jerry: Bene, per fortuna ci siete tutti, ho altre notizie sul drone che cercate. Ma devo chiarire un punto. Qualsiasi cosa vi dica oggi non dovrà essere collegata a me, alla mia famiglia o a chiunque conosca. Sono qui solo per visitare il palazzo, niente di più e un'eventuale tentativo di associarmi alle informazioni che sto per svelarvi verrà negato con forza da me e dall'avvocato che ingaggerò. È tutto chiaro?
    Danny: Vuoi che firmiamo tutti qualcosa o ti è sufficiente un va pure avanti!
  • [Steve è stato ferito alla gamba]
    Steve: Non posso guidare, Danny.
    Danny: Oh, davvero? C'è un lato positivo anche nelle tragedie, fantastico!
    Steve: Ma guarirò, non ti ci abitare!
  • Dovevi chiedere se per caso hanno un programma fedeltà! Ogni 5 proiettili, un'estrazione è gratis! (Lou)
  • Kamekona: Cosa? Ma non ti avevano sparato?
    Steve: È così! Alla coscia.
    Kamekona: Alla coscia? Non conta!
    Danny: Ah, no, tu non sentiresti niente!
    Kamekona: Credevo che fossi al tappeto, ti ho portato i miei gamberi e dei bei palloncini!
    Steve: La prossima volta mi faccio sparare a un organo vitale se vuoi!

Episodio 2, Padre di famiglia[modifica]

  • Marco Reyes: Capisco che tu sia arrabbiato con me per essermi presentato a casa tua... ma non vedevo altro modo di contattarti.
    Danny: Be', sai, da queste parti abbiamo un apparecchio chiamato telefono!

Episodio 3, L'ultimo colpo[modifica]

  • Kamekona [portando dei gamberetti]: Ecco qua!
    Jerry: Quando li hanno pescati?
    Kamekona: Stamattina! Se li vuoi più freschi li devi mangiare sott'acqua!

Episodio 4, Il pittore[modifica]

  • Lou: Ah, ne ho sentite di storie in trent'anni di polizia ma questa le batte tutte!
    Chin: È pazzesco! Ma apprezzo l'originalità!
  • Jerry: Come posso aiutarvi?
    Steve: Allora, ascolta. Se qualcuno volesse vivere fuori dalla società, Jerry, e sto parlando di fuggire da tutto, evitare l'imposta sul reddito, andare molto, molto lontano, dove andrebbe?
    Kono: Nessun turista impiccione, niente telefoni... nessun contatto con l'esterno!
    Lou: Quello che cercano di dire è: dove vivono quelli che la pensano come te?

Episodio 5, L'eredità[modifica]

  • Shaw: Jerry accumulare le cose in modo compulsivo è un disturbo. Te l'hanno mai detto?
    Jerry: Ah, sì, dottoressa? Stare sempre con i morti potrebbe essere al limite della necrofilia. Te l'hanno mai detto?
    Shaw: La negazione è un sintomo!

Episodio 6, Il falsario[modifica]

  • Max: Signori, la buona notizia è che la nostra vittima è ben conservata, quella cattiva è che è sotto zero! [porge due giubbotti a Chin e Lou]
    Lou: Sai come chiamiamo il sotto zero a Chicago? Aprile!
  • Steve: Avevi ore di conversazioni registrate, foto di sorveglianza. Sai cosa sta facendo Farrow? Sta distruggendo le prove!
    Jerry: Quindi mi credete!
    Steve: Sì!
    Danny: Io... ci penso su!
    Jerry: Questo mi basta! Possiamo andare ad arrestarlo?
  • Ellie: Mi dispiace ma io... io non vedo come un giudice vi possa firmare un mandato. Informazioni recenti e affidabili, i criteri sono questi. Recenti lo sono ma non sono molto sicura che siano affidabili.
    Jerry: Che significa?
    Ellie: Che un teorico del complotto che ha infranto la legge non è affidabile!
  • Danny: Un attimo, se gli inglesi sanno che Farrow falsifica banconote in America, non saranno così ansiosi di averne la responsabilità!
    Steve: Vero.
    Jerry: Ehi. Ce la fate qui senza di me?
    Danny: [Sarcastico] No!
    Jerry: Credo che dovrete!
  • Ellie: Ciao!
    Steve: Ciao!
    Ellie: Ho scelto un brutto momento? Il detective Williams ha insistito perché ti aspettassi qui.
    Steve: Davvero?
    Danny: Sì! Stava parlando di una persona cortese, educata, di un gentiluomo, volevo essere certo che fosse lo stesso McGarrett!
  • Jerry: Secondo i servizi segreti, Helmes ha dei legami con una cellula radicale dell'IRA.
    Danny: Dell'IRA? Credevo fossero morti con l'ultimo disco dei Duran Duran!
    Jerry: Pare che torneranno sulla scena. Facce nuove, stessi ideali. L'IRA, non i Duran Duran!
    Danny: Certo...

Episodio 8, Il matrimonio[modifica]

  • Danny: La bella notizia è che Deb sta meglio ed è innamorata, la brutta è che non ti piace il suo co...
    Steve: Fidanzato! Fidanzato e presto marito! Domani in realtà. E non è che non mi piaccia, in lui c'è qualcosa che non quadra.
    Danny: Non quadra? In che senso non quadra?
    Steve: Per essere un ex insegnante dà mance da rapper.
    Danny: Si gode la vita finché può!
    Steve: È quello che ha detto lui! E da quando un insegnante in pensione dà dei consigli legali?
    Danny: Non lo so, forse è un uomo con varie passioni.
    Steve: E sai che altro c'è? Le sue mani!
    Danny: Le mani?
    Steve: Ha le mani soffici, bellissime, cioè dovrebbero essere ruvide, non è un ragazzino!
    Danny: Ah! Ma hai detto che è in pensione. Personalmente penso che tu stia esagerando ma se sei preoccupato, fai indagare qualcuno per tranquillizzarti.
    Steve: L'ho chiesto a Jerry!
    Danny: Oh, Mr. Complotto, ti tranquillizzerai di sicuro! Buona idea!
  • [Durante un inseguimento]
    Danny: Ehi! Va più piano! Per caso prendi lezioni di guida da McGarrett?
    Lou: Sei mai stato a Chicago?
    Danny: Sì, ci sono stato!
    Lou: Be', a Chicago quando diciamo a qualcuno di guidare è così che guida e con la neve!
  • Steve: Ecco, questo, questo è un problema che non sono andato a cercarmi, me lo sono trovato tra le mani!
    Danny: No, teori... no, non teoricamente, nello specifico questo problema esiste solo perché hai fatto delle ricerche su Leonard pensando che fosse un criminale! Ma rimanga fra noi!
  • Steve: Il fatto è questo. No, non conoscerò mai il vero Leonard Cassano ma lui ama mia zia e lei ama lui e questo deve bastarmi. Sì, andiamo! Stai alla grande!
    Lou: Grazie.
    Danny: Sai che cosa sei? Un grosso marshmallow pieno di testosterone!
    Steve: L'avresti fatto anche tu, smettila!
    Danny: Certo, perché sono famoso per la mia grande pacatezza!
    Steve: Davvero? E io per che cosa sono famoso?
    Danny: Tu? Sei famoso per la pessima guida e il braccino corto!

Episodio 9, Alberi di Natale[modifica]

  • [Sono nella riserva naturale di Kuliouou per prendere un albero di Natale per Danny]
    Danny: Ehi, non farlo!
    Steve: Eh??
    Danny: Aspetta! Aspetta!
    Steve: Eh?
    Danny: Ho cambiato di nuovo idea!
    Steve: Non ti sento!
    Danny: Ho detto, non credo che sia una buona idea!
    Steve: Perché dici una cosa del genere?
    Danny: Be' perché questa è una riserva forestale protetta, chiaro? Perché tagliare alberi è severamente proibito! Perché i trasgressori saranno puniti secondo... sono frasi prese dal grande cartello che c'era all'entrata! Hai presente quello che dice le cose da non fare? Quello, ok?
    Steve: È Natale, Danny. A te e Grace serve un albero, lo vuoi?
    Danny: Certo, lo volevo, lo voglio un albero ma non così!
    Steve: 750 dollari sono troppi per una albero e tutti i venditori li hanno finiti! Guardati intorno, che cosa vedi? Cosa vedi?
    Danny: Alberi.
    Steve: Tanti, tantissimi alberi! È pieno di alberi qui, nessuno si accorgerà che ne manca uno!
  • Danny: Non ci credo, mi hai reso complice di un crimine.
    Steve: Un piccolissimo crimine!
    Danny: Le prove che ci incastrano sono sul tettino della mia auto!
    Steve: Danny, nessuno saprà da dove viene quest'albero!
    Danny: Io, saprò da dove viene quest'albero! Ogni volta che lo guarderò, penserò a come ho infranto la legge per averlo, ecco, hai rovinato il Natale! Sai che cosa sei?
    Steve: Sono stufo di ascoltarti!
    Danny: Un distruttore del Natale. Sei come Scrooge!
    Steve: Ba... bubbole!
    Danny: Ah-ah, d'accordo.
    [Suona il telefono di Steve]
    Steve: Ti va di rispondere?
    Danny: Sono il tuo maggiordomo? È il tuo telefono!
    Steve: No, io oggi ho un incontro con il Governatore, se è un caso è per te!
    Danny: Fammi un favore, quando vedi il Governatore digli che hai passato la mattinata a vandalizzare la sua isola! D'accordo?
    Steve: Oh, mio Dio! [risponde al telfono] Vi passo il signor malcontento, grazie!
  • Lou: Dobbiamo prenderlo al lazo!
    Steve: Era una metafora equestre?
    Lou: Sissignore!

Episodio 10, Sogni infranti[modifica]

  • Danny: Bene, ottimo lavoro.
    Shaw: Grazie.
    Danny: Ehi... è... bello vedere che ti senti meglio.
    Shaw: Sì, grazie. Stamattina è stato un po' fuori luogo.
    Danny: No, senti... è comprensibile. Lavorare a stretto contatto con Max farebbe piangere chiunque!
  • Jerry: Il risultato è che Kamekona mi paga sottobanco, il che è un bene, visto che io e il fisco non ci stiamo particolarmente simpatici! In più il lavoro non è male e ho anche il 20% come sconto dipendenti.
    Chin: Jerry, ti rendi conto di aver appena ammesso di evadere le tasse?
    Jerry: Be', potrei sempre licenziarmi... ma poi probabilmente dovrei trasferirmi da te in modo definitivo.

Episodio 11, Il più grande colpo[modifica]

  • Nicole Booth: L'uomo che cerchiamo noi non è in alcun database, Gerard Hirsch. La sua fedina penale è pulita, è uno stimato perito, ma per quelli del giro è un intermediario del mercato nero, grande esperto di arte rubata ed è anche un noto pervertito.
    Steve: Bene, saperlo è un gran vantaggio. Serve una volontaria... [girandosi verso Kono]
    Kono: Oh no!

Episodio 12, Duplice omicidio[modifica]

  • Steve: Ciao!
    Danny: Ciao, ti faccio una domanda, ok? Come hai fatto a pensare che fosse una buona idea lasciare mia figlia di 12 anni da sola in una strada deserta, come hai fatto a lasciarla lì?
    Steve: Ciao, io sto bene, tu come stai?
    Danny: No, no, no, no, no, non farlo, ok? E rispondi!
    Steve: Che c'è, era una zona tranquilla...
    Danny: Oh, certo, certo, certo, perché i deviati, i pazzi e gli psicopatici girano sono nei quartieri pericolosi, eh!
    Steve: Non ha corso nessun pericolo, Danny. L'avrò lasciata lì nemmeno 5 minuti! Tu stai... esagerando, come al solito.
    Danny: Che? Sto esagerando?
    Steve: Sì! Io non sono sempre ossessionato dal fatto che possa capitare qualcosa di terribile!
    Danny: No, no, tu sei ossessionato da un'automobile!
    Steve: Lo sai, è un'auto classica, bada a come parli!
    Danny: Ti prego è un classico ammasso di ferraglia quell'auto!
    Steve: Lo sai che significa per me! Lo sai!
    Danny: Fai sempre così, commetti un errore ma vuoi far passare me per il cattivo!
    Steve: Tu sei il cattivo! Non vedi che stai continuando?
    Chin: Andate ancora dalla psicologa? [non rispondono] Secondo me dovreste tornarci!
  • Delano: Dottore, vorrei presentarle due miei carissimi amici. Lui è Steve McGarrett e lui Chin Ho Kelly, sono due agenti della Five-0. Mio fratello ha ucciso la moglie di Kelly due anni fa, lui anocra ne soffre, ha capito?
    Steve: Dottore ci può lasciare un minuto con lui?
    Dottore: Lui non ce l'ha un minuto, dev'essere operato subito altrimenti morirà!
    Chin: Allora ce ne servono cinque!
  • Adesso dicci, chi è la persona che più di tutte vorrebbe vederti morto? Presenti esclusi, ovviamente. (Chin) [a Delano]
  • Danny: E la tua auto?
    Steve: È messa male.
    Danny: In una scala da 1 a 10?
    Steve: Non lo fare.
    Danny: Di che parli?
    Steve: Tu banalizzi il mio dolore!
    Danny: Cosa? Voglio, voglio valutare i danni di quell'ammasso di ferraglia, che c'è non posso parlare?
    Steve: L'hai fatto, l'hai fatto ancora!
    Danny: Va bene... parliamo d'altro. Parliamo di qualcosa che fai di solito tu e cioè rischiare la vita dei bambini.
    Steve: Ok. Non avrei lasciato sola tua figlia se tu avessi fatto il padre. Che mi dici?
    Danny: Wow. Ok, a me non piace correre. Chiaro?
    Steve: A chi non piace correre?
    Danny: A me, l'ho appena detto!
    Steve: Era una domanda retorica!
  • Giornata piena. La mattina uccide e il pomeriggio bada al nipote! (Danny) [ad un assassino]
  • Danny: Sai che cosa sei?
    Steve: Spara pure.
    Danny: Sei... un biscotto poco cotto, che rimane morbido all'interno! Dovevi arrestare il ragazzo e gli trovi un lavoro. Sei adorabile, ti piace aggiustare i giocattoli rotti eh!
    Steve: Sì, è così!

Episodio 13, Il giorno del giudizio[modifica]

  • Joe: Allora, portiamolo al Tripler e ti offro un lokomoko!
    Steve: Per questa cosa mi devi più di un hamburger con il riso, Joe!
    Joe: Ok, ti offro anche la granita!
  • [Hanno avuto un incidente in macchina]
    Steve: E la portiera?
    Joe: Intendi quella cosa che si apriva e chiudeva? Temo che dovremo risarcire l'autonoleggio!
  • [In ospedale]
    Danny: Ehi, ascoltami, perché non prendi una casa qui vicino tanto vieni spesso, eh! Che ne dici?
    Steve: Sto bene se ti interessa!
    Danny [al medico che lo sta curando]: Gli timbri la tessera fedeltà, eh!
  • [Arrivano alla casa del sospettato che spara contro Lou, Steve e Joe]
    Lou: Non so se abbiamo ragione su di lui ma credo non voglia compagnia!
    Steve: Troviamo un'altra entrata!
    Joe: Copritemi, mi muovo!
    Lou [vedendo che Joe si arrampica sulla staccionata di fianco alla casa]: Ma che cosa fa?
    Steve: Quello che farei io!
    Lou: Questo spiega tutto!
    Steve: Cioè?
    Lou: Non sei sempre stato uno squilibrato, ti ci ha fatto diventare lui!
  • [Joe, per neutralizzare le api infette, si getta con il furgone nel mare e Steve stava per tuffarsi, non vedendolo riemergere]
    Steve: Non potevi fare più scena?
    Joe: Potevo restare sotto altri 30 secondi ma non volevo che ti bagnassi!
    Steve: Oh! E come sai che mi sarei tuffato?
    Joe: Ti ho addestrato io!
    Steve: Avanti vieni, ti aiuto.
    Joe: No, meglio di no, Steve. Potrei essere contagioso.
    Danny: Quelli del centro di prevenzione malattie staranno arrivando.
    Steve: Potevi morire, lo sai?
    Joe: Guarda che lo avresti fatto anche tu!
    Danny: Ha ragione! Saresti stato altrettanto stupido!

Episodio 15, Il signore della guerra[modifica]

  • Danny: È morto! È morto!
    Steve: Buongiorno anche a te!
    Danny: Giuro, sto andando ad uccidere quel piccolo punk. [vedendo che Steve ha preparato il caffè] Ah, bene!
    Steve: Chi uccidiamo?
    Danny: Nella classe di Grace c'è un ragazzino che si chiama Apane e le scrive ininterrottamente. Messaggio, messaggio, messaggio, messaggio... messaggio, messaggio...
    Steve: Come fai a sapere che le scrive?
    Danny: Perché le ho comprato un cellulare nuovo e chissà come nel cloud condiviso della famiglia si è mischiato tutto. E così, ora, i loro messaggi arrivano anche a me!
    Steve: Quindi la stai spiando!
    Danny: Io non spio mia figlia! Te l'ho spiegato, no, prima cosa. Seconda cosa, si chiama fare il genitore!
    Steve: E anche... spiare, giusto?
    Danny: Senti non sono venuto qui per... [e vede Steve che mette il burro nel caffè] che cosa, ma che cos'è? Che fai?
    Steve: Che c'è?
    Danny: Come che c'è, hai messo il burro nel caffè!
    Steve: Sì, burro biologico, assaggia!
    Danny: Non hai il latte? Ma stai impazzendo, che cos'hai?
    Steve: È una cosa che facevo nei Navy Seal, credo per incrementare le funzioni cerebrali. Ehi, è per il cervello, dovresti provare, ti aiuterebbe!
    Danny: No, grazie. Coltiverò il mio infarto in modo tradizionale!
    Steve: Come ti pare.
    Danny [gli arrivano dei messaggi]: È ancora lui! Implacabile. Assolutamente implacabile! Senti questo, ti piacerà!
    Steve: Che dice?
    Danny: Ehi, G., è così che lui chiama Grace. I tuoi cioccolatini preferiti? e lei Hershey's kisses! e lui Fantastico, anche i miei! Sì, sai perché ti diverte? Perché tu non capisci il sotto testo! Il sotto testo.
    Steve: Sono due ragazzi che parlano di cioccolatini, il giorno prima di San Valentino. C'è romanticismo nell'aria!
    Danny: Romanticismo nell'aria?
    Steve: C'è del romanticismo!
    Danny: No, niente romanticismo nell'aria. Sai perché? Perché ha 12 anni! Niente romanticismo nel suo spazio aereo, punto!
    Steve: Mi vuoi ascoltare, per favore, rilassati, rilassati! Hai una brava figlia. Devi solo fidarti di lei.
    Danny: Mi fido di lei, mi fido molto, è di lui, di quel bullo che non mi fido!
    Steve: Va bene, facciamolo fuori!
    Danny: Ok, così mi piaci!
  • Danny: Sai, quando ero giovane, se mi piaceva una ragazza dovevo andare a dirglielo, con la voce, da essere umano, adesso ogni ragazzino con i pollici e una tariffa tutto incluso può atteggiarsi a macho!
    Steve: Macho? Hai detto macho?
  • Chin: Che succede?
    Danny: Niente! A parte un predatore che scrive a mia figlia e un animale che mette il burro nel caffè, va tutto bene!
    Chin: Dicono che possa potenziare l'attività cerebrale!
    Danny: Davvero? [mentre Steve sorride compiaciuto]
  • [Il ricercato è in un taxi pieno di C4 con un ostaggio ferito e Steve deve andare lì per assicurarsi che non muoia]
    Danny: Steve, ehi, vuoi farlo davvero? [Steve lascia giubbotto antiproiettile e armi] Era una domanda stupida!
    Lou: Ehi, fa attenzione!
    Danny: Ah, no! Quella è una parola che manca nel suo vocabolario, non la conosce!
  • Lou: Sai Danny, crescere i figli è come grigliare gli hamburger.
    Danny: Wow!
    Lou: Non puoi girarli per tutto il tempo, l'unica cosa da fare è tenerli sempre d'occhio e stare attento che non si brucino!
    Danny: Tutto qua?
    Lou: Sì, esatto!
    Danny: Ma è fantastico! Steve!
    Steve: Sì?
    Danny: Ascolta, Grover ha paragonato crescere i figli con cuocere hamburger!
    Lou: Qual è il problema?
    Steve: Mi piace!
    Danny: Ti piace?
    Steve: Mi piace!
    Danny: Certo perché fare paragoni è gratis e tu adori le cose gratuite, soprattutto le birre in realtà!

Episodio 16, Brace[modifica]

  • Danny: È la casa di un amico di un amico. È nostra per il weekend quindi...
    Amber: Questo weekend?
    Danny: Questo weekend!
    Amber: Oh, Danny, io devo lavorare...
    Danny: No, no, non devi lavorare! Ho chiamato il tuo capo questa mattina e sei libera, niente lavoro. E questo vale anche per il telefono, niente telefoni, niente distrazioni! Solo io e te.
    Amber: Va bene! Devo fare la valigia o l'hai fatta tu per me?
    Danny: No, non l'ho fatta, non l'ho fatta. Ma pensavo che potevamo non portarli vestiti questo weekend, se sei d'accordo!
    Amber: Ah, credo di essere d'accordo!
  • [Nel campo da golf]
    Lou: Ah... fratello... tu pratichi quello che chiamiamo golf del soldato, sinistra, destra, sinistra, destra...
    Steve: Che faccio di sbagliato?
    Lou: Be', innanzi tutto ti muovi come un gorilla. Non ti ricordi che ti ho detto nel parcheggio? Questo è un gioco di eleganza. Più colpisci con delicatezza, più lontano manderai la pallina!
    Steve: Ok, questa cosa non ha senso per me!
    Lou: Vediamo se questo ha senso. Vedi quella cosa bianca là in mezzo a quella cosa verde?
    Steve: Sì, lo vedo.
    Lou: Quella è la mia pallina, colpita con delicatezza. La tua dov'è? Te lo dico io dov'è la tua pallina, è finita in fondo a quel laghetto! Amico ascolta, io cerco solo di aiutarti. La settimana prossima ci sarà tanta gente per quell'evento benefico, rappresenterai in questo modo la Five-0?
    Steve: D'accordo, d'accordo!
    Lou: Va bene, ricomincia.
    Michelle Wie: Salve ragazzi!
    Lou: Salve...
    Steve: Ciao!
    Michelle Wie: Ciao, tutto ok?
    Steve: Sì e tu?
    Michelle Wie: Tutto ok!
    Lou: Signorina Wie, lo so, stiamo andando troppo piano, acceleriamo!
    Michelle Wie: No, non è per questo che mi sono fermata.
    Steve: Voi vi conoscete?
    Lou: Non faccia caso al mio amico ignorante, è uscito dalla sua caverna questa mattina con un driver in mano!
    Steve: Che ti prende?
    Lou [alla campionessa]: Io sono... Lou! Lou Grover!
    Michelle Wie: Ciao, piacere di conoscerti. Michelle!
    Lou: E il golfista improvvisato è Steve McGarrett!
    Michelle Wie: Ciao! Come va?
    Steve: E io sono Steve! Mi dici che cos'hai?
    Michelle Wie: Se non ti dispiace vorrei darti una dritta, ti stavo guardando...
    Steve: Oh, beh, ma certo! Prego!
    Lou: Assolutamente sì, soprattutto se è gratis! Il suo motto è se è gratis, fa per me! Ti prego fa pure!
    Steve: Lo apprezzo molto. Grazie, grazie mille.
    Michelle Wie: Figurati, ti ho visto da laggiù e... forse dovresti andare un po' più indietro e allargare di più le gambe.
    Steve: Mi allontano dalla palla?
    Michelle Wie: Sì! Bravissimo, sì. Perfetto, piega le ginocchia.
    Steve: Così va bene?
    Michelle Wie: Bravo, fantastico. E ora tieni la testa bassa, lo sguardo sulla palla e colpisci!
    Steve: Ok! E colpisco! [colpisce la palla]
    Lou: Ma che cavolo...
    Michelle Wie: Wow, un talento naturale!
    Steve [se la ride]: Grazie! Grazie mille!
    Michelle Wie: Figurati!
    Steve: Sei una brava insegnante, hai mai pensato di insegnare golf?
    Michelle Wie: Se il lavoro che ho adesso dovesse andare male, è un'idea!
    Steve: Dovresti farlo, sei davvero grande!
    Michelle Wie: Grazie! Buon divertimento!
    Steve: Ciao Michelle, piacere di averti conosciuta!
    Michelle Wie: Piacere mio!
    Lou: Sarebbe una brava insegnante? Sai chi è quella? Quella lì è Michelle Wie, una grande campionessa mio caro, ha vinto l'Us Open 2014!
    Steve: Davvero?
    Lou: Sì, davvero!
    Steve: Ho capito perché sbavavi!
    Lou: Ah, non stavo sbavando! Stavo solo ammirando una giocatrice di golf professionista che si occupa di un caso pietoso come il tuo!
    Steve: Scusa, hai finito? Perché vedi quella cosa bianca davanti a te in mezzo a quella cosa verde? È molto più vicina alla buca della tua pallina, no? A me sembra che si senta sola! Parecchio!
  • [Al torneo di golf di beneficenza. Steve contro Lou. Lou è più vicino alla buca.]
    Danny: Ehi, amico! L'obiettivo del golf, non so se lo sai, è di far avvicinare la propria pallina a quella... bandierina!
    Steve [a Michelle Wie che le fa da keddy]: È il mio collega. Molto divertente, bravo! Che ci fai qui, dovresti essere a casa!
    Danny: Il dottore mi ha detto che mi avrebbe fatto bene prendere un po' d'aria e guardarti mentre vieni umiliato su un campo da golf!
    Michelle Wie: Se questi sono i tuoi amici, non hai bisogno di nemici!
    Steve: Sì, sono d'accordo.
    Michelle Wie: Ok, so che non sembra ma è un putt molto, molto facile.
    Steve: Sì?
    Michelle Wie: Puoi farcela!
    Steve: Posso farcela?
    Michelle Wie: Puoi farcela!
    Steve [Lou telefona a Steve]: Scusami... che c'è?
    Lou: Senti, non volevo urlare e umiliarti davanti a tutti ma ti dispiace se faccio questo putt veloce e vinco? Tanto non ce la fai.
    Steve: Accomodati pure!
    Lou: Eh, d'accordo... eccoci qua. [sbaglia]
    Steve [telefona a Lou]: Scusami ancora.
    Lou [alla figlia]: Avevi detto che la buca era in discesa! [risponde al telefono] Che cosa vuoi?
    Steve: Ah, ciao amico, senti... da quaggiù è difficile capirlo ma è entrata o no?
    Michelle Wie: Ci siamo, ultima buca, ultimo putt. Se ce la fai, hai vinto!
    Steve: Mi metti pressione?
    Michelle Wie: No, tranquillo, puoi farcela.
    Lou: Quando vuoi Tiger!
    Steve: Posso farcela.
    Michelle Wie: Ok, immagina la pallina che va nella buca.
    Lou: Sì, immagina il trofeo che va nelle mie mani!
    Michelle Wie: Non ascoltarlo, concentrati, puoi farcela, concentrati! [colpisce e vince]

Episodio 17, Appostamento[modifica]

  • [Alla seduta con la psicologa]
    Steve: Daniel... a volte ho la sensazione che tu sia un... tantino troppo suscettibile.
    Danny: ... ok! Perché hai questa sensazione?
    Steve: Non lo so, credo per il tuo modo di fare cioè io ti faccio un commento innocuo e tu lo prendi come un insulto personale. È seccante!
    Psicologa: Linguaggio positivo, Comandante.
    Steve: ... ok, chiedo scusa, chiedo scusa. Quando fai così è... l'opposto di piacevole per me. Va meglio?
    Danny: Ok e io credo che la ragione per cui tu mi trovi suscettibile è perché sono una persona genuina, non sono un animale né un pericoloso robot.
    Steve: Robot?
    Psicologo: Ascolti Detective Williams, non cambi discorso...
    Steve: Questo è stupido! Mi scusi ma possiamo andare avanti? Io non...
    Psicologa: Signori, quando ho fatto la vostra valutazione psicologica a settembre avete acconsentito a fare delle sedute con me e a condividere i vostri progressi, che sinceramente non vedo. E questo mi porta a chiedermi se non sia il caso che veniate qui più spesso.
    Steve: Aspetti un attimo, non volevo darle quell'impressione perché le cose in realtà vanno... bene...
    Danny: Sì, sì, è vero, andiamo molto più d'accordo. C'è più comunicazione.
    Steve: Giusto!
    Danny: Litighiamo molto meno!
    Psicologa: Davvero?
    Steve: Sì!
    Psicologa: E come spiegate questo... improvviso passo avanti?
    Danny: Ecco... se devo essere sincero, io direi che Steve sta facendo veramente un grande, un grandissimo lavoro con le sue manie di controllo! Ci sta lavorando, va meglio! [Steve sbuffa] Wow, chi è quello suscettibile adesso?
    Steve: Cosa ho detto? Ho detto qualcosa?
    Danny: No!
    Steve: Non ho detto niente!
    Danny: Non hai detto niente, certo non hai usato parole, non hai espresso un pensiero, perché dovresti parlare se puoi semplicemente far uscire l'aria dal naso in quel modo!
    Steve: Bocca! Era dalla bocca!
    Danny: Dal naso! Lo so, l'ho visto, dal naso!
    Psicologa: Ehm, Comandante, lei non è d'accordo con il giudizio del Detective Williams?
    Steve: Ok, sai che le dico? La vera ragione per cui andiamo così d'accordo è perché io non lo ascolto più.
    Danny: Possiamo tornare alle sue manie di controllo?
    Psicologa: No, ne parliamo la prossima volta. L'ora è finita.
    Steve: Un attimo, come la prossima volta? Quale prossima volta?
    Psicologa: Io vorrei rivedervi?
    Steve: Da solo o con lui?
    Psicologa: E darò a entrambi una cosa da portare con voi.
    Danny: Che cos'è?
    Psicologa: Il manuale del collega perfetto. Visto che avete ritenuto giusto sprecare tutta l'ora per attaccarvi a vicenda, vi eserciterete a risolvere i vostri conflitti nel vostro tempo libero. Mi aspetto che completiate gli esercizi per la prossima volta.
  • Danny: Questo posto puzza di solitudine e disperazione!
    Steve: È naftalina! Speriamo che Enders si faccia vivo, così archiviamo la pratica.
    Danny: La signora è la regina della cottiglia.
  • Steve: Hai fame? Ordina la cena. Che ti va?
    Danny: Ehm... mi andrebbe il cinese.
    Steve: No, il glutammato mi fa gonfiare!
    Danny: Ok... ehm... che ne pensi di quella pizzeria che non fa schifo?
    Steve: Ah, ci sono, ci sono ci sono! Mai mangiato indiano?
  • Steve: Che hai, non ti piace?
    Danny: No, mi piace molto, è una delle cose più buone che abbia mai assaggiato. Anzi, non so come non ho fatto ad arrivare a questo punto della vita senza aver provato questi gusti... esotici.
    Steve: Qual è il problema?
    Danny: Il problema...
    Steve: Hai una faccia!
    Danny: Il problema è che hai detto che potevo scegliere io.
    Steve: Cosa?
    Danny: Scegli tu!, hai detto scegli tu. Mi hai detto di scegliere e io ho scelto diverse cose ma le hai bocciate e hai scelto una cosa tu. Oh, e adesso ridi anche!
    Steve: Mi prendi in giro?
    Danny: No!
    Steve: È una cena, Danny! Di che parli?
    Danny: Allora, no! No, sbagli, non è solo una cena. È ciò che si chiama relazione di dominazione. È come il fatto che vuoi guidare sempre tu la mia auto. Devi avere tu il controllo.
    Steve: Oh, lo hai letto su quel manuale?
    Danny: Sì, l'ho letto su quel manuale. È un capitolo illuminante, ok? [prende il libro] Parla dei tipi di personalità, quindi...
    Steve: Ah, me lo leggi adesso?
    Danny: Dimmi se questo non sembri tu, ok? ISTJ, detti anche guardiani. Sono sicuri, affidabili, leali, leader naturali, tendono a impegnarsi molto per assolvere i propri doveri e obblighi...
    Steve: Scusa ti posso interrompere? Dovrei offendermi? Perché era una bella descrizione!
    Danny: Erano i punti di forza, ora dico le debolezze. Non in sintonia con le debolezze altrui, difficoltà a esprimere le emozioni, difficoltà a accettare le critiche!
    Steve: Senti, mi fai cenare?
    Danny: Ti dice qualcosa? Sei tu! Senti, è semplice. In poche parole sei un maniaco del controllo!
  • Lou: Siete qui da poco più di un giorno, come è possibile che la casa puzzi già in questo modo?
    Danny: Perché questo animale fa le uova al microonde!
    Lou [guardando Steve]: Tu sei un incosciente!

Episodio 18, Giustizia per tutti[modifica]

  • Danny: Grazie.
    Steve: Potresti dire Mahalo!
    Danny: Sì, potrei.
    Steve: Ancora, eh? Dopo tutti questi anni, odi ancora questo posto?
    Danny: Ah no! Cerco un modo per farmi piacere te! Il posto non c'entra!

Episodio 19, L'apparenza inganna[modifica]

  • [Sono in mezzo ad una sparatoria, riparati nel negozio di Odell, il barbiere]
    Steve: Come fai senza telefono?
    Odell: I clienti abituali hanno appuntamenti fissi! Perché hai lasciato il tuo nell'auto Comandante?
    Steve: Perché ero dal barbiere! Ci vado per staccare la spina dal resto del mondo, ricordi?
    Odell: Ah, ora usi le mie parole contro di me bravo!
  • Steve: Tu sei un avvocato?
    Odell: Sì, avvocato. Difficile da credere?
    Steve [guardandosi intorno]: Be', sì, pensavo fossi un barbiere, quindi sì!
    Odell: Ti ho lasciato senza parole, eh?
    Steve: Normalmente si appendono queste cose, lo sai?
    Odell: Non sono affezionato alla laurea ma non ho avuto la forza di buttarla nella spazzatura, chiaro?
    Steve: C'è una storia dietro?
    Odell: Una storia lunga e noiosa. Una storia che finisce con me che faccio il barbiere su uno scoglio in mezzo al Pacifico!

Episodio 21, Stella cadente[modifica]

  • [C'è una vittima vestita da Elvis] Il Re è morto...di nuovo! [Max e Steve lo guardano] Andiamo qualcuno doveva dirlo. (Lou)

Episodio 22, A caccia del passato[modifica]

  • [Sono ad una festa in piscina piena di studenti]
    Steve: Sono qui da tre minuti e ho già visto sei reati!
    Danny: Sette!
    Steve: Promettimi una cosa amico.
    Danny: Sì?
    Steve: Promettimi che Grace prenderà il diploma online!
  • [Alla barista del party]
    Danny: Salve!
    Steve: Ciao!
    Barista: Ciao!
    Steve: Come va?
    Barista: Immagino che non siate qui per il beer pong in mutande!
    Danny: Il beer...no, no, non so neanche se voglio sapere che cosa sia!

Episodio 24, Preghiera[modifica]

  • Steve: Aspetta, aspetta! Hai fatto qualcosa di sbagliato?
    Danny: Non lo so, ci ho ripensato e ripensato, non ci arrivo ma Rachel deve essere turbata per qualcosa.
    Steve: E pensi che riguardi Amber?
    Danny: Melissa.
    Steve: Ora la chiami così?
    Danny: Sì, si chiama così, quindi la chiamo così! E non è lei il problema, non credo. E oggi ho dovuto mentirle.
    Steve: A Rachel.
    Danny: No, a Melissa.
    Steve: Sono confuso!
    Danny: I messaggi capisci? Mi ha chiesto che stava succedendo e ho detto che si trattava di lavoro.
    Steve: Perché hai mentito?
    Danny: Perché ho dei problemi con la mia ex moglie, non voglio che si spaventi pensando che c'è un problema con la ex moglie pazza e mi lasci. Capito?
    Steve: Aspetta, aspetta, io ricordo benissimo che Melissa ha avuto problemi con il suo ex e tu sei stato comprensivo.
    Danny: Sì, l'ho presa molto bene, non è vero?
    Steve: Mi prendi in giro? Quell'uomo ti ha accoltellato. Sei quasi morto quindi sì, l'hai presa bene! Sai che devi fare? Ascolta. Chiama Rachel, non sarà niente. Chiama Melissa, sii sincero.
    Danny: Come terapeuta sei fantastico!
  • Danny: Allora, andrai con qualcuno al matrimonio?
    Steve: No, no, cioè non ci ho neanche pensato.
    Danny: Ah! Ma così sarai seduto al tavolo dei single con Kamekhona, Jerry e Flippa.
    Steve: Starò bene!
    Danny: Ma soffrirai la fame! Perché non porti Ellie?
    Steve: No, no, Ellie è una mia amica, non voglio rovinare tutto chiedendole di venire a un matrimonio, capito?
    Danny: Sì, sì, sì, hai ragione. Sai Melissa ha un'amica.
    Steve: No! No.
    Danny: È molto carina.
    Steve: No!
    Danny: Perché?
    Steve: No, perché no!
    Danny: Dovrai andare avanti prima o poi, è passato un anno!
    Steve: Io sono stato tanto con Catherine. Ok? Va alla grande, al momento sto bene, non sono pronto a buttarmi in un'altra storia, apprezzo la proposta, la apprezzo, ok?
    Danny: Era solo una domanda!
    Steve: Bene.
    Danny: Posso farti mandare una foto? [Steve fa un gesto con il braccio] Cos'è? Cos'era?
    Steve: È un muro del silenzio! Ho eretto un muro del silenzio!
    Danny: Oh, sarebbe questo? Così smetto di parlare?
    Steve: Così cambi argomento, zitto non ci sai stare!
    Danny: Quindi è un no per la foto. È solo una foto! [Steve fa ancora il gesto del muro] Ti comporti come un bambino!

Episodio 25, Il matrimonio[modifica]

  • Max: Comandante McGarrett, Detective Williams, salve. Ho la prova dello smoking quindi sarò breve.
    Danny: Oh, che hai scelto, blu carta da zucchero? Cangiante?
    Max: Anche se sono scelte valide, verrò alle nozze con un vestito più tradizionale.
    Danny: Verde pisello?
    Max: A differenza tua Detective non ho insicurezze quando si tratti di colore.
    Danny: Insicurezze?
    Steve: Sì, odi i colori!
    Danny: Odio i colori? Non odio i colori, mi piacciono!
  • Lou: Ho sentito il Dipartimento della Difesa. Chi ha teso l'agguato ha usato due veicoli e un cavo d'acciaio per tagliare in due il convoglio militare. Delle sei tesate W80, sono state ritrovate solo cinque.
    Kono: Oh, buone notizie, dobbiamo preoccuparci solo di una!
    Danny: Solo? Ne volevi di più?
  • Danny: Allora? Quanto resta?
    Steve: Noi...non ne abbiamo parlato.
    Danny: Ah ah. La sua valigia è grande o piccola?
    Steve: Be', media!
    Danny: Media...sta da te o sta in hotel mentre è qui?
    Steve: Non ne abbiamo ancora parlato! Altre domande?
    Danny: Senti, io adoro Catherine, mi piace, ok? Però...non sono soddisfatto di come ha lasciato le cose. E ora torna, senza neanche avvisare...credo che adesso per te sarebbe bene scoprire che piani hai, in modo che non ti spezzi il cuore un'altra volta.
    Steve: Lei non mi ha spezzato il cuore Danny. Ha solo fatto quello che riteneva giusto.
    Danny: Certo. Lasciarti per...per degli estranei!
    Steve: Ha aiutato persone bisognose ma come ho sempre detto non mi aspetto che tu capisca.
    Danny: Ehm, io non aiuto i bisognosi? È quello che faccio per vivere ma non abbandono la mia famiglia per farlo!
    Steve: Ora stai veramente esagerando!
    Danny: Davvero? Potrei dire qualcosa di peggiore ma non voglio ferirti!
    Steve: Ehi, un secondo! Ho avuto un'idea, parliamo della tua relazione. Non hai mentito alla tua ragazza? Eh? Quando pensi di parlarle?
    Danny: Wow! Be', credo che le parlerò quando sarà il momento gusto!
    Steve: Ecco qua! Anche io farò così, parlerò a Catherine al momento giusto!
    Danny: Ok.
  • [È il giorno del matrimonio di Kono e arriva Catherine]
    Steve: Wow!
    Catherine: Quindi ti piace.
    Danny: Sì, no, no, credo che...il mio amico scimmione volesse dire che sei fantastica, vero?
    Steve: Wow.
    Danny: L'ha ridetto. Vi lascio parlare, forse riuscirà a dire qualcosa con più di una sillaba.
  • Danny: Be', la buona notizia è che morire è meglio che guardare la tua testa calva per tutta la vita.
    Steve: Di che stai parlando?
    Danny: Qui c'è un'arma nucleare, ok? Ecco di che sto parlando! Se non moriamo e c'è un se gigante, diventerò un microonde, cuocerò le uova con un dito, ok?
    Steve: Non morirà nessuno Danny!
    Danny: Davvero? Ma guarda, il dottor stranamore è tornato! Non avevi detto che le radiazioni residue ma il contatto diretto invece lo è?
    Steve: No! Non ho detto così!
    Danny: Me lo hai fatto capire!
    Steve: Ascoltami un momento ok? Ascoltami! Ok? Un figlio è una cosa Danny ma due figli sono tutt'altra cosa! E ricordi? Hai due figli adesso! Hai due figli adesso. E uno di loro ha bisogno che tu faccia qualcosa per lui, no? Quindi tu oggi non morirai! Anche se la mia vita migliorerebbe!
  • Danny: Ho l'accompagnatrice più carina!
    Grace: Non vedo l'ora di sposarmi!
    Danny: Non dirlo mai più! Siediti.

Altri progetti[modifica]