Hawaii Five-0

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Hawaii Five-0

Serie Tv

Immagine Hawaii Five-0 2010 logo.svg.
Paese Stati Uniti d'America
Anno 2010 - in corso
Genere poliziesco, azione
Ideatore Leonard Freeman
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Hawaii Five-0, serie televisiva statunitense trasmessa dal 2010.

Indice

Stagione 1[modifica]

Episodio 1, Ritorno sull'isola[modifica]

  • Steve: [Vedendo una foto, in casa di Danny, di una bambina] È tua figlia?
    Danny: Sì! Ottimo lavoro Detective!
    Steve: Non lascerai davvero...che stia qui con te!
    Danny: Chi saresti tu, S.O.S Tata?
  • Danny: Ehi, ehi, ehi...Doren ha il grilletto facile, non dovremmo entrate senza rinforzi!
    Steve: Sei tu i rinforzi!
    Danny: Sono io i rinforzi...lo odio, lo odio a morte!
  • [Vedono per la prima volta Kono, la cugina di Chin]
    Danny: Quella è tua cugina?
    Chin: Scegli con cura la prossima frase...tutti e due!
    Danny: Ha molto talento!

Episodio 2, Famiglia[modifica]

  • John: Quando aveva 5 anni chiesi a mio figlio Steve che cosa volesse fare da grande.
    Steve: Voglio fare il poliziotto papà, come te!
  • [Steve tiene per le gambe un uomo in bilico da un cornicione]
    Danny: Ehi, stammi a sentire, stammi a sentire... se il sospetto muore, non avrà più la capacità di parlare, ergo, non ci servirà più a niente!
    Steve: [Parlando con l'uomo che tiene] A chi importa se ti lascio? Hai appena ucciso due persone, bastardo! Farò un favore al mondo intero!
    Danny: Stai esagerando!
    Chin: Signorine... potete smetterla ora, c'è una corrispondenza nella banca dati internazionale!
    Steve: [Guardando Danny] Ergo?
    Danny: Io e te dobbiamo fare una bella chiacchierata, è chiaro?

Episodio 3, Bande rivali[modifica]

  • Danny: Stavo pensando..dovresti dare a Chin un paio di giorni di riposo!
    Steve: La famiglia di Chin lavora nella polizia e quando Chin ha perso il distintivo ha perso anche la famiglia. Se vuole portare un distintivo deve affrontare queste situazioni!
    Danny: Non ti prendevano in braccio da piccolo è...
    Steve: Voglio insegnargli a essere forte...
    Danny: Ah!
    Steve: E per la cronaca, mi prendevano in braccio, ok? Ho delle foto, se vuoi le prove!
    Danny: Photoshop!
  • Danny: Posso fare una domanda? Che ci fa un quarterback con il numero 50?
    Steve: No, è Five-0...
    Danny: Cinquanta...
    Steve: No, non è cinquanta è Five-0... mio padre chiamava così la nostra famiglia perché non eravamo delle Hawaii e ci aveva soprannominato i Five-0, perché le Hawaii sono il cinquantesimo stato dell'Unione, ed era un modo per darci un senso di appartenenza!
    Kono: Mh... mi piace! [Intendendo che le piace il nome per la squadra] Five-0!

Episodio 4, L'evaso[modifica]

  • [Danny è dal dottore per farsi vedere il ginocchio che gli fa male]
    Dottore: Come ha detto che si è fatto male?
    Danny: Be', la prima volta giocando a baseball al liceo ma... era tanto che non mi dava fastidio.
    Dottore: Non ha subito nessun trauma negli ultimi tempi, ne è sicuro?
    Danny: Sì! Ora ho un nuovo partner!
    Dottore: Io mi riferivo a un trauma di tipo fisico.
    Danny: No, questo tizio è un vero trauma fisico, dottore! Dieci minuti dopo averlo incontrato mi hanno sparato e sono finito di schiena in una vetrata, capisce... qualche ora dopo sale alla guida di un auto, non sto scherzando, fino sul ponte di una nave cargo cinese... e io ero lì dentro, nell'auto, non nella nave!
    Dottore: È salito con un auto su un ponte di una nave?
    Danny: Sì, è un animale!
  • [Steve e Danny si trovano in una prigione per seguire un caso e vengono sfidati a basket]
    Danny: Senti Steve, guarda che quando l'avversario mette la palla nel canestro non va bene!
    Steve: Danno, chiudi quella bocca!
    Danny: Per favore la pianti di chiamarmi Danno?
    Detenuto: Ma da quant'è che siete sposati?
  • Chin: Le hai fatto usare un satellite militare e poi le hai chiesto un appuntamento?
    Steve: Ottimizzo il tempo!
    Chin: I miei complimenti!

Episodio 5, Scomparse[modifica]

  • Danny: Hai qualcosa di diverso oggi. Un nuovo taglio di capelli?
    Steve: No!
    Danny: Pantaloni nuovi? [Steve fa un accenno di sorriso] E quello cos'era?
    Steve: Cosa?
    Danny: Mi sa che hai appena fatto un sorriso! Questa mattina sembri quasi allegro...
    Steve: Perché non sono mai allegro?
    Danny: Be', forse ogni tanto ti capita, quando le riviste di armi da fuoco danno il catalogo di Natale o se c'è una replica di Rambo in tv!

Episodio 6, Figlio[modifica]

  • [Steve e Danny stanno facendo un inseguimento con la macchina]
    Danny: Ricordati che ho una figlia!
    Steve: Fidati, conosco la strada!
    Danny: Questa non è una strada; le strade sono di asfalto e hanno due corsie, questa è terra su un precipizio e ci sono i tornanti!
    Steve: Paura?
    Danny: Non ho paura, sono razionalmente preoccupato!

Episodio 7, Compagni d'armi[modifica]

  • [Parlano al telefono]
    Danny: Steve! Hai già trovato Gramm?
    Steve: Sì, riesco a vederlo perfettamente! È armato e ha sette ostaggi, mi sembra molto agitato!
    Danny: Perché, la maggior parte dei sequestratori sono calmi e composti?
    [...] Ehi, già che sei al telefono, abbiamo trovato una cosa, un manoscritto era nascosto, è in russo e la chiave di una cassetta di sicurezza. Se scopriamo la banca potremmo vedere il contenuto.
    Steve: Bene, stai facendo progressi!
    Danny: Già! Senti la mia mancanza, vero?
    Steve: Oh sì, vorrei tanto che tu fossi qui, ma non sai nuotare!
    Danny: Come non so nuotare, io so nuotare... benissimo, ma ho scelto di non farlo!
    Steve: Sì sì...
    Nostromo: [Avendo ascoltato tutta la conversazione] Sta parlando con sua moglie?
    Steve: No, con il mio partner!

Episodio 8, Fede[modifica]

  • Danny: Senti, solo una domanda, se si mette male, tu quale gorilla vuoi?
    Steve: Vediamo, prendo quello brutto!
    Danny: Bene, sono brutti entrambi!
  • Uomo: È proprio un peccato, ormai mi ero abituato ad essere vivo... perché lo sapete che Ochoa ci farà fuori!
    Danny: Devi chiudere il becco, tu! Ok? O ti rimetto sul cofano e senza corde...
    Uomo: È meglio del piano che avete in mente, almeno avrei delle possibilità di sopravvivere...
  • Steve: Senti, lo so che ci tieni a ricordarmi che non sono un poliziotto, ma ne so abbastanza per capire che non c'è fumo senza arrosto.
    Danny: Cioè perché non c'è fumo? E facciamo un epitaffio, non c'è fumo senza arrosto. Vostro Onore, è colpevole. Perché? Non c'è fumo!

Episodio 9, Un amico[modifica]

  • Steve: Che cos'è?
    Danny: Che cosa?
    Steve: Quella!
    Danny: È una foto di Grace!
    Steve: No, non quella... questa!
    Danny: Ah, è un aiuto visivo... mi ricorda un posto migliore!
    Steve: Aiuto visivo? Danny questa è una cartolina del New Jersey...
    Danny: So esattamente che cos'è, l'ho comprata! Bene, vuoi che lo dica? Non ho paura di dirlo, mi manca casa, ho un pò di nostalgia.
    Steve: Va bene, mi sembra normale...
    Danny: Vorrei la mia steak house, la mia pizzeria, il mio ristorante...
    Steve: Ti accorgi che la tua vita, ruota attorno al cibo?
    Danny: Ti accorgi che la tua vita ruota attorno ai conflitti armati?
  • Insomma è possibile che non riesci a stare un pò calmo? Sono stato stato via per due ore e hai fatto due irruzioni! Che piano hai per pranzo? (Danny) [a Steve]
  • [Dopo aver scoperto che un suo amico del passato era un assassino]
    Steve: Dovevo capirlo!
    Danny: No, no... come facevi a capirlo.
    Steve: Tu, hai capito?
    Danny: No, io avevo dei sospetti, è molto diverso, anche il mio punto di vista era diverso! Taylor era tuo amico, se ne è approfittato. Questa è...una notizia meravigliosa, insomma, sei un essere umano! È una bella notizia, non ne avevo idea!
    Steve: Bè...hai un buon istinto partner. Ti offro una birra?
    Danny: Magari! Ce l'hai il portafogli? Perché l'ultima volta che mi volevi offrire da bere eri senza portafogli e mi hai fregato! Non hai il portafogli, vero?
    Steve: Te l'ho detto che hai un buon istinto, no?

Episodio 11, Paradiso[modifica]

  • Danny: Ehi, ehi, ehi... no! Che diavolo fai?
    Steve: Cerco di aprirla... è una porta no?
    Danny: Primo, non apri una porta se non hai un mandato, è chiaro?
    Steve: E secondo?
    Danny: Secondo, sarà chiusa a chiave!
    Steve: Sì, è chiusa!
    Danny: Però, potrei aver sentito un... un grido soffocato tipo "aiutatemi", venire da qui dentro, il che ci da un motivo plausibile per entrare nella stanza!
    Steve: Sarebbe negligente non prestare aiuto a quella persona... ha gridato, quindi!
    Danny: Sono d'accordo... [Steve sfonda la porta con un calcio] Oh, oh, oh... ma che cavolo fai?
    Steve: Motivo plausibile e si era detto di entrare!
    Danny: Si era... bastava prendere la chiave dal direttore! Specie di Neanderthal!
  • Il killer degli sposini... bisognerebbe dirgli che basta il matrimonio perché si ammazzino a vicenda! (Danny)

Episodio 13, La verità[modifica]

  • [Dopo che Steve è entrato in un un locale, salendo le scale con una moto]
    Ho il numero di uno psichiatra e vorrei proprio dartelo! Puoi fare i gradini come un umano? (Danny)

Episodio 15, Tsunami[modifica]

  • Danny: Allora, fammi capire, perché invece di aiutare ad evacuare migliaia di persone, cerchiamo una sola persona scomparsa?
    Steve: Perché, Danny, il Dottor Russel è l'unico in grado di garantire la sicurezza di quelle migliaia di persone!
    Danny: Bene, mi sembra giusto!

Episodio 17, Pirati[modifica]

  • Danny: Ripeto, così vediamo se ho capito... le vittime sono state uccise in momenti diversi?
    Chin: A 24 ore di distanza!
    Danny: Allora ci sono due possibilità: o Max si sbaglia di brutto, o abbiamo a che fare con un pirata zombie!
    Steve: È possibile!
  • [Dopo che Steve ha fatto saltare una porta con una granata]
    Sei pazzo?!? Che cos'hai nel cervello, hai bisogno di cure! Te le pago io! (Danny)

Episodio 19, Buoni e cattivi[modifica]

  • [Riferito a Steve]
    Tu sei proprio un divoratore di sogni, sai che cosa intendo, te li mangi. Sei un Pacman con i pantaloni cargo. (Danny)

Episoio 20, La promessa[modifica]

  • [Steve e Danny sono andati a fare un'escursione]
    Danny: Questa non è una camminata, Steve! Tuo padre ti portava qui da bambino?
    Steve: Ogni anno.
    Danny: Questo spiega parecchie cose.
    Steve: Potrai portarci Grace, quando sarà più grande.
    Danny: Peccato che a Grace piaccia fare manicure e pedicure, ok? Non le interessano dei vecchi graffiti sulle rocce, se la portassi qui sarebbe, maltrattamento infantile!
    Steve: Si chiamano petroglifi, Danny, petroglifi!
    Danny: È un nome sofisticato, per dei graffiti incisi sulle rocce.
    Steve: Sai a che penso? Alla prima volta che sono arrivato per primo in cima...e ho battuto mio padre.
    Danny: Col dovuto rispetto, non è meglio una bella partita di baseball??
    Steve: Non andavo alle partite di baseball.
    Danny: Questo non mi sorprende, affatto! Insomma...lascia perdere...a ognuno il suo, noi avevamo gli Yankees, tu e il tuo vecchio avevate, che ne so, gli addestramenti di demolizione subacquea! Ahahah!
  • Steve: Non ti prendo per le chiappe, se cadi!
    Danny: Per favore, non toccarmi se cado, ok?

Episodio 21, Conchiglie[modifica]

  • [Riferendosi a Kono che si è arrampicata su un albero per prendere una telecamera]
    Hai distrutto una proprietà del Governo. Frequenti troppo McGarrett! (Danny)
  • Danny: Ti prego non farlo.
    Steve: Che cosa?
    Danny: Non mettere tutte e due le mani sul volante, quando lo fai succedono cose terribili e devo pregare.
    Steve: Ora pensa solamente a tenerti.

Episodio 23, Di nuovo insieme[modifica]

  • Steve: Come ti senti?
    Danny: Non lo so, mi fa male tutto, mi sento la testa che scoppia come dopo una brutta sbronza.
    Grace: Che cos'è una sbronza?
    Danny: È un...lo capirai, lo capirai quando che sò, 35 anni?
    Steve: 35, 36...16!
    Danny: 40 anni!
  • Steve: Tu e Rachel, da quant'è che va avanti?
    Danny: Bè, da un pò!
    Steve: Pensavi di dirmelo, oppure...
    Danny: Pensavo...ahah, lo sai, noi siamo diventati grandi amici...
    Steve: Hai detto che siamo diventati grandi amici?
    Danny: Sì, sì...
    Steve: E dovevi quasi lasciarci le penne per diventare così coccoloso, con me?
    Danny: Vieni qui...
    Steve: Ora vuoi abbracciarmi? [E si abbracciano]

Episodio 24, Lealtà[modifica]

  • [Kono viene portata via per la questione dei soldi rubati per salvare Chin]
    Danny: Oh, cavolo.
    Jenna: Kono ha fatto quel furto?
    Danny: No, l'hanno fatto i Five-0!
    Jenna: Dici sul serio?
    Danny: Non avevamo scelta...dovevamo pagare un riscatto, oppure avrebbero ucciso Chin. Così McGarrett e Kono sono entrati nel deposito dal tunnel fognario...
    Jenna: Follia pura!
    Danny: Capisci che vita faccio!?
    Jenna: Sì e mi piace!

Stagione 2[modifica]

Episodio 1, Prova d'innocenza[modifica]

  • [Steve evade di prigione, è ferito e va a casa di Max]
    Max: Comandante McGarrett...comandante McGarrett...mi sente?
    Steve: Max, adesso che mi hai ricucito potresti chiamarmi Steve.
    Max: Oh, bè, grazie...Steve.
    Steve: Scusa se mi sono intrufolato qui...non sapevo dove altro andare.
    Max: Non ti devi scusare, anzi, sono molto onorato che ti sia sentito sicuro a venire qui. Comunque sarei molto curioso di sapere come ti sei procurato quella brutta ferita...immagino che sia stato un pezzo di metallo e forse non sterilizzato e molto affilato.
    Steve: Mi hanno aggredito in prigione, Max...
    Max: Allora, dunque...non ti sei procurato l'uniforme da poliziotto in un modo legale...
    Steve: Non guardi i notiziari, vero?
    Max: Cerco di non farlo, mi fanno paura!
  • [Danny e Chin entrano a casa di Max perché ha detto a loro che Steve si trovava lì]
    Danny: Che cosa ti dice il cervello, è? Che cavolo combini, evadi di prigione? Fai fuori un agente? Sei diventato matto?
    Steve: Buono, perché stai urlando!
    Danny: Io no sto urlando!
    Max: In verità, il tono di voce utilizzato era un pò alto...
    Danny: Ehi, zitto, Kermit, ok? Sei impazzito? [rivolgendosi a Steve]
    Steve: Che potevo fare, Danny?
    Danny: Che cosa potevi fare? Non dire cavolate!
    Chin: Ehi, ehi, shsh...Stai bene?
    Steve: Grazie del pensiero Chin, sì sto bene!

Episodio 2, Madri[modifica]

  • [Il Governatore ha appena inserito una nuova agente nella Five-0, Lori]
    Chin: Ehi, com'è la nuova assunta?
    Danny: È carina! Molto carina.
    Steve: Sì, carina.
    Danny: Era nella sicurezza nazionale.
    Chin: Può farci comodo!
    Danny: Sì, se resiste...
    Chin: Se resiste a che cosa?
    Danny: Bè, vediamo come starà quando avrà finito l'addestramento col pazzo furioso!
    Steve: Cosa vorresti dire?
    Danny: Evitiamo che quella poveretta sia fatta saltare per aria, sia rapito o uccisa il suo primo giorno, tutto qui! Puoi farcela Steven?
    Steve: Non posso garantirlo!

Episodio 7, Ossa sacre[modifica]

  • Steve: Chin, che mi dici?
    Chin: Le ricerche nell'area circostante non hanno portato a niente.
    Danny: Mh, ok, non vorrei sembrare banale, ma secondo me sarebbe meglio andare a guardare dove sta la mano.
    Chin: Sì, ma dobbiamo aspettare il prete.
    Danny: Perché?
    Kono: Perché questo è un Heiau, un antico tempio hawaiiano, aspettiamo il Kau che ci benedica e il premesso degli spiriti, per entrare.
    Danny: Ah, ok, voglio ricapitolare il tutto per vedere se ho capito. C'è una scena del crimine laggiù e delle possibili prove che potrebbero deteriorarsi, ma dobbiamo aspettare un prete che ci dica se il fantasma magico ci da il permesso di entrare!
    Kono: Ahah!
    Lori: È la loro cultura Danny, devi rispettarla.
    Danny: Ah, questo è un pensiero molto nobile, Wonderwoman, ma, gli spiriti faranno un'eccezione per farci catturare un assassino.
    Chin: Ma dai, hai già messo i guanti? Stai facendo uno sbaglio.
    Danny: Bè, io voglio correre il rischio. [Entra nel posto sacro] Oh, attenzione, ho trovato un antico manufatto hawaiiano...[Tira su una telecamera] guardate, eh? Potrebbe aver ripreso l'assassino. Ah, lo spirito maligno viene a maledirmi adesso o dopo?
    [ Dopo essere tornati al parcheggio, scoprono il vetro della macchina di Danny sfondato da un sasso, e Steve vorrebbe dire qualcosa]
    Danny: Non farlo.
    Steve: Avresti dovuto aspettare il prete.

Episodio 8, Guarigione[modifica]

  • [Steve entra silenziosamente in casa di Danny]
    Danny: Sarei stato più colpito dalle tue capacità di ninja se A la porta fosse stata chiusa a chiave e B, non mi avessi chiesto il numero della stanza!
    Steve: Scusa se t'ho deluso, la prossima volta entrerò dalla finestra, no, un momento non ci sono finestre qui!
  • [Devono partire per andare ad aiutare Steve nella Corea del Nord]
    Danny: Perché questi materiali medici?
    Joe: Non possiamo partire in missione umanitaria per vaccinare i contadini sud coreani senza i materiali adeguati.
    Danny: Ah, certo missione umanitaria, giusto.
    Joe: Avremmo potuto dire di essere una band inviata per intrattenere i soldati, quindi a meno che tu non suoni il basso...

Episodio 12, Crudeli speculazioni[modifica]

  • Steve: Qual è la situazione Kono?
    Kono: Dei ragazzi sono entrati in quel bunker per controllare un tunnel...
    Steve: Ah.
    Kono: E hanno trovato un cadavere.
    Danny: Il baseball non va più di moda, eh? [...] Ecco il buco.
    Chin: Ce ne saranno centinai di questi tunnel inesplorati.
    Danny: Ci sarà un motivo se sono inesplorati.
    Max: [Sbucando dl nulla] In realtà, sono stati esplorati, ma non è segnalato dal Club di Speleologia Paradiso Sotterraneo, del quale sono membro fondatore e tesoriere!
    Danny: Grazie Capitan Caveman!
    Chin: È profondo.
    Max: Stimo che sia profondo circa 30 metri.
    Danny: 30 metri? Allora questo è un lavoro per...un Navy Seal!!

Episodio 13, L'imbroglio[modifica]

  • Lori: Dobbiamo controllare questo ragazzo.
    Steve: E dai, a quale padre piace il fidanzatino delle superiori della figlia!
    Lori: Ma che dici, mio padre lo adorava!
    Steve: Non ci credo.
    Lori: Anche mia madre, era fantastico.
    Steve: Un eunuco?

Episodio 16, La resa dei conti[modifica]

  • [Sono tutti ad una festa di beneficenza]
    Steve: Wow, guarda un pò chi si fa avanti per, salvare l'ambiente!
    Danny: Questo è il colpo del secolo, intera stagione, tribuna centrale a metà prezzo? Ci sto!
    Catherine: Ti piace il football?
    Steve: Non gli piace affatto!
    Danny: Scusa, scusa...
    Steve: Sì?
    Danny: A, io adoro il football, B, la divisa dei Warriors mi ricorda i miei adorati Jets e C, dobbiamo fare beneficenza, no?
    Steve: Esatto ed è bello vederti così motivato, scusa un secondo...
    Danny: Che fai?
    Steve: Faccio... beneficenza, no?
    Danny: Perché devi fare così? Sei troppo competitivo, lo sai? Hai dei problemi.
    Catherine: Ha ragione!
    Steve: Problemi? Ma che cosa vorrebbe dire che sono troppo competitivo?
    Danny: Non permetti agli altri di essere felice, pretendi di averla sempre vinta tu, sai come si chiamano quelli come te?
    Steve: Certo! Si chiamano vincenti, Danny!
    Danny: Sbagliato! Prepotenti, tu sei un prepotente, amico mio.
    Steve: Che fai? [vedendo che Danny ha rilanciato l'offerta] Scusa, un dollaro? Hai rilanciato di un dollaro? Ha rilanciato di un dollaro! Siamo al Il prezzo è giusto?
    Kono: Avete fatto un'offerta?
    Catherine: È meglio evitare l'argomento!
    [...]
    Steve: E tu Chin, hai fatto un'offerta?
    Chin: Sì, certo! Vincerò una lezione di ukulele con Shake Shimabukuro, forte vero?
    [Intanto Lori rilancia sui biglietti per l'intera stagione dei Warriors]
    Kono: Sì, forte. Ma sarebbe ancora meglio vincere quel romantico weekend per due a Kuai.
    Danny: Perché sarebbe meglio?
    Kono: Bè, perché, si è appena sposato e fra poco è San Valentino...ma forse hai già un regalo per Malya?
    Chin: Per tua informazione Malya è all'antica, apprezza molto i fiori e gli cioccolatini.
    Kono: Oh, certo, nulla dice "Ti amo" come i dolci del supermercato, dimenticavo!
    Catherine: Sempre meglio di chi non se lo ricorda affatto!
    Steve: Mi stai dicendo che ti vanno bene gli cioccolatini, giusto?
    Catherine: Certo...!
    Danny: Mi è venuta l'ansia, devo trovare qualcosa per Gabby!

Episodio 17, Il difensore[modifica]

  • [Danny ha appena mentito a Gabby sul fatto che non è potuto andare al museo con Grace]
    Steve: Che cosa hai combinato?
    Danny: Che cosa, ho combinato?!
    Steve: Grace stava bene lo scorso weekend.
    Danny: Mi stai dando del bugiardo, per caso?
    Steve: Sì! Fai una cosa quando menti.
    Danny: Faccio una cosa? Che cosa faccio?
    Steve: La stai facendo.
    Danny: Vuoi dire stare qui seduto a parlare con te?
    Steve: No, tu socchiudi gli occhi!
    Danny: Oh, socchiudo gli occhi?! Peccato che io abbia il sole che mi sbatte dritto in faccia tutto il tempo...
    Steve: Sì...
    Danny: ...dove sono nato c'è un'interruzione a questa tortura, si chiama nubi, nuvole, qui non ce ne sono molte, come vedi!
    Steve: Ah, giusto...stai evitando il discorso?
    Danny: Non sto evitando niente.
    Steve: So che Grace non era malata perché voi siete andati allo zoo, ricordi che me ne hai parlato?
    Danny: Sì...
    Steve: Perché hai mentito? Tu, tu, non sei obbligato a dirmelo, se non ne hai voglia!
    Danny: Ok, ho capito, chiudi il becco per favore? Ok, non era una cosa premeditata, mi ha colto di sorpresa. Voglio essere sicuro che le cose vadano bene, tra me e Gabby, prima di presentarla a mia figlia, perché non riesci a capirlo?
    Steve: Sì, sì, sì...succederà quando Grace avrà 30 anni? Vi frequentate da tre mesi, non è ora che gliela presenti?
    Danny: Tre mesi non sono tanti.
    Steve: Tre mesi sono una vita per una bambina! Non vuoi che Grace veda che sei appagato una volta tanto?
    Danny: Ehi, sono appagato!
    Steve: Non sei appagato!
    Danny: Lo sono quando non sto con te!
    Steve: È un'altra balla, ma se mi adori!
  • Duke: Che vuole fare? [Guardando Steve]
    Danny: Sicuramente qualcosa di folle! [...] Sei davvero bravo! Chi ci avrebbe pensato, gas lacrimogeno dal, dal lucernario, oh, sì, sì, tu!
    Steve: O questo oppure cucinare una delle tue frittate, Danny, dico bene? [Riferendosi all'inizio che Danny aveva bruciato la frittata riempendo di fumo tutta la casa di Steve]

Episodio 18, L'eredità[modifica]

  • Danny: Senti, potresti rallentare, non sappiamo che strada hanno preso.
    Steve: Questa è l'unica strada per uscire dal porto.
    Danny: Piano, per favore, piano, SpeedRacer, è!
    Max: È stata progettata per essere guidata in questo modo.
    Danny: Così non mi aiuti, piantala!
    Max: Sono il responsabile di quel cadavere, quindi a tutto gas!
    [Danny risponde al telefono]
    Danny: Kono, non è un buon momento, stai interrompendo un suicido in diretta!
  • Steve: Fatemi capire bene, voi avete rubato il cadavere perché siete grandi fan di Bobby Reins, giusto?
    Ragazzo1: Non fan...
    Ragazzo2: ...seguaci, bello!
    Steve: Bello?
    Ragazzo2: ...signore!
    Steve: Già! Esattamente dove pensavate di portare quel corpo?
    Ragazzo1: Volevamo portarlo a Big Island!
    Ragazzo2: E gettarlo nel vulcano Kilauea!
    Danny: Quindi, volevate portarlo su un aereo di linea. Tipo Weekend con il morto? ...ok, questa è senza dubbio la cosa più stupida che abbia mai sentito in vita mia!
  • Steve: Quindi ha comprato le armi senza motivo?
    Danny: Bè, magari era solo...un padre preoccupato per la sua debole, indifesa e innocente bambina...senti non guardarmi così, ok? Io sarei molto contento se sapessi che Grace ha una pistola sempre a portata di mano, perché ci sono dei tipi poco raccomandabili, da queste parti.
    Steve: Perché non mi dici che è successo all'Hilton.
    Danny: Non è successo niente.
    Steve: Lo vedo che sei nervoso, si vede.
    Danny: Sei uno psicologo, per caso?
    Steve: Già! Puoi anche sederti dietro se vuoi, ah, se sei più comodo sdraiati pure, altrimenti puoi rimanere lì dove sei, ma sappi che io continuerò a chiedertelo, quindi...fa un pò tu!
    Danny: Ok, Sigmund, vuoi sapere cosa mi preoccupa?
    Steve: È la tu seduta.
    Danny: D'accordo, te lo dico. In piscina c'era un ragazzino molto, molto subdolo, subdolo, davvero!
    Steve: Ok...
    Danny: Ma intendo veramente viscido, sai...e avresti dovuto vedere Grace, sorrideva come una scolaretta ogni volta che quello apriva bocca.
    Steve: Eh, Grace, è una scolaretta!
    Danny: E quello era un molestatore, è chiaro? Un molestatore, è il tipico esempio..
    Steve: Tipico?
    Danny: L'ha chiamata 5 volte in tre giorni.
    Steve: Come lo sai?
    Danny: Le ho controllato il cellulare!
    Steve: Glielo hai controllato?
    Danny: Sì!
    Steve: E il molestatore quanti anni ha, 10, ha dieci anni, più o meno?
    Danny: Anche Ted Bundy ne ha avuti 10!
  • Tony: Questi braccialetti [riferendosi alle manette] sono necessari? Forza sapete che sono un poliziotto.
    Danny: Sei un ex poliziotto, quindi sta zitto. Sulla barca di Reins ci sono le tue impronte.
    Tony: È ovvio che ci sono, ce ne erano tante, vero maschione? [guardando Danny]
    Steve: Maschione?
    Danny: Carino. Sono il Detective Danny Williams.
    Tony: Se voi avete trovato quelle impronte sulla barca, Detective, è perché sono il padrino di sua figlia, Bobby era il mio migliore amico. Bevevo una birra con lui una volta alla settimana, sempre su quella barca! Oh, a proposito di birra, se guardi, ce n'è una proprio lì, ti dispiace prendermela? [guardando Danny, che guarda Steve] Comunicate telepaticamente? Non ho sentito la risposta! [Danny indica la birra] Per favore.
    [Danny prende la birra e la svuota in un secchio]
    Tony: Come hai detto che ti chiami?
    Danny: Sempre Detective Danny Williams.
    Tony: Bè, Danny...sei un povero idiota!
    Danny: Ok!
    Tony: Un idiota!
    Steve: Va bene! Sentite...come hai conosciuto Reins, eravate a New York?
    Tony: Sì, ho fatto un lavoro per lui a New York, e qualche lavoro anche qui.
    Danny: Che tipo di lavoro?
    Tony: È lavoro, cose...sai quando vai in pensione...cose qualsiasi!
    Steve: Credi che anche io sia un idiota?
    Tony: Esatto. [Danny se la ride] Sicurezza, mi occupavo di sicurezza, va bene? Insomma Bobby era una calamita per i pazzi, giusto? Quindi sicurezza.
    Danny: Ok, non so se sbaglio, ma a me sembra una bella coincidenza che tu abbia lavorato negli artificieri e lui, sia, sia rimasto ucciso proprio da una bomba...
    Tony: Coincidenza? Mi hai beccato biondino, mi hai beccato! Ora ti racconto la storia, ecco come è andata. Io mi trasferisco qui, fingendo di andare in pensione, ma visto che sono un buon poliziotto, so che anche quel tizio si trasferirà qui, prima o poi. Così una notte raggiungo la sua barca e dato che so come costruirla, nascondo all'interno una bomba molto potente, quindi lascio le mie impronte su tutta la barca, giusto per confondervi le idee...è davvero un delitto perfetto, indubbiamente, ma in campo due Sherlock Holmes come voi, è davvero una brillante, brillante indagine!
    Danny: Molto...molto carina sul serio, ma ci stai facendo perdere tempo.
    [Steve sente uno strano rumore e trova un uomo legato e imbavagliato]
    Danny: E questo?
    Steve: Ci vuoi spiegare?
    Tony: Un'esca!
    Steve: No, no, no, prova ancora!
    Tony: Il mio sospettato.
    Danny: Sospettato? Tu non hai nessun sospettato!
    Tony: Che vuoi dire?
    Sospettato: È pazzo, allontanatelo da me!
    Tony: Stavi con i pesci morti, non mi avvicino, sta tranquillo!
    [Steve libera l'uomo]
    Tony: Ma che cosa stai facendo?
    Steve: Vattene!
    Tony: Quello è un sospettato!
    Steve: Forza!
    Tony: Deve stare in galera! [e lo aggredisce]
    Danny: Sta fermo, piantala!
    Tony: Deve finire in cella chiaro?
    Danny: D'accordo, va bene, gli daremo un posto vicino a te, un bel letto a castello, ok? ...mi dici una cosa?
    Tony: Sì, dai!
    Danny: Le scarpe?
    Tony: Siamo alle Hawaii, cosa ci dovrei fare?
    Steve: Per la prigione! Senza non ci puoi andare!
    Tony: Ah, quindi ti preoccupi per la mia igiene, sei davvero gentile! Molto dolce!
  • Steve: Chin e Kono ci hanno preparato una lista di importatori, grossisti e venditori di materiali pirotecnici, ci dobbiamo andare a parlare subito!
    Danny: Ok!
    Tony: Fermo, fermo, fermo, aspetta un attimo. Scusa lasciami capire, Mr. Magoo. Tu adesso vuoi andare con la tua squadra speciale a chiedere delle persone se hanno venduto illegalmente fuochi d'artificio a un folle che voleva uccidere Reins, davvero acuto! Già li vedo a mettersi in fila per confessare! Mi inchino davanti alla tua abilità di Detective.
    Danny: Per favore, sta zitto, quello che faremo dopo averti scaricato in galera, sono solo affari nostri. Sono stato chiaro?
    Tony: Senti, ti prego, Dick Tracy fermati, perché tu e io sappiamo che è una totale perdita di tempo, è così!
    Steve: Hai un'idea migliore?
    Tony: Sì! Sì ce l'ho! Io ho sempre un'idea migliore! Dammi il telefono.
    Danny: Perché?
    Tony: Voglio prenotarmi una pedicure! Ho delle conoscenza, dammi il telefono!

Episodio 19, Fiducia[modifica]

  • Danny: Non capisco che ho fatto!
    Steve: Su quest'isola non puoi rubare l'onda di qualcun'altro, perché crei problemi all'altro surfista, è una regola!
    Danny: Come ogni altra cosa su quest'isola non ha senso. Ok, se vedo un'onda, la prendo e posso dividerla con qualcun'altro.
    Steve: No, ti sbagli, ok? Se sei il primo a cavalcare un'onda allora l'onda è tua!
    Danny: Ohuoh, l'onda non è tua solo perché sei più rapido del tuo vicino, punto primo, e secondo, ho avvertito che venivo da sinistra, ho detto "ehi sono sull'onda!".
    Steve: È l'Oceano Pacifico, non è una pista ciclabile!
    Danny: Sì, ma le stesse regole, valgono su tutti i tipi di strada. Te lo dico io che non sono nato sull'isola e non sono cresciuto con tutte queste stupidaggini. Un'onda non è tua e mi rifiuterò sempre di considerare cibo la vostra carne in scatola. E per concludere, un antipasto non dovrebbe mai e in nessuna circostanza, portare il nome di Pupu.
  • Steve: Che hanno? [Riferendosi a Kono e Chin che se ne sono andati via subito appena arrivato Steve]
    Danny: Che vuoi dire?
    Steve: Perché sono...scappati così in fretta? Di che stavate parlando?
    Danny: Di che stavamo parlando? Non lo so, del più e del meno. Che c'è, stai diventando paranoico?
    Steve: No, questa non è una paranoia, Danny, è una cosa che accade spesso ultimamente, siete strani.
    Danny: Oh, ok, penso che ti dovresti rilassare, forse, e smettere di analizzare tutto.
    Steve: Rilassare? Detto da te è ridicolo!
    Danny: Ok, fa come vuoi. Fai il paranoico, fatti ingannare dalla tua mente e ti ritroverai con un cappello di stagnola a blaterare di elicotteri neri.
    Steve: Gli elicotteri neri esistono.
    Danny: Come esistono?!
    Steve: Esistono!
  • Smetti di guidare l'auto come se l'avessi rubata!! (Danny) [a Steve]

Episodio 22, Nella rete[modifica]

  • [Steve è in Giappone e telefona a Danny dopo diverso tempo che non si sentono]
    Danny: Detective Williams. Pronto? Detective Williams!
    Steve: Quanto tempo socio!
    Danny: Che accidenti ti è successo, dove sei stato Steve?
    Steve: Sono andato a cercare Joe e Shelbourne, te lo avevo spiegato.
    Danny: No, no, non mi hai spiegato un bel niente. Hai soltanto lasciato una lettera e sei sparito!
    Steve: D'accordo, ma lo dici come se io fossi scappato, sei arrabbiato?
    Danny: Non sono arrabbiato.
    Steve: Sembri arrabbiato.
    Danny: Non sono arrabbiato, ok? Ero in pensiero e ora sono preoccupato, tutto qui.
    Steve: Ok, apprezzo la tua preoccupazione, grazie, ma sto bene.
    Danny: Be', non mi sembra affatto che tu stia bene, ti sento stressato...dimmi qualcosa, hai trovato Joe?
    Steve: Credo di aver trovato Shelbourne.
    Danny: Che vuol dire credo, o l'hai trovato, o non l'hai trovato! Una cosa o l'altra.
    Steve: È complicato.
    Danny: Ho capito, ti piacciono i segreti e allora mi hai chiamato solo per non dirmi quello che ti sta succedendo?
    Steve: No, ti ho chiamato per dirti che sono a Osaka e che ho catturato Wo Fat. Capito?
    Danny: Hai ca...be' l'hai preso un pò alla larga amico!
  • [Steve ha chiesto aiuto alla sua squadra per rintracciare un telefono che è lì da loro]
    Danny: Bene, ci pensiamo noi.
    Steve: Fate molta attenzione, non so che cosa abbia in mente, ma voleva che trovassi questo telefono, potrebbe essere una trappola.
    Danny: Ascolta, andrà tutto bene, tu però fammi un favore, stai attento a ore 6!
    Steve: Hai detto a ore 6?! Manco da troppo tempo stai iniziando a parlare come me?
    Danny: Lo so, lo so e la cosa non mi piace, ti sbrighi a tornare?
    Steve: Sì, ricevuto.
  • Steve: Tienimi informato.
    Danny: Va bene, allora, sei già riuscito ad interrogare Wo Fat?
    Steve: Mi dispiace è top secret.
    Danny: Top secret? È una battuta, vuoi scherzare?
    Steve: No, non scherzo.
    Danny: D'accordo e quando lo riporti alle Hawaii?
    Steve: Non posso dirtelo, non posso parlare di questa faccenda al telefono, è una questione di sicurezza
    Danny: Ok, sai che cosa penso? Penso che tu pensi, che dire cose del genere sia fico, non è per niente fico, anzi.
    Steve: Danny...
    Danny: Lascia stare, non mi importa quando arriverai, be' no, mi importa ma lo scoprirò da solo, rintraccerò il tuo aereo!
    Steve: Non puoi, viaggiamo in incognito...
    Danny: ...in incognito?!
    Steve: Sì, in incognito, non visti dai radar.
    Danny: Ehi, ascolta, so che cosa significa incognito, è necessario?
    Steve: È il protocollo, Danny, mi dispiace, ma ora non posso parlare, devo andare, va bene?
    Danny: Un'ultima domanda, dimmi, come sei vestito? Aspetta non mi rispondere, sicuramente è top secret, proverò ad indovinare...pantaloni militari!
    Steve: Ci vediamo Danny!

Episodio 23, La scelta[modifica]

  • [A Danny squilla il telefono]
    Danny: Ah, è una telefonata privata e devo rispondere.
    Steve: Mi tappo le orecchie e guido con le ginocchia? Oppure metto la testa fuori dal finestrino e guido con i piedi, ce la posso fare!
    [Danny ha appena finito la telefonata]
    Steve: Allora?
    Danny: Allora cosa?
    Steve: Vuoi dirmi qual è il problema o...
    Danny: Ti ho già detto che è una cosa privata...e dai, non fare quello sguardo assassino da Navy Seal! Vuoi torturarmi finché non apro bocca?
    Steve: No, cerco solo di farti parlare perché siamo amici e sono preoccupato!
    Danny: Vuoi che mi confidi con te?
    Steve: Sì!
    Danny: Come fai sempre tu? Ecco cosa farò, ti scriverò una lettera in cui non spiegherò niente e poi sparirò per due settimane...

Stagione 3[modifica]

Episodio 1, La festa della mamma[modifica]

  • Danny: Al telefono hai detto che portavi Shelbourne.
    Steve: Sì, lei è Shelbourne.
    Doris: Puoi chiamarmi mamma, qualcuno dovrebbe!
    Danny: Mamma? Di chi la mamma?
    Steve: È la mia!
    Doris: Doris McGarrett.
    Danny: Danny Williams. Sa, per essere morta in un auto esplosa vent'anni fa, la trovo davvero molto bene!
    Doris: Grazie, lo prendo come un complimento.
  • [Steve parla al telefono con il Governatore sulla questione di Chin]
    Doris: Mi ricordo di Chin Ho Kelly, era qualche anno avanti a Steve a scuola. È un bravo ragazzo.
    Danny: È diventato un bravo poliziotto.
    Doris: Perdere la moglie in quel modo...mi fa pensare al padre di Steve, a cosa deve aver passato.
    Danny: Sì, be', c'è di buono che Chin almeno non ha dei figli che gli chiederanno perché la mamma non torna a casa.
    Doris: ...sei sposato?
    Danny: No, non più!
    Doris: Hai figli?
    Danny: Sì, ho una figlia, si chiama Grace, è la cosa migliore uscita dal mio matrimonio.
    Doris: E pensi mai di riprovarci?
    Danny: Piuttosto un calcio in faccia con una scarpa da golf!
    Doris: Mh, quindi hai fatto voto di celibato o...
    Danny: No, non dico questo, vedo una persona, solo che...prendiamo le cose con calma.
    Doris: Sì, be', perché comprare la mucca se puoi avere il latte gratis.
    Danny: Stiamo andando sul personale, non crede?
    Doris: Non vuoi che tua figlia veda che hai una relazione stabile?
    Danny: ...con tutto il rispetto, non credo che lei possa darmi consigli su come educare mia figlia.
    Doris: Sai cosa penso, Danno? Penso che tu abbia paura di impegnarti.
    Danny: No, si sbaglia e...preferisco Danny!
    Doris: Oh, davvero? Ma mio figlio ti chiama Danno, dev'essere convinto che ti piaccia.
    Danny: È convinto di moltissime cose non vere. è un pò fuori di testa, senza offesa per il patrimonio genetico, di certo è un'eccezione!
    Steve: Quel figlio di puttana aprirà un'inchiesta sul rilascio di Delano!
    Doris: Steven!
    Steve: Scusami.
    Danny: Oh, bada a come parli, Steven!
    Doris: Guarda che vale anche per te, sapientone!
  • Kamekona: Tu sei la mamma, è?
    Doris: Aloha!
    Kamekona: Aloha.
    Doris: Tu sei Kamekona.
    Kamekona: Come fai a saperlo?
    Doris: Perché quel gambero ha la tua faccia!
    Kamekona: Io credevo che la donna che ha messo al mondo il grande guerriero McGarrett avesse le corna e sputasse fuoco!
    Doris: Ahahah, be', mi dispiace deluderti ma, prima che mio figlio diventasse un grande guerriero, era solo il piccolo Stevy, il bimbo che portava il pigiamino mimetico e diceva di chiamarsi G.I. Joe!
    Kamekona: Zietta, dimmi che hai delle fotografie!

Episodio 2, Il dubbio[modifica]

  • [Un criminale è ferito e chiuso in un negozio con ostaggi]
    Kono: Se è ferito gravemente potrebbe essere più sicuro per gli ostaggi aspettare che peggiori.
    Danny: Mi piace l'idea, l'approccio alla Gandhi, aspettiamo che si dissangui, situazione risolta!
    Steve: Il problema è che ci serve vivo se vogliamo cavargli i nomi dei complici.
    Danny: Mi serve un giubbotto...giubbotto antiproiettile!!
    Steve: Non sai ancora qual è il mio piano!
    Danny: Questo è vero, però ti conosco e so che qualunque sia il tuo piano, verrà messa a rischio la mia incolumità!
    Steve: Ma di che stai parlando?!
    Danny: Non sai di che parlo? Diciamo che con gli anni il nostro matrimonio è diventato prevedibile!
  • [Riferendosi ad un sospettato in fuga]
    Steve: Perché scappano sempre?
    Danny: Perché sperano che quello che li insegue finisca spiaccicato contro un palo della luce. Il che è possibile.

Episodio 3, Alla deriva[modifica]

  • Danny: Come va, abbocca?
    Steve: No, non abbocca. Te l'ho detto, per prendere qualcosa dobbiamo pescare a traina.
    Danny: No, no, no, a traina non è pescare, è fare giretti con la barca, come quando guidi la mia auto!
    Steve: Io credevo che la missione fosse farti pescare il tuo primo tonno.
    Danny: Perché dev'esserci sempre una missione?
    Steve: L'obiettivo era aiutarti a prendere un tonno!
    Danny: Non c'è un obiettivo e neanche una missione, stiamo solo pescando, il che significa rilassarsi e farsi due risate, forse prendiamo un pesce o forse no!
    Steve: Va bene ma questo io lo chiamo star seduti in barca senza prendere niente, perché tu lo sappia.
    Danny: D'accordo qui entra in gioco la birra...qualche risata, fingiamo di essere amici. Va bene? Tutto qui! Salute.
    Steve: Salute. E ora che si fa?
    Danny: Che si fa? Parliamo, no! Due chiacchiere così!
    Steve: Ok, inizia!
    Danny: Ehm, notizie di tua madre?
    Steve: No...è ancora sull'isola però!
    Danny: A fare che?
    Steve: Non lo so. Ho in giro dei radar.
    Danny: Uno dei radar è Catherine?
    Steve: ...può darsi!
    Danny: Ahah, ahahah, forte! La tua ragazza che controlla tua madre, niente male come idea!
    Steve: Allora primo, non è la mia ragazza e secondo non controlla mia madre, sta usando i suoi contatti nell'Intelligence per localizzare mia madre, ok? Non lo saprà nessuno.
    Danny: Oh, no, no, no, tua madre, tua madre è una spia ed è una donna, lo saprà, credimi!
    Steve: Mh, hai ragione, forse.
    Danny: E poi, un'altra cosa, che avete voi Navy Seal, non potete avere una ragazza?
    Steve: Di che stai parlando?
    Danny: Insomma Catherine come la definisci?
    Steve: ...bè, noi, insomma, lei, ecco, abbiamo una storia.
    Danny: Una storia, sì, hai una storia! Si dice avere una ragazza, a cui tra l'altro hai chiesto di spiare tua madre!
    Steve: Non spiare, localizzare Danny!
    Danny: Ok...
    Steve: Spiare e localizzare è diverso!
  • [Steve e Danny sono in mezzo all'Oceano in un gommone buco]
    Danny: Siamo su una barca, e perde la barca quindi secondo me, affondiamo Steve.
    Steve: Intanto è un gommone e non stiamo affondando, ok?
    Danny: Ah, mi correggo, siamo alla deriva su un gommone che perde lentamente!
    Steve: Non siamo alla deriva.
    Danny: Ehi non so se hai notato ma siamo in mezzo all'Oceano, ok, certo che siamo alla deriva!
    Steve: Hai finito?
    Danny: No, non ho finito, non ho neanche iniziato ancora, e poi da oggi, non aiuterò mai più gli uomini in barca, specialmente quelli con la pistola, perché l'ho fatto e guarda il risultato!
    Steve: Ok, mi dispiace per la pistola, non l'avevo vista, credevo che il tizio fosse nei guai!
    Danny: Lui era nei guai, Steve, ora non più perché adesso ha la nostra barca! [Tira fuori il telefono] Mi devi un cellulare!
    Steve: Resta pure seduto a lamentarti mentre io cerco una soluzione, va bene?
    Danny: Bene. Ma fammi un piccolo favore e dimmi che abbiamo benzina, ti prego.
    Steve: Negativo! Non abbiamo benzina. [E butta il motore in acqua]
    Danny: Perché l'hai fatto?
    Steve: Era grippato!
    Danny: Potevi aggiustarlo, potevi tirar fuori delle nozioni tecniche da Navy Seal e aggiustarlo, no?
    Steve: Forse, ma non c'è benzina, ricordi Danny? E ci appesantiva. Però abbiamo una cima.
    Danny: Martha Stewart fammi un favore, dimmi che ruolo ha il Macramè nel nostro salvataggio!
    Steve: È una cima da rimorchio!
    Danny: Ah, bene, ora ci basta solo un rimorchiatore, aspetta che gli telefono! Dimmi dov'è la terra ferma!
    Steve: Da quella parte.
    Danny: Di qua.
    Steve: Ma che fai?
    Danny: Che faccio? Ginnastica. Che ti sembra che faccia, pagaio!
    Steve: Risparmia le energie, rimorchio io il canotto!
    Danny: Come fai a rimorchiarlo? Siamo a chilometri dalla costa.
    Steve: Rilassati Danny, l'ho fatto altre volte.
    Danny: L'hai fatto altre volte? Ah, capisco a te piace questa roba, ti ci diverti, te la godi, per te è una sfida giusto? Una prova di bravura, metticela tutta e fesserie simili??
    Steve: Io sono un militare!
    [...]
    Danny: Torna in barca! Dai forza!
    Steve: È un gommone!
    Danny: Un gommone eh! Persino di fronte alla morte sei una rottura.
    Steve: Dove è andato? Oh, è uno squalo tigre, cavolo.
    Danny: Uno squalo tigre?
    Steve: Sì!
    Danny: Una cosa da niente, no? L'hai visto Shark Week? Non voglio finire su Shark Week, d'accordo? Se quel coso si avvicina, dagli un pugno sul naso, è così che si fa!
    Steve: Non gli do un pugno sul naso!
    Danny: Invece devi farlo, altrimenti ti mangia le mani! Te lo dico io, io le so queste cose!
    Steve: Non mancherò di rispetto a quell'animale provocandolo
    Danny: Senti per favore, non farmi l'indigeno adesso, ok?
    Steve: E poi mi stanno venendo i crampi, devo riposare. Per ora facciamo pausa, aspettiamo.
    Danny: Aspettiamo? Aspettiamo cosa?
    Steve: Che l'enorme squalo tigre se ne vada, Danny. Poi ci atteniamo al piano.
    Danny: Credimi sarà una lunga attesa.
    Steve: Cosa sei, un esperto di squali?
    Danny: No, sono un esperto di McGarrett l'attira guai!
    Steve: Ah, sarebbe colpa mia?
    Danny: Chi altri, sul pianeta terra, sa trasformare una bella e rilassante giornata di pesca in un naufragio con tanto di squalo?!
    Steve: Io sono un attira guai? Ti dico io cos'è, è il tuo atteggiamento negativo!
    Danny: Oh, capisco, lo squalo ha sentito il mio atteggiamento negativo.
    Steve: Gli squali sentono la paura, propri come i cani.
    Danny: Siamo su un canotto bucato, in mezzo all'Oceano certo che ho paura!
    Steve: Ehi, è acqua Danny, è solo acqua!
    Danny: Piena di squali tigre e di vortici e di altra roba che ti ammazza, non siamo tutti Navy Seal, Steve!
    Steve: Ah, sul serio Danny, ma che problema hai con l'Oceano, eh? Insomma chi è che odia l'acqua? Il 60% del corpo umano è fatto d'acqua!
    Danny: Questo spiega perché odio la gente, va bene? E tu sei in cima alla mia lista!
  • [Steve e Danny dopo aver trovato uno yacht, che è una scena del delitto, vengono arrestati dalla Guarda Costiera]
    Danny: È straordinario! Che altro pensi possa andare storto? Magari se siamo fortunati ci processeranno qui in mare e ci getteranno fuori bordo!
    Steve: Rilassati!
    Danny: Qui non c'è proprio niente da rilassarsi, ok?
    Steve: Vedila così, avrai una bella storia da raccontare a Grace un giorno.
    Danny: E questa è la morale della storia: mai andare a pesca in alto mare con un Navy Seal...no, no, no rettifico, mai andare a pesca con te!
    Steve: Dovevo usarti come esca!

Episodio 4, Sventura[modifica]

  • [Steve sente dei rumori in casa e si sveglia all'improvviso]
    Catherine: Che stai facendo?
    Steve: Niente. Continua a dormire [E prende la pistola e Catherine si alza] C'è qualcuno in casa.
    Catherine: No, non c'è nessuno, torna a dormire. [Anche lei sente dei rumori, si alza e prende una mazza da baseball]
    Steve: Ehi, cosa credi di fare?
    Catherine: C'è qualcuno al piano di sotto!
    Steve: Quindi tu te ne stai quassù al sicuro.
    Catherine: Non fare il cavernicolo, io vengo con te!
    Steve: No, scordatelo!
    Catherine: Allora verrai tu, con me.
    [Vanno di sotto]
    Steve: Non muoverti! Mamma?
    Doris: Ciao tesoro.
    Steve: Ma che fai?
    Doris: Uova strapazzate!
    Steve: No, che ci fai qui!
    Doris: Smetti di giocare con la pistola e vieni a fare colazione. Vuoi del succo d'arancia? Ah, buongiorno Tenente Rollins, spero, spero di non avervi interrotti!
    [Steve e Catherine si guardano imbarazzati]
    Steve: Te l'ho detto che era più sicuro di sopra!
  • Danny: Cioè ha forzato la porta e si è messa a cucinare? [Riferendosi alla madre di Steve]
    Steve: Sì, praticamente.
    Danny: Piuttosto strano, anche se è una McGarrett dopotutto!
  • [Danny e Kono sono andati da una cartomante, per farle qualche domanda sul caso, ma vuole che venga pagata]
    Esmeralda: Se volete che Esmeralda parli, pagate e farò le carte.
    Kono: E quanto?
    Esmeralda: 50 dollari.
    Kono: Pagala!
    Danny: Io, perché?
    Kono: Perché guadagni più di me!
  • [Steve aveva chiesto a Chin di tenere d'occhio la madre a casa sua, ma lo ritrova in ufficio]
    Steve: Chin che ci fai qui? Dovevi fare da scorta a Doris.
    Chin: [A bassa voce] Tua madre ha mangiato la foglia e anche la foresta.
    Steve: [Anche lui a bassa voce] Perché parli sotto voce?
    Doris: Coco puff, davvero Steve? Ti credevo più furbo e non dare la colpa a Chin, l'ho costretto io a portarmi qui!
    Chin: È molto persuasiva!
    Steve: Lo so! Che devo fare per farti ragionare?
    Doris: Se, per ragionando, smetterai di trattarmi come un infante, allora niente, è quello che desidero.
    Steve: Mamma.
    Doris: No, Steve, sul serio, che hai pensato di fare, trascinarmi ovunque con te?
    Chin: Su questo ha ragione!
  • Steve: Aloha!
    Catherine: Ehi!
    Steve: Come stai?
    Catherine: Bene! Come vanno le cose tua madre?
    Steve: Be', sai, Doris si comporta da Doris, è testarda!
    Catherine: Sì, mi ricorda uno che conosco!
  • [Per prendere un sospettato, Steve si butta da un ponte, finendo in acqua]
    Steve: [Con il sospettato tra le mani] Ehi, mi dai una mano?
    Danny: Una delle mie, no davvero! Ehi, lo porti in centrale con la tua auto, ok?

Episodio 5, L'offerta[modifica]

  • [Steve vuole passare la serata di Halloween da solo con Catherine, ma bussano alla porta, e loro pensano che siano bambini]
    Steve: Se ne andranno, vedrai.
    Catherine: Vorranno dei dolcetti...
    Steve: Se ne andranno! Vedrai dammi retta.
    [Continuano a bussare]
    Catherine: Daglieli o non avrai niente.
    Steve: Ok! Va bene, va bene...
    [Entra Danny]
    Danny: Mi ha mollata!
    Steve: Accomodati...
    Danny: Mia figlia mi ha mollato, eh....è Halloween, c'è dolcetto o scherzetto, e lei mi dice Papà, ti dispiace se invece vado con i miei amici?, che avrei dovuto fare, eh? Che arei dovuto fare, dire No, ti ordino di passare Halloween con tuo padre? ...non suona così male, avrei dovuto dirlo.
    [Steve cerca di far capire a Danny che se ne deve andare]
    Steve: Ehi...vuoi un dolcetto?
    Danny: Niente dolcetti, mi dai una birra?
    Steve: Una birra?!
    Danny: Sì, che c'è di strano?
    Steve: Va bene...
    Danny: Questa è colpa mia, lo so, lo so che è colpa mia per tutte le volte che l'ho trascurata per il lavoro, ha imparato che è...è normale essere inaffidabili!
    Catherine: No, non ti devi assolutamente incolpare di questo, Grace è in un'età in cui sta, sta scoprendo cos'è l'indipendenza.
    Danny: Ha 10 anni, quale indipendenza? E allora che potrà succedere quando andrà al liceo?
    Catherine: Aspetta che esca coi ragazzi!
    Danny: Ragazzi? Non capisco, stai cercando di farmi sentire meglio?
  • Danny: Eccomi!
    Steve: Ehi!
    Danny: Dunque, ho appena parlato con Fong, ha il risultato dei capelli che ha trovato nell'auto.
    Chin: Trovato qualcosa nella banca dati?
    Danny: No, niente, perché...i capelli...non erano umani!
    Steve: Non erano umani? Come sarebbe?
    Danny: Appartenevano a una capra. Pelo di capra!
    Steve: Come?
    Danny: Direi che è piuttosto ovvio quello è successo, ehm, è stata una capra. Il caso è chiuso, fine!

Episodio 6, In un tempo passato[modifica]

  • Danny: Ciao...
    Steve: Ciao!
    Danny: Come va?
    Steve: Dicono che hai comprato un vestito.
    Danny: Sì, esatto.
    Steve: Devi dirmi qualcosa?
    Danny: Come? Sì, adoro gli abiti eleganti, che fai, vuoi sfottere?
    Steve: Be', con te andare al sodo è sempre la cosa migliore, speriamo che tu abbia preso un capo con una bella scollatura, per mettere in mostra quel tuo petto da Chewbecca !
    Danny: Ah, certo divertente. Per tua informazione il vestito era per Grace, andiamo a un ballo insieme, sta sera.
    Steve: Ah, ma tu non sai ballare!
    Danny: Sì che so ballare, ma scelgo di non farlo!
    Chin: Una mossa intelligente!
    Danny: Scusami?
    Chin: Ricordi? Ti ho visto ballare al mio matrimonio...
    Kono: Sì, il passo del castoro, me lo ricordo! [Tutti ridono]
    Danny: Abbiamo finito con queste battutine?

Episodio 11, Il guardiano[modifica]

  • Steve: Sei preoccupata per qualcosa?
    Catherine: Sbaglio o dovevamo andare in un posto speciale, prima della fine della mia licenza?
    Steve: È vero.
    Catherine: Ecco...era questo...il posto speciale che avevi in mente?
    Steve: Sì! Perché?
    Catherine: No, così, no è fantastico! È che volevo esserne sicura, solo...sì...
    Steve: È ovvio che tu avevi...in mente un altro posto.
    Catherine: Ok, se devo essere sincera, non pensavo che avremmo fatto colazione in un parcheggio in macchina.
    Steve: Credo...che ti sfugga l'aspetto più importante.
    Catherine: Davvero?
    Steve: Sì!
    Catherine: Quale??
    Steve: Voglio dire...siamo soli, giusto?
    Catherine: Sì...
    Steve: Siamo soli, dico bene? Siamo soli e mangiare in macchina fa parte di questa esperienza drive in, in stile retrò con un tocco polinesiano!
    Catherine: Mh...mi piace il tocco polinesiano, ma qualche volta mi piacerebbe anche...un tavolo, dei camerieri e persino un'ambientazione romantica...tutto qui.
    Steve: Tutto questo, non è romantico? Abbiamo dell'ottimo cibo, abbiamo anche la musica romantica... [Accende la radio]
    Catherine: Per prima cosa, questa è l'hair metal e non è romantica e secondo...ci vogliono rubare l'auto!
    Criminale: Yo, chiavi e portafogli, datemeli! [Puntando la pistola contro Steve]
    Steve: D'accordo, aspetta solo un attimo...un picnic non è romantico?
    Criminale: Ehi, auli sei sordo?
    Catherine: Sì! [Rispondendo a Steve]
    Steve: Non ci sono camerieri nel picnic e questo è come un picnic...
    Catherine: Ok...Steve!
    Steve: Che c'è?
    Catherine: Un folle con una pistola!
    Criminale: Adesso dammi i soldi o la tua signora ti vedrà sanguinare!
    Steve: Sei sicuro di volerlo fare? [Il criminale carica la pistola] D'accordo...
    [Si vede Steve che sbatte il tizio sulla porta della centrale della polizia]
    Criminale: Aiuto, aiutatemi, quest'uomo è pazzo!
    Duke: Babbo Natale ci ha spedito un cattivello?
    Steve: Il genio voleva rubarmi l'auto.
    Duke: Fratello hai scelto l'auto sbagliata!
  • [Danny passerà il primo Natale senza Grace]
    Steve: Vieni a casa mia...mia madre prepara la cena, o meglio, la spacchetta e la riscalda.
    Danny: Ti ringrazio, molto carino da parte tua, ma ho già un impegno.
    Steve: Hai già un impegno?
    Danny: Sì, ho un impegno, che cosa ho detto?
    Steve: Hai detto che hai un impegno.
    Danny: È vero, già!
    Steve: Stare sul divano con una pizza a guardare Miracolo nella 34° strada, non è un impegno!
    Danny: Ohoh, mentre il Natale dai McGarrett, è una cosa imperdibile!
    Steve: Esatto!
    Danny: Sì, sono curioso, che cosa fate? Vi regalate abbonamenti a pistole e munizioni? Riempite le calze di granate?

Episodio 12, L'isola proibita[modifica]

  • [Per qualche giorno Danny avrà il nipote tra i piedi]
    Steve: Tuo nipote vieni a trovarti e tu lo porti sulla scena...di un omicidio?
    Danny: Sì, perché?
    Steve: Ok...scusa ma, non credi che si sarebbe divertito di più in spiaggia?
    Danny: Sì, ma è già fortunato a non stare in prigione, ok? Due mesi fa girava con un auto rubata...qualche telefonata e hanno ritirato le accuse. Mia sorella è preoccupata e l'ha spedito da me, sperando che lo rimetta in riga, magari spaventandolo un pò!
    Steve: Ci stai riuscendo?
    Danny: Ha appena visto il suo primo cadavere e si comporta ancora da idiota, non sarà facile per me!
  • [Steve e Danny vanno in un college per fare delle domande ad una ragazza]
    Ragazza1: Kelly i tuoi papà sono venuti a prenderti!
    Kelly: Questi non sono i miei papà!
    Steve: Scusa, ti sembro così vecchio da essere suo padre?
    Danny: È questa la parte che ti ha colpito?
  • Danny: Tutto bene?
    Eric: Sì. Penso di sapere cosa voglio fare nella vita.
    Danny: Il poliziotto?
    Eric: No! È un lavoro troppo stressante. Voglio lavorare in un laboratorio forense.
    Danny: È un'ottima carriera, Eric. Sarebbe bello.
    Eric: Serve una laurea per farlo?
    Danny: Non credo. Guardi Discovery Channel, no? Dovrebbe bastarti, sai?

Episodio 17, Il gioco[modifica]

  • Catherine: Ciao!
    Steve: Ciao!
    Danny: Cosa...cos'è questa storia?
    Catherine: Non posso venire a trovarlo al lavoro?
    Danny: No, puoi, puoi...parlavo della maglietta.
    Catherine: Ah, la mia famiglia si trasferiva continuatamente quando ero piccola, quindi...non sono mai rimasta abbastanza in un posto per affezionarmi a una squadra.
    Danny: Quindi i Dallas Cowboys li tifi di tua volontà?
    Catherine: Sì! Ma dai, a chi non piace la squadra dell'America?
    [Steve e Danny alzano la mano]
    Steve: A me!
    Danny: A tutti e due.
    Steve: E se non ricordo male...i miei Redskins hanno umiliato i tuoi Cowboys l'ultima volta che hanno giocato insieme.
    Danny: Che carini, una fan dei Cowboys che esce con un fan dei Redskins. Siete come i Capuleti e i Montecchi.
    Catherine: Ahahah, bravo. Ti do un 10 e lode per la citazione letteraria.
    Danny: L'hai colta? Grazie!

Episodio 18, Bambole[modifica]

  • Steve: Senti mamma, volevo dirti che mi dispiace...
    Doris: Quale figlio assolda un detective per controllare sua madre?
    Steve: Ok, mi sembra chiaro che non siamo una famiglia normale. Tu sei un'ex spia che vent'anni fa ha finto la propria morte. Ho dei problemi mamma, non riesco a fidarmi!

Episodio 19, Vero amico[modifica]

  • Danny: Che stupidata, che stupidata. Non posso creder di essermi fatto convincere.
    Steve: Avevamo un accordo. Hai detto che se Kamekona avesse passato il suo esame, avresti volato.
    Danny: Ok, la prossima colta che dico un'idiozia del genere, tirami un pugno in faccia.
    Steve: Con piacere!
    Danny: Grazie.

Episodio 21, Dietro le quinte[modifica]

  • [La squadra è seguita da un programma televisivo e con loro c'è la conduttrice e il cameramen]
    Savannah: Ok, fatemi capire, questa è la macchina del detective Williams ma è il comandante McGarrett a guidare?
    Steve: Perché io guido meglio!
    Danny: È un maniaco del controllo, è questa la ragione.
    Steve: E lui ha dei problemi ad ammettere la verità!
    Danny: Ahahaha, d'accordo! Raccontale quello che fai col telecomando!
    Steve: Che faccio col telecomando?
    Danny: Quando vieni a casa mia, prendi il telecomando e devi decidere, sempre tu, quale canale guarderemo.
    Steve: Da bambino mi hanno insegnato, che è buona educazione lasciar scegliere all'ospite cosa guardare in tv, chiaro?
    Danny: Ah, perché devi passare per primo da qualsiasi porta? E perché devi avere sempre l'ultima parola? E scegliere dove mangerò tutti i giorni? Tu perché? Che direbbe il Bon Ton a questo proposito? Mh?
    Steve: Tu sei un indeciso, non posso farci niente se non ti decidi mai!
    [Continuano a bisticciare]
    Savannah: Questi due litigano, ma in realtà, si vogliono bene.
    Steve: Dove vuoi pranzare oggi?
    Danny: Andiamo dove ti pare!
    Steve: Oh mio Dio, hai visto?

Episodio 22, Bambini prigionieri[modifica]

  • [Steve ha un nuovo taglio di capelli]
    Danny: Hai un bel coraggio a farti vedere con quel taglio di capelli!
    Steve: Trovo difficile farmi offendere da un uomo che usa più prodotti per capelli, di molte donne.
    Danny: Sinéad O'Connor rivuole indietro la sua pettinatura!
    Steve: Divertente!
    Catherine: Se fosse una pettinatura, sarebbe scusato. Io credo che a Steve sia scappata la mano mentre si regolava le basette!
    Steve: Anche tu ora?

Episodio 24, Addio e abbi cura di te[modifica]

  • Luois Braga: [uomo della CIA] Ha senso, il rapimento è una tattica usata come misura di sicurezza dall'MLN. Se un membro viene catturato una squadra di sicari viene inviata di occuparsi della famiglia.
    Steve: Quindi, tengono in ostaggio il figlio di Salgado per essere certi che lui non dica nulla sull'attacco.
    Louis Braga: La priorità è avere informazioni, tenete Salgado in arresto, la mia squadra arriverà lì a momenti per interrogarlo.
    Danny: Ok, ma non vi dirà niente se sa che suo figlio rischia di morire!
    Luois Braga: I miei uomini sanno essere persuasivi.
    Steve: Con il dovuto rispetto, sono d'accordo con il detective Williams. Il modo migliore per far parlare Salgado alla svelta è convincerlo che possiamo salvare suo figlio.
    Louis Braga: Comandante non so cosa le passi per la testa, ma non succederà mai, non voglio correre rischi finchè ci sono in ballo migliaia di vite. Posso sacrificare quella di un ragazzino.
    Steve: Come dice?
    Louis Braga: Credo di essere stato chiaro...
    Danny: Peccato che il collegamento non sia buono!
    Steve: Hai appena attaccato alla CIA!
    Danny: No, no...ho appena, ho appena attaccato a uno stronzo!

Stagione 4[modifica]

Episodio 1, Compromessi[modifica]

  • [Danny entra all'improvviso]
    Danny: Oh, oh, oh! Che fai, vuoi spararmi?
    Steve: L'ho considerato.
    Danny: Oh, bravo. Metti fine alla mia infelicità.
    Steve: Hai controllato l'uscita?
    Danny: No, sono andato a pesca. Certo che ho controllato, e la lascerei perdere. C'è un congegno sulla porta che eviterei di toccare.
    [Il sospettato che è con loro ha un arresto cardiaco e Steve inizia a rianimarlo e nel frattempo Danny parla di Gabby] [...] [Steve ha salvato il sospettato]
    Danny: Bravo il nostro Boy Scout d'America, bel lavoro.
    Steve: Aspetta che volevi dirle, che l'ami forse?
    Danny: Non lo so, si, può darsi.
    Steve: Ok, vedi Danny, prima di dire una cosa del genere a una donna, devi essere sicuro, perchè sappi che una volta che l'hai detto, non puoi rimangiartelo. E' una cosa seria
    Danny: Capisco. Parli per esperienza personale? Perché a mio avviso non conta, se lo dici ad una pistola!
  • Max: Signori, che bello vedervi.
    Steve: Preoccupato per noi, Max?
    Max: Neanche per un secondo.
    Danny: Ah quanto sei bugiardo! Comunque grazie.
  • [Hanno pochissimo tempo per raggiungere un furgone e Steve sta correndo all'impazzata con la macchina]
    Danny: Ora possiamo parlare, per favore?
    Steve: A proposito di che?
    Danny: Non lo so, del tempo? Di quello che stiamo facendo!
    Steve Non è il momento, Danny.
    Danny: Non sono d'accordo. Questoè proprio il momento perchè vorrei essere preparato. Devo sapere se devo mettere il giubbotto antiproiettile, se devo chiamare mia figlia e salutarla per l'ultima volta.
    Steve: Faremo quello che hanno chiesto. Libereremo i prigionieri. Questo faremo, ok? Soddisfatto?
    Danny: Sta a sentire, io voglio liberare Catherine quanto te, ma la lasceranno andare se facciamo quello che chiedono?
    Steve: Non si sa.
    Danny: È questo il punto! È una cosa stupida! Non possiamo farla! Anzi, non è stupida, è più che stupida, è semplicemente una pazzia! Ci giochiamo la carriera...
    Steve: Ok, ok, ora piantala e ascoltami.
  • [Steve stava per schiantarsi con un elicottero]
    Danny: Andiamo, Superman. Ora sai perchè non mi piace volare, per colpa tua.
    Steve: No, non ti piace perché hai paura!
    Danny: Secondo te è divertente? Ti sei divertito? Hai qualcosa di rotto?
    Steve: Vuoi stare zitto?
    Chin: Un giorno tutto questo mi mancherà!

Episodio 2, Un pesce fuor d'acqua[modifica]

  • Danny: Hai fatto confrontare il tuo DNA con quello di Wo Fat?
    Steve: Esatto.
    Danny: E perché avresti fatto una cosa del genere?
    Steve: Be', ho fatto una cosa del genere perché sospettavo che potessimo essere fratelli.
    Danny: Tu e Wo Fat?
    Steve: È l'unica spiegazione che mi è venuta in mente. Wo Fat è un sociopatico, è un terrorista, ha fatto uccidere mio padre eppure mia madre lo sta proteggendo, lo ha sempre protetto. Perché dovrebbe farlo? Non riesco a spiegarmelo!
    Danny: Tanto per essere chiari, tu...tu dici che lui è uno psicopatico, un sociopatico e quindi dai per scontato che siate fratelli! Per me ha senso!

Episodio 3, La chiave[modifica]

  • [Max ha portato il regalo a Steve per Catherine]
    Steve: Lo hai trovato è?
    Max: D'altronde il mio nickname su Ebay è Il vero maestro Jedi.
    Steve: Bene. Quanto, quanto ti devo?
    Max: 1326,41 dollari!
    Steve: 1300 dollari? Ma, non eri uno Jedi?
    Max: Comandante, mi sembra che non comprenda del tutto il valore dell'oggetto in questione. Si tratta di un hot stampers. Un'edizione limitata, un classico. Catherine sarà molto riconoscente quando lo riceverà.
    Steve: Ne sono certo, Max, ma 1300 dollari sono troppi adesso per me.
    Max: Allora lo vuoi o no?
    Steve: Io...sì...sì. D'accordo...78. Ho 78 dollari, ok? È tutto quello che ho oggi, ti darò il resto appena possibile!
    Max: Paghi a rate?
    Steve: A rate? No, mi stai facendo un favore, a proposito, grazie!
    Max: Va bene, quando avrai tutti i soldi, allora, potrai averlo. [E prende il regalo]
    Steve: Tu lo sai che io ho una pistola, vero?

Episodio 4, Cambiamenti in vista[modifica]

  • [Hanno trovato una vittima]
    Danny: Perché il vestito da pinguino?
    Chin: Sta sera qui era in programma un matrimonio, una famiglia di New York ha prenotato mezzo resort, immagino che fosse un ospite.
    Danny: Matrimoni, lo dico sempre, una pessima idea! Se riunisci i membri instabili della famiglia e amici risentiti che possono bere alcool a volontà, è inevitabile che succeda qualcosa.
    Steve: E poi ti chiedi perché hai divorziato?
  • Steve: Che cosa ti prende oggi?
    Danny: Gabby...le hanno offerto un incarico come curatrice, per sei mesi, a Denver, in Colorado.
    Steve: Ah, perché non lo hai detto subito, è terribile!
    Danny: Sì, è terribile! L'ultima volta che è partita per lavoro c'è mancato poco che non tornasse.
    Steve: Ah, ok...non puoi neanche dirle di non accettare.
    Danny: Veramente ha detto che non accetterà se a me non va bene.
    Steve: Grande! A te non va bene per niente, quindi...
    Danny: Ho perso in partenza, non lo capisci? Se la faccio restare proverà del risentimento per me, se la lascio andare, io sarò infelice!
    Steve: Vuoi il mio consiglio?
    Danny: Assolutamente no!
    Steve: Quando Catherine stava per rifiutare l'offerta di lavoro di Billy per me, sai che cosa le ho detto? Le ho detto di accettare!
    Danny: Perché sei stupido e non dai retta a nessuno!
    Steve: Perché non volevo che si facesse sfuggire una fantastica opportunità, per causa mia!
    Danny: Hai detto, alla tua ragazza, di accettare di lavorare con il suo affascinante ex, non è una cosa nobile, è stupida!
    Steve: Scusa, posso chiederti una cosa? Se Gabby, ti chiedesse di rinunciare alla carriera e trasferirti a Denver, lo faresti?
    Danny: No ma io ho una figlia che vive qui, non è la stessa cosa!
    Steve: E poi, ti mancherei troppo!
    Danny: E poi, mi mancheresti troppo!

Episodio 6, La cura[modifica]

  • Danny: Se mai tu, o uno dei tuoi amici, decideste di vandalizzare la casa di qualcuno, devi chiamarmi, immediatamente, hai capito?
    Gracy: Sì, Danno.
    Danny: Ehi, guardami. Tu chiamami, chiamami subito, così ti porto a casa di zio Steve!

Episodio 8, Una strana coppia[modifica]

  • [Steve e Lou sono costretti a fare coppia insieme e Lou ha perso il computer di sua figlia]
    Lou: Maledizione!
    Steve: Che succede?
    Lou: Stavo parlando con te?
    Steve: Hai un atteggiamento molto aggressivo, lo sai, vero?
    Lou: Oh, be'...forse perché sono con te!
  • [Dopo aver trovato il piede mozzato di un sospettato con la cavigliera elettronica]
    Direi che adesso Eli Diamond è a piede libero. (Lou)

Episodio 9, Felice giorno del ringraziamento[modifica]

  • Steve: Che ti prende? Stai bene?
    Danny: Perché non dovrei?
    Lou: Niente, è che sembri un pò nervoso...
    Danny: Nervoso? Oh, no, no, stiamo per conoscere il Presidente, perché, voi invece siete calmi e rilassati?
    Lou: Io sono sempre così calmo!

Episodio 10, Onora il padre[modifica]

  • [Steve ha arrestato un anziano]
    Che ha fatto rissa in un bingo? (Danny) [parlando del signore anziano]
  • Danny: Beh, devo ammettere che inizio ad essere un tantino confuso. Abbiamo un anziano signore armato che ha deliberatamente quasi ucciso una persona e noi non lo arrestiamo, anzi noi, lo aiutiamo!
    Steve: Questo non è un crimine comune e non si parla di soldi, stiamo parlando di onore! Il suo metodo era sbagliato, non lo scuso...però noi siamo in dovere, come minimo, di indagare..
    Danny: Ok, ora è chiaro. Sai cosa stai diventando?
    Steve: Scommetto che lo dirai.
    Danny: Un bel tenerone!
    Steve: Avevo ragione!
    Danny: Con un cuore che soffre. Forse potrebbe anche darsi che, non lo so, magari...magari stai diventando un essere umano, Steve!
  • Steve: Ehi!
    Danny: Eh?
    Steve: Andiamo.
    Danny: Sai, sai come la penso sugli spazi angusti come questo...
    Steve: Dai ti tengo la mano!
  • Danny: Cos'è questo rumore, piove?
    Steve: Sono ratti!
    Danny: Potevi mentire!

Episodio 11, Il ricordo[modifica]

  • Grace: Era un messaggio in codice, ti trova carino!
    Danny: Sì, lo so, ma la mamma di Tamara, trova tutti carini, ecco perché ha già divorziato tre volte!
  • [Max deve togliere un proiettile dalla testa di un uomo]
    Steve: Ciao Max!
    Max: Oh, signori, prego entrate. Arrivate al momento giusto.
    Danny: Per una partita all'allegro chirurgo?
    Max: Vorrei che ti trattenessi dal fare le tue battute spiritose, perché questa operazione richiede una grande concentrazione.
    Danny: Lo so, non vuoi far suonare l'allarme!
    Max: Non ti invidio, comandante!
  • Allora ce l'hai un portafoglio! (Danny) [A Steve, quando quest'ultimo deve pagare a Kamekona]
  • [Chin e Catherine avevano fatto una scommessa]
    Chin: Ehi, poi hai finito il tuo giro?
    Catherine: Sì, quasi. Tu?
    Chin: Sono stato distratto!
    Catherine: Ok, sai una cosa, è un pareggio!
    Chin: Pareggio?
    Catherine: Sì!
    Chin: Io direi che la vittoria va a quello che è stato accoltellato alla spalla, non credi?
    Catherine: Giochi la carta della pietà...convinta! Offro io! [E intanto arrivano anche Danny, Steve e Lou]
    Chin: Oh, va bene!
    Lou: Ah, offri tu...
    Catherine: Sì!
    Steve: Chi ti ha invitato?
    Lou: Smettila con questo tuo comportamento da Grinch, sai che io ti piaccio! Hai solo difficoltà a esprimere i tuoi sentimenti!
    Danny: Non so se tu gli piaci, ma di sicuro gli piace mangiare gratis!
    Steve: E questo che significa?
    Danny: Non vorrei essere polemico ma sei un pò tirchio!

Episodio 14, I peccati del padre[modifica]

  • [Danny è andato dalla preside di Grace]
    Danny: Ok, senta io...io conosco il tipo di studenti che viene convocato dal preside, lo conosco perché io ero uno di quelli. Ma in questo caso la mela è caduta piuttosto lontano dall'albero, ok? Grace è molto dolce e anche molto rispettosa, da sempre.
    Preside Fiske: Io non lo metto in dubbio Signor Williams ma purtroppo resta il fatto che sua figlia ha picchiato un suo compagno.
    Danny: Be', allora, bisogna anche dire che magari se lo meritava, se l'è cercata, no?
    Preside Fiske: Un secondo...non va mai bene picchiare un altro studente.
    Danny: Ah, non lo so se sono d'accordo. E se quel ragazzo l'avesse preso di mira lui ha cominciato e lei si è solo difesa? Perché pensa che così di punto in bianco lei abbia agito intenzionalmente?
    Preside Fiske: Mi scusi è un avvocato?
    Danny: No...no, no, no, sono un poliziotto.
  • Danny: Io so che non prenderesti mai a pugni un ragazzino senza motivo. Dimmi la verità.
    Grace: Lucas tormentava la mia amica Katy, gli ho detto di smetterla.
    Danny: E poi l'hai preso a pugni?
    Grace: Hai detto che questo è l'unico modo per affrontare i bulli!
    Danny: ...ok, va bene. Ma perché non lo hai detto, per quale motivo non hai parlato subito?
    Grace: Non sono una carogna!
    Danny: Tu...non sei una carogna?! Chi sei e cosa hai fatto a mia figlia??
  • Signori, Roy Perrish è un recidivo. Via le pallottole di gomma e prendiamo quelle vere perché se finirà all'angolo non è detto che si arrenda! (Lou)
  • Lou: Perché ovunque tu vada ti sparano addosso?
    Steve: Oggi non sparavano a me, ok?
  • Steve: È una ragazzina in gamba!
    Danny: Sì e ha pure un destro micidiale!

Episodio 15, Segreti sepolti[modifica]

  • Danny: Con questo contenitore che cosa fai?
    Clara: Ti preparo il pranzo!
    Danny: Bene ho fame...pasta asciutta al ketchup, no?
    Clara: Sì!
    Danny: Te la danno in prigione, lo sai?
    Clara: Quando eri piccolo ne eri goloso.
    Danny: Lo so...allora mangiavo anche i pastelli è solo che poi ho smesso!
  • [Danny chiede a Steve di chiamarlo almeno non resta solo con la madre]
    Danny: Allora me lo fai questo piacere?
    Steve: Te lo faccio, ma il prossimo cinese lo paghi tu!
    Danny: Perché di solito chi paga?
    Steve: Allora mi devi solo un favore.
    Danny: Ti attacchi a tutto, sei proprio un mercenario! Non riesci ad essere generoso e fare una cosa per il piacere di farla?
  • Lou: Sono solo passato a ringraziarti.
    Steve: Di cosa?
    Lou: Oh, andiamo, smettila, ho sentito quel tale non scriverà l'articolo.
    Steve: Be', bene, allora congratulazioni.
    Lou: Mh, quanto ti è costato?
    Steve: Ho fatto appello al suo buon cuore.
    Lou: E che hai fatto quando non ha funzionato?
    Steve: Ho detto che gli devo un favore. Quid pro quo.

Episodio 16, Fuoco dal cielo[modifica]

  • Danny: Dovremmo chiamare rinforzi?
    Steve: Rinforzi? Sei tu il mio rinforzo!
    Danny L'ultima volta che l'hai detto mi hanno sparato ad un spalla!
    Steve: Ma l'hai scampata!

Episodio 17, Dietro l'apparenza[modifica]

  • Steve: Avvocato divorzista? Sei sicuro?
    Danny: Affermativo.
    Steve: Te l'ha detto lei?
    Danny: ...no, non è stata lei a dirmelo.
    Steve: L'hai seguita?
    Danny: Potrei averla seguita...
    Steve: L'hai seguita!
    Danny: Ho dovuto, questa mattina si comportava in modo sospetto, voleva uscire di nascosto...e tu non puoi giudicarmi perché so che hai messo sotto sorveglianza tua madre! Adesso siamo pari, quindi...
  • [Durante un inseguimento]
    Danny: Rallenta, rallenta!!
    Steve: Che cos'hai, qual è il problema?
    Danny: Prova a indovinare! Rallenta!!
    Steve: Ma che ti prende, non è la tua prima volta sulle montagne russe!!
    Danny: No, le montagne russe non sono così terrificanti! Questo è terrificante!
    Steve: Danny, Danny, Danny!!
    Danny: Che c'è??
    Steve: L'avremmo fatto 118 volte!
    Danny: E io sono rimasto pietrificato 118 volte! Lo sto solo esplicitando!

Episodio 18, Riunione di classe[modifica]

  • Danny: Oh, no, no, no, no fermati.
    Steve: Che c'è?
    Danny: Perché non sei arrabbiato?
    Steve: Lo sarei se avessi dato a Max tutto il campione.
    Danny: Ah, ne hai messo via un po', tipo riserva per l'inverno è!
    Steve: Se vuoi batterli gioca come loro!
    Danny: Mi piace, mi piace! Questo è l'uomo che conosco e ammiro!
    Steve: Sono bravo?
    Danny: Sì, bravo!

Episodio 19, Macerie[modifica]

  • Danny: Hanno anticipato l'orario?
    Steve: Che volevi che dicessi?
    Danny: Non lo so, che ti eri sbagliato? Che avremmo dovuto esaminare meglio la cosa prima di organizzarci, che dare ascolto ad un pregiudicato non è stata una grande idea? Ma non voglio certo suggerire...chiaro?
  • Danny: No, no, ti prego, se hai qualcosa da dire dilla!
    Steve: Ok. Dovresti considerare che il punto non è tanto proteggere Grace ma proteggere te stesso.
    Danny: Proteggere me stesso da che cosa?
    Steve: Dall'avere un'altra relazione seria.
    Danny: Ha 10 anni in meno di me, che posso fare!
    Steve: Danny se anche avesse la stessa età troveresti un'altra scusa, una qualsiasi perché tu non riesci ad essere felice....è impossibile per te, non è nel tuo DNA!
    Danny: Be', wow...non so che cosa mi sia preso per venire a chiedere consigli amorosi a te. Tu che ne sai?
    Steve: Conosco le persone!
    Danny: No, tu uccidi le persone è diverso!
  • [Sono sotto le macerie]
    Steve: La lastra di cemento...voglio farla esplodere.
    Danny: Che vuoi fare? Come fa a non finire con la nostra morte?! Salteremo in aria.
    Steve: Si chiama carica direzionale, l'energia dell'esplosione va solo da una parte. Quello che sta dietro in teoria dovrebbe essere al sicuro.
    Danny: In teoria? Niente di quello che hai detto sembra teorico, ok?
    [...]
    Steve: Stai indietro, resta lì.
    Danny: No. Prima di farlo, voglio che tu sappia una cosa.
    Steve: Cosa?
    Danny: Qualsiasi cosa succeda...io...lo dico dal cuore...ti odio tantissimo! [Ridono]
    Steve: Anch'io ti voglio bene!
    Danny: Immagino che ci siano persone peggiori con cui morire sotto un edificio.
    Steve: Vuoi farlo tu Danny?
    Danny: No, no, è la tua stupida idea, fallo tu!
  • Danny: Quando eravamo giù, hai detto...sì, prima di fare quella cosa con la bomba hai detto una frase e...be', vale anche per me!
    Steve: E cosa avrei detto?
    Danny: Vuoi farmelo dire? Vieni qui...ti voglio bene!
    Steve: Anch'io Danny.

Episodio 21, In mezzo a noi[modifica]

  • Steve: Ciao!
    Danny: Ciao.
    Steve: È l'ora della fisioterapia?
    Danny: Sì, l'infermiera Recith mi aspetta per la mia ora di tortura, grazie a te!
    Steve: Grazie a me? [Danny annuisce] Vuoi dire che se quel palazzo ci è crollato addosso è colpa mia?
    Danny: Certo, sì!
    Steve: E in che modo ne sarei responsabile?
    Danny: Circa quattro anni fa hai bussato alla mia porta e hai detto che dovevo lavorare con te, quindi sei responsabile di ogni disgrazia che mi è successa da allora. Sei una nuvola...una nuvola nera che mi insegue!
    Steve: Quando sei con l'infermiera Recith fatti controllare anche la testa, mentre lavora sul resto, devi avere qualche problema anche lì!
    Danny: Ok, finito? Amber mi aspetta qui fuori!
    Steve: Amber ti aspetta?
    Danny: Sì, mi sta aspettando in macchina.
    Steve: Ah, le cose devono essere andate bene a Maui.
    Danny: Perché sembri sorpreso?
    Steve: Beh, conosco la tua propensione a mandare all'aria le relazioni importanti!
    Danny: La mia propensione? È buffo detto da chi ha la fidanzata che ha tagliato la corda!
    Steve: Tagliato la...no so dov'è! È sulla terraferma da amici!
    Danny: Per non vedere te!
    Steve: La terapia!
    Danny: Vado...
    Steve: Divertiti! Spero ti faccia male, tanto! Ti adoro!
    Danny: Anch'io!

Episodio 22, La famiglia viene per prima[modifica]

  • [Hanno sparato alle gomme della loro macchina e Steve ha preso un'altra "macchina"]
    Danny: Si può sapere che cos'hai oggi?
    Steve: Rilassati!
    Danny: Rilassati??
    Steve: Rilassati!!
    Danny: Morirò su un'auto da clown!
  • Danny: Senti puoi tenere due delle tre ruote a terra?
    Steve: Quante volte te l'ho detto, non ti piace come guido? Apri lo sportello e scendi!
    Danny: Mi piacerebbe ma non ci sono sportelli!!
  • [Steve vede che l'uomo che hanno fermato ha una pistola nei pantaloni]
    Steve: No bello, questa cosa può andare in due modi e in entrambi tu muori!
    Danny: Questa frase non ha senso!
    Steve: Ma suona bene, no?
  • Chin: Abbiamo un problema.
    Kono: Wo Fat è evaso!
    Danny: Ah, buffo, mi è sembrato di sentire che Wo Fat è evaso, cosa impossibile perché è in un carcere di massima sicurezza in Colorado e da lì non si scappa!
    Chin: Un altro mito distrutto!
  • Chin: Ho appena parlato con una delle guardie del carcere. Steve meglio se ti siedi.
    Steve: Perché?
    Chin: Wo Fat ha ricevuto visite da una sola persona. Indovina chi?
    Steve: Mia madre.
    Chin: È andata lì due volte nell'ultimo mese.
    Danny: Wow. Mi metto a sedere io, va bene?
    Steve: Ci sono delle riprese?
    Chin: No, il dipartimento della difesa aveva autorizzato gli incontri ma c'era l'ordine di non riprendere.
    Danny: Fatemi capire...è da un po' che tua madre è scomparsa ma decide di andare a trovare quel pazzo invece del proprio figlio? Il divano serve più a te che a me! Siediti.
  • Steve: Vogliamo che entri nella Five-0!
    Lou: Oh cavolo, mi fa molto piacere, sì dal profondo del cuore, ma sii realista sono stato congedato ormai e con disonore, nessuno mi darà più un distintivo.
    Chin: Non sarà un problema credimi!
    Danny: Di di sì, non accetterà un rifiuto!
    Steve: Non ti facciamo la carità. Ci servi.
    Lou: Beh, se proprio insisti...ecco, mi dona? Che dite?
    Chin: Ti sta a pennello!
    Steve: Ha trovato un proprietario!
    Kono: Benvenuto!
    Lou: Grazie! Grazie mille!
    Chin: È bello averti con noi.
    Lou: Non so che dire, amico!
    Danny: Spero che ti piaccia farti sparare addosso!

Stagione 5[modifica]

Episodio 1, Sotto assedio[modifica]

  • Danny: E così noi due...siamo colleghi da 3 anni...
    Steve: 4!
    Danny: Ecco, questo è appunto l'atteggiamento di cui parlavo.
    Steve: Ti ho solo corretto.
    Danny: Ok...4 anni...
    Steve: Sono 3 anni, 11 mesi e 2 giorni in realtà.
    Danny: Hai finito?
    Psicologa: Il detective Williams le ha fatto una domanda.
    Steve: Quando?
    Psicologa: Le ha chiesto se le avrebbe permesso di finire il discorso.
    Steve: ...ma lei...da che parte sta?
    Psicologa: Io non faccio favoritismi comandante, sono un osservatore neutrale. Il Governatore mi ha chiesto di fare la valutazione psicologica del personale. Ero interessata a ciò che voleva dire il detective.
    Danny: Grazie.
    Steve: D'accordo, sì, va bene a volte noi non siamo d'accordo su certe cose ma io non lo considero un grosso problema...
    Danny: Aspetta...hai detto su certe cose?
    Steve: Che c'è?
    Danny: Io invece direi su ogni cosa!
    Steve: Allora dimmene una.
    Danny: Va bene...io non riesco mai a guidare la mia automobile.
    Steve: È ridicolo che ti arrabbi per questo, perché qualsiasi persona sarebbe felice di farsi portare in giro ogni giorno tutto il giorno!
    Danny: Ma che cos'è A spasso con Daisy?, vorrei solo guidare io ogni tanto!
    Steve: Infatti ogni tanto guidi!
    Danny: Ogni tanto? Hai la faccia tosta di dirlo qui davanti alla psicologa?
    Steve: Vorresti dire forse che non guidi mai la tua auto? Non guido sempre io!
    Danny: No, io guido la mia auto quando tu non ci sei! Quando sono solo guido la mia auto, certo!
    Steve: Allora lo ammetti! D'accordo, va bene, te lo dico. Vuoi sapere perché viaggi da passeggero?
    Danny: Questa sarà...
    Steve: Ho la nausea se non sono io a guidare! [Danny ride] E lui ride! Lui ride! Ecco perché non ne avevo mai parlato!
    Danny: È ridicolo! È tutto ridicolo, chiaro? È il controllo che vuole, lui è fissato con il controllo! Di certo il mal d'auto non c'entra, mi creda!
    Psicologa: Detective Williams.
    Danny: Sì?
    Psicologa: Il comandante McGarrett ha condiviso un fatto molto personale con lei. Forse potrebbe mostrare un po' di rispetto.
    Danny: Ma lui mente.
    Steve: Non è vero.
    Danny: È un Navy Seal!
    Steve: E allora che cosa c'entra??
    Danny: Va bene, va bene...
    [...]
    Psicologa: Parlatemi del vostro primo incontro.
    [Flashback del loro primo incontro nel garage del padre di Steve]
    Steve: 4 anni fa...il Governatore Jameson ha voluto affidarmi l'incarico di mettere insieme una task force e Danno...
    Danny: Sì, non chiamarmi così! Lui sa che non lo deve fare.
    Steve: Vero, chiedo scusa. Sir Daniel...
    Danny: Ora...ora stai davvero esagerando, devi finirla.
    Steve: Dai, andiamo, scherzo lo sai. Ho accettato l'incarico e il detective Williams è stato il primo che ho assunto. [Flashback di quando Steve va a casa di Danny per offrirgli il lavoro]
    Danny: Ecco, io non direi di essere stato assunto era più un rapimento! In altre parole non mi ha lasciato scelta.
    Steve: [Flashback di quando Danny dà un pugno a Steve perché gli hanno sparato] Aveva senso dell'umorismo, mi piaceva la sua personalità...
    Danny: Quando ti sparano addosso ti trovi a riflettere e capisci che lui è fuori di testa!
    [...]
    Psicologa: Quindi la Five-0 è una task force di cinque persone.
    Steve: Sì, ma siamo...siamo più di una task force, noi cinque siamo ohana.
    Psicologa: Perché quell'espressione detective Williams?
    Danny: Ah, no, no, niente di grave. Credo soltanto di essere d'accordo con lui per la prima volta.
    Steve: In fondo stiamo bene!
  • Danny: Jerry, so che mi pentirò di questa domanda ma che stai sorvegliando?
    Jerry: Una cosa che spetterebbe a voi.
    Danny: Ragazza che fanno yoga? Sono pericolose!
    Jerry: Il negozio accanto. Libri antichi.
    Steve: Che c'è di strano?
    Jerry: Due settimane fa il proprietario è rientrato da Dusseldorf dove ha comprato l'intero inventario di una vecchia biblioteca che adesso ha chiuso!
    Danny: [Prendendolo in giro] Da non credere! Be', c'è da arrestare un criminale, che aspettiamo?
    Jerry: Non fare lo spiritoso. Non ha commesso un crimine ma lo farà! Fidati.
    Steve: Perché ne sei certo?
    Jerry: La biblioteca di Dusseldorf era antica, i libri del suo fondo erano d'epoca. La composizione di quelle pagine è 75% cotone e 25% lino finissimo, sapete che vuol dire?
    Danny: Io, sì. Sono perfette per la contraffazione.
    Jerry: Lei signore è un fuori classe.
    Steve: Ha comprato i libri, non è detto che voglia riciclare i volumi per stampare banconote false.
    Jerry: E che vuole farci?
    Steve: Visto che è un negozio di libri, il proprietario avrà intenzione di venderli!
  • Jerry: Bene, per fortuna ci siete tutti, ho altre notizie sul drone che cercate. Ma devo chiarire un punto. Qualsiasi cosa vi dica oggi non dovrà essere collegata a me, alla mia famiglia o a chiunque conosca. Sono qui solo per vistare il palazzo, niente di più e un'eventuale tentativo di associarmi alle informazioni che sto per svelarvi verrà negato con forza da me e dall'avvocato che ingaggerò. È tutto chiaro?
    Danny: Vuoi che firmiamo tutti qualcosa o ti è sufficiente un va pure avanti!
  • [Steve è stato ferito alla gamba]
    Steve: Non posso guidare, Danny.
    Danny: Oh, davvero? C'è un lato positivo anche nelle tragedie, fantastico!
    Steve: Ma guarirò, non ti ci abitare!
  • Dovevi chiedere se per caso hanno un programma fedeltà! Ogni 5 proiettili, un'estrazione è gratis! (Lou)
  • Kamekona: Cosa? Ma non ti avevano sparato?
    Steve: È così! Alla coscia.
    Kamekona: Alla coscia? Non conta!
    Danny: Ah, no, tu non sentiresti niente!
    Kamekona: Credevo che fossi al tappeto, ti ho portato i miei gamberi e dei bei palloncini!
    Steve: La prossima volta mi faccio sparare a un organo vitale se vuoi!

Episodio 2, Padre di famiglia[modifica]

  • Marco Reyes: Capisco che tu sia arrabbiato con me per essermi presentato a casa tua...ma non vedevo altro modo di contattarti.
    Danny: Be', sai, da queste parti abbiamo un apparecchio chiamato telefono!

Episodio 3, L'ultimo colpo[modifica]

  • Kamekona: [Portando dei gamberetti] Ecco qua!
    Jerry: Quando li hanno pescati?
    Kamekona: Stamattina! Se li vuoi più freschi li devi mangiare sott'acqua!

Episodio 4, Il pittore[modifica]

  • Lou: Ah, ne ho sentite di storie in trent'anni di polizia ma questa le batte tutte!
    Chin: È pazzesco! Ma apprezzo l'originalità!
  • Jerry: Come posso aiutarvi?
    Steve: Allora, ascolta. Se qualcuno volesse vivere fuori dalla società, Jerry, e sto parlando di fuggire da tutto, evitare l'imposta sul reddito, andare molto, molto lontano, dove andrebbe?
    Kono: Nessun turista impiccione, niente telefoni...nessun contatto con l'esterno!
    Lou: Quello che cercano di dire è: dove vivono quelli che la pensano come te?

Episodio 5, L'eredità[modifica]

  • Shaw: Jerry accumulare le cose in modo compulsivo è un disturbo. Te l'hanno mai detto?
    Jerry: Ah, sì, dottoressa? Stare sempre con i morti potrebbe essere al limite della necrofilia. Te l'hanno mai detto?
    Shaw: La negazione è un sintomo!

Episodio 6, Il falsario[modifica]

  • Max: Signori, la buona notizia è che la nostra vittima è ben conservata, quella cattiva è che è sotto zero! [Porge due giubbotti a Chin e Lou]
    Lou: Sai come chiamiamo il sotto zero a Chicago? Aprile!
  • Steve: Avevi ore di conversazioni registrate, foto di sorveglianza. Sai cosa sta facendo Farrow? Sta distruggendo le prove!
    Jerry: Quindi mi credete!
    Steve: Sì!
    Danny: Io...ci penso su!
    Jerry: Questo mi basta! Possiamo andare ad arrestarlo?
  • Ellie: Mi dispiace ma io...io non vedo come un giudice vi possa firmare un mandato. Informazioni recenti e affidabili, i criteri sono questi. Recenti lo sono ma non sono molto sicura che siano affidabili.
    Jerry: Che significa?
    Ellie: Che un teorico del complotto che ha infranto la legge non è affidabile!
  • Danny: Un attimo, se gli inglesi sanno che Farrow falsifica banconote in America, non saranno così ansiosi di averne la responsabilità!
    Steve: Vero.
    Jerry: Ehi. Ce la fate qui senza di me?
    Danny: [Sarcastico] No!
    Jerry: Credo che dovrete!
  • Ellie: Ciao!
    Steve: Ciao!
    Ellie: Ho scelto un brutto momento? Il detective Williams ha insistito perché ti aspettassi qui.
    Steve: Davvero?
    Danny: Sì! Stava parlando di una persona cortese, educata, di un gentiluomo, volevo essere certo che fosse lo stesso McGarrett!
  • Jerry: Secondo i servizi segreti, Helmes ha dei legami con una cellula radicale dell'IRA.
    Danny: Dell'IRA? Credevo fossero morti con l'ultimo disco dei Duran Duran!
    Jerry: Pare che torneranno sulla scena. Facce nuove, stessi ideali. L'IRA, non i Duran Duran!
    Danny: ...certo...

Episodio 8, Il matrimonio[modifica]

  • Danny: La bella notizia è che Deb sta meglio ed è innamorata, la brutta è non ti piace il suo co...
    Steve: Fidanzato! Fidanzato e presto marito! Domani in realtà. E non è che non mi piaccia, in lui c'è qualcosa che non quadra.
    Danny: Non quadra? In che senso non quadra?
    Steve: Per essere un ex insegnante dà mance da rapper.
    Danny: Si gode la vita finché può!
    Steve: È quello che ha detto lui! E da quando un insegnante in pensione dà dei consigli legali?
    Danny: Non lo so, forse è un uomo con varie passioni.
    Steve: E sai che altro c'è? Le sue mani!
    Danny: Le mani?
    Steve: Ha le mani soffici, bellissime, cioè dovrebbero essere ruvide, non è un ragazzino!
    Danny: Ah! Ma hai detto che è in pensione. Personalmente penso che tu stia esagerando ma se sei preoccupato, fai indagare qualcuno per tranquillizzarti.
    Steve: L'ho chiesto a Jerry!
    Danny: Oh, Mr. Complotto, ti tranquillizzerai di sicuro! Buona idea!
  • [Durante un inseguimento]
    Danny: Ehi! Va più piano! Per caso prendi lezioni di guida da McGarrett?
    Lou: Sei mai stato a Chicago?
    Danny: Sì, ci sono stato!
    Lou: Be', a Chicago quando diciamo a qualcuno di guidare è così che guida e con la neve!
  • Steve: Ecco, questo, questo è un problema che non sono andato a cercarmi, me lo sono trovato tra le mani!
    Danny: No, teori...no, non teoricamente, nello specifico questo problema esiste solo perché hai fatto delle ricerche su Leonard pensando che fosse un criminale! Ma rimanga fra noi!
  • Steve: Il fatto è questo. No, non conoscerò mai il vero Leonard Cassano ma lui ama mia zia e lei ama lui e questo deve bastarmi. Sì, andiamo! Stai alla grande!
    Lou: Grazie.
    Danny: Sai che cosa sei? Un grosso marshmallow pieno di testosterone!
    Steve: L'avresti fatto anche tu, smettila!
    Danny: Certo, perché sono famoso per la mia grande pacatezza!
    Steve: Davvero? E io per che cosa sono famoso?
    Danny: Tu? Sei famoso per la pessima guida e il braccino corto!

Episodio 9, Alberi di Natale[modifica]

  • [Sono nella riserva naturale di Kuliouou per prendere una albero di Natale per Danny]
    Danny: Ehi, non farlo!
    Steve: Eh??
    Danny: Aspetta! Aspetta!
    Steve: Eh?
    Danny: Ho cambiato di nuovo idea!
    Steve: Non ti sento!
    Danny: Ho detto, non credo che sia una buona idea!
    Steve: Perché dici una cosa del genere?
    Danny: Be' perché questa è una riserva forestale protetta, chiaro? Perché tagliare alberi è severamente proibito! Perché i trasgressori saranno puniti secondo...sono frasi prese dal grande cartello che c'era all'entrata! Hai presente quello che dice le cose da non fare? Quello, ok?
    Steve: È Natale, Danny. A te e Grace serve un albero, lo vuoi?
    Danny: Certo, lo volevo, lo voglio un albero ma non così!
    Steve: 750 dollari sono troppi per una albero e tutti i venditori li hanno finiti! Guardati intorno, che cosa vedi? Cosa vedi?
    Danny: Alberi.
    Steve: Tanti, tantissimi alberi! È pieno di alberi qui, nessuno si accorgerà che ne manca uno!
  • Danny: Non ci credo, mi hai reso complice di un crimine.
    Steve: Un piccolissimo crimine!
    Danny: Le prove che ci incastrano sono sul tettino della mia auto!
    Steve: Danny, nessuno saprà da dove viene quest'albero!
    Danny: Io, saprò da dove viene quest'albero! Ogni volta che lo guarderò, penserò a come ho infranto la legge per averlo, ecco, hai rovinato il Natale! Sai che cosa sei?
    Steve: Sono stufo di ascoltarti!
    Danny: Un distruttore del Natale. Sei come Scrooge!
    Steve: Ba...bubbole!
    Danny: Ah-ah, d'accordo.
    [Suona il telefono di Steve]
    Steve: Ti va di rispondere?
    Danny: Sono il tuo maggiordomo? È il tuo telefono!
    Steve: No, io oggi ho un incontro con il Governatore, se è un caso è per te!
    Danny: Fammi un favore, quando vedi il Governatore digli che hai passato la mattinata a vandalizzare la sua isola! D'accordo?
    Steve: Oh, mio Dio! [Risponde al telfono] Vi passo il signor malcontento, grazie!
  • Lou: Dobbiamo prenderlo al lazo!
    Steve: Era una metafora equestre?
    Lou: Sissignore!

Episodio 10, Sogni infranti[modifica]

  • Danny: Bene, ottimo lavoro.
    Shaw: Grazie.
    Danny: Ehi...è...bello vedere che ti senti meglio.
    Shaw: Sì, grazie. Stamattina è stato un po' fuori luogo.
    Danny: No, senti...è comprensibile. Lavorare a stretto contatto con Max farebbe piangere chiunque!
  • Jerry: Il risultato è che Kamekona mi paga sottobanco, il che è un bene, visto che io e il fisco non ci stiamo particolarmente simpatici! In più il lavoro non è male e ho anche il 20% come sconto dipendenti.
    Chin: Jerry, ti rendi conto di aver appena ammesso di evadere le tasse?
    Jerry: Be', potrei sempre licenziarmi...ma poi probabilmente dovrei trasferirmi da te in modo definitivo.

Episodio 11, Il più grande colpo[modifica]

  • Nicole Booth: L'uomo che cerchiamo noi non è in alcun database, Gerard Hirsch. La sua fedina penale è pulita, è uno stimato perito, ma per quelli del giro è un intermediario del mercato nero, grande esperto di arte rubata ed è anche un noto pervertito.
    Steve: Bene, saperlo è un gran vantaggio. Serve una volontaria...[Girandosi verso Kono]
    Kono: Oh no!

Episodio 12, Duplice omicidio[modifica]

  • Steve: Ciao!
    Danny: Ciao, ti faccio una domanda, ok? Come hai fatto a pensare che fosse una buona idea lasciare mia figlia di 12 anni da sola in una strada deserta, come hai fatto a lasciarla lì?
    Steve: Ciao, io sto bene, tu come stai?
    Danny: No, no, no, no, no, non farlo, ok? E rispondi!
    Steve: Che c'è, era una zona tranquilla...
    Danny: Oh, certo, certo, certo, perché i deviati, i pazzi e gli psicopatici girano sono nei quartieri pericolosi, eh!
    Steve: Non ha corso nessun pericolo, Danny. L'avrò lasciata lì nemmeno 5 minuti! Tu stai...esagerando, come al solito.
    Danny: Che? Sto esagerando?
    Steve: Sì! Io non sono sempre ossessionato dal fatto che possa capitare qualcosa di terribile!
    Danny: No, no, tu sei ossessionato da un'automobile!
    Steve: Lo sai, è un'auto classica, bada a come parli!
    Danny: Ti prego è un classico ammasso di ferraglia quell'auto!
    Steve: Lo sai che significa per me! Lo sai!
    Danny: Fai sempre così, commetti un errore ma vuoi far passare me per il cattivo!
    Steve: Tu sei il cattivo! Non vedi che stai continuando?
    Chin: Andate ancora dalla psicologa? [Non rispondono] Secondo me dovreste tornarci!
  • Delano: Dottore, vorrei presentarle due miei carissimi amici. Lui è Steve McGarrett e lui Chin Ho Kelly, sono due agenti della Five-0. Mio fratello ha ucciso la moglie di Kelly due anni fa, lui anocra ne soffre, ha capito?
    Steve: Dottore ci può lasciare un minuto con lui?
    Dottore: Lui non ce l'ha un minuto, dev'essere operato subito altrimenti morirà!
    Chin: Allora ce ne servono cinque!
  • Adesso dicci, chi è la persona che più di tutte vorrebbe vederti morto? Presenti esclusi, ovviamente. (Chin) [A Delano]
  • Danny: E la tua auto?
    Steve: È messa male.
    Danny: In una scala da 1 a 10?
    Steve: Non lo fare.
    Danny: Di che parli?
    Steve: Tu banalizzi il mio dolore!
    Danny: Cosa? Voglio, voglio valutare i danni di quell'ammasso di ferraglia, che c'è non posso parlare?
    Steve: L'hai fatto, l'hai fatto ancora!
    Danny: Va bene...parliamo d'altro. Parliamo di qualcosa che fai di solito tu e cioè rischiare la vita dei bambini.
    Steve: Ok. Non avrei lasciato sola tua figlia se tu avessi fatto il padre. Che mi dici?
    Danny: Wow. Ok, a me non piace correre. Chiaro?
    Steve: A chi non piace correre?
    Danny: A me, l'ho appena detto!
    Steve: Era una domanda retorica!
  • Giornata piena. La mattina uccide e il pomeriggio bada al nipote! (Danny) [Ad un assassino]
  • Danny: Sai che cosa sei?
    Steve: Spara pure.
    Danny: Sei...un biscotto poco cotto, che rimane morbido all'interno! Dovevi arrestare il ragazzo e gli trovi un lavoro. Sei adorabile, ti piace aggiustare i giocattoli rotti eh!
    Steve: Sì, è così!

Episodio 13, Il giorno del giudizio[modifica]

  • Joe: Allora, portiamolo al Tripler e ti offro un lokomoko!
    Steve: Per questa cosa mi devi più di un hamburger con il riso, Joe!
    Joe: Ok, ti offro anche la granita!
  • [Hanno avuto un incidente in macchina]
    Steve: E la portiera?
    Joe: Intendi quella cosa che si apriva e chiudeva? Temo che dovremo risarcire l'autonoleggio!
  • [In ospedale]
    Danny: Ehi, ascoltami, perché non prendi una casa qui vicino tanto vieni spesso, eh! Che ne dici?
    Steve: Sto bene se ti interessa!
    Danny: [Al medico che lo sta curando] Gli timbri la tessera fedeltà, eh!
  • [Arrivano alla casa del sospettato che spara contro Lou, Steve e Joe]
    Lou: Non so se abbiamo ragione su di lui ma credo non voglia compagnia!
    Steve: Troviamo un'altra entrata!
    Joe: Copritemi, m muovo!
    Lou: [Vedendo che Joe si arrampica sulla staccionata di fianco alla casa] Ma che cosa fa?
    Steve: Quello che farei io!
    Lou: Questo spiega tutto!
    Steve: Cioè?
    Lou: Non sei sempre stato uno squilibrato, ti ci ha fatto diventare lui!
  • [Joe, per neutralizzare le api infette, si getta con il furgone nel mare e Steve stava per tuffarsi, non vedendolo riemergere]
    Steve: Non potevi fare più scena?
    Joe: Potevo restare sotto altri 30 secondi ma non volevo che ti bagnassi!
    Steve: Oh! E come sai che mi sarei tuffato?
    Joe: Ti ho addestrato io!
    Steve: Avanti vieni, ti aiuto.
    Joe: No, meglio di no, Steve. Potrei essere contagioso.
    Danny: Quelli del centro di prevenzione malattie staranno arrivando.
    Steve: Potevi morire, lo sai?
    Joe: Guarda che lo avresti fatto anche tu!
    Danny: Ha ragione! Saresti stato altrettanto stupido!

Episodio 15, Il signore della guerra[modifica]

  • Danny: È morto! È morto!
    Steve: Buongiorno anche a te!
    Danny: Giuro, sto andando ad uccidere quel piccolo punk. [Vedendo che Steve ha preparato il caffè] Ah, bene!
    Steve: Chi uccidiamo?
    Danny: Nella classe di Grace c'è un ragazzino che si chiama Apane e le scrive ininterrottamente. Messaggio, messaggio, messaggio, messaggio...messaggio, messaggio...
    Steve: Come fai a sapere che le scrive?
    Danny: Perché le ho comprato un cellulare nuovo e chissà come nel cloud condiviso della famiglia si è mischiato tutto. E così, ora, i loro messaggi arrivano anche a me!
    Steve: Quindi la stai spiando!
    Danny: Io non spio mia figlia! Te l'ho spiegato, no, prima cosa. Seconda cosa, si chiama fare il genitore!
    Steve: E anche...spiare, giusto?
    Danny: Senti non sono venuto qui per...[E vede Steve che mette il burro nel caffè] che cosa, ma che cos'è? Che fai?
    Steve: Che c'è?
    Danny: Come che c'è, hai messo il burro nel caffè!
    Steve: Sì, burro biologico, assaggia!
    Danny: Non hai il latte? Ma stai impazzendo, che cos'hai?
    Steve: È una cosa che facevo nei Navy Seal, credo per incrementare le funzioni cerebrali. Ehi, è per il cervello, dovresti provare, ti aiuterebbe!
    Danny: No, grazie. Coltiverò il mio infarto in modo tradizionale!
    Steve: Come ti pare.
    Danny: [Gli arrivano dei messaggi] È ancora lui! Implacabile. Assolutamente implacabile! Senti questo, ti piacerà!
    Steve: Che dice?
    Danny: Ehi, G., è così che lui chiama Grace. I tuoi cioccolatini preferiti? e lei Hershey's kisses! e lui Fantastico, anche i miei! Sì, sai perché ti diverte? Perché tu non capisci il sotto testo! Il sotto testo.
    Steve: Sono due ragazzi che parlano di cioccolatini, il giorno prima di San Valentino. C'è romanticismo nell'aria!
    Danny: Romanticismo nell'aria?
    Steve: C'è del romanticismo!
    Danny: No, niente romanticismo nell'aria. Sai perché? Perché ha 12 anni! Niente romanticismo nel suo spazio aereo, punto!
    Steve: Mi vuoi ascoltare, per favore, rilassati, rilassati! Hai una brava figlia. Devi solo fidarti di lei.
    Danny: Mi fido di lei, mi fido molto, è di lui, di quel bullo che non mi fido!
    Steve: Va bene, facciamolo fuori!
    Danny: Ok, così mi piaci!
  • Danny: Sai, quando ero giovane, se mi piaceva una ragazza dovevo andare a dirglielo, con la voce, da essere umano, adesso ogni ragazzino con i pollici e una tariffa tutto incluso può atteggiarsi a macho!
    Steve: Macho? Hai detto macho?
  • Chin: Che succede?
    Danny: Niente! A parte un predatore che scrive a mia figlia e un animale che mette il burro nel caffè, va tutto bene!
    Chin: Dicono che possa potenziare l'attività cerebrale!
    Danny: Davvero? [Mentre Steve sorride compiaciuto]
  • [Il ricercato è in un taxi pieno di C4 con un ostaggio ferito e Steve deve andare lì per assicurarsi che non muoia]
    Danny: Steve, ehi, vuoi farlo davvero? [Steve lascia giubbotto antiproiettile e armi] Era una domanda stupida!
    Lou: Ehi, fa attenzione!
    Danny: Ah, no! Quella è una parola che manca nel suo vocabolario, non la conosce!
  • Lou: Sai Danny, crescere i figli è come grigliare gli hamburger.
    Danny: Wow!
    Lou: Non puoi girarli per tutto il tempo, l'unica cosa da fare è tenerli sempre d'occhio e stare attento che non si brucino!
    Danny: Tutto qua?
    Lou: Sì, esatto!
    Danny: Ma è fantastico! Steve!
    Steve: Sì?
    Danny: Ascolta, Grover ha paragonato crescere i figli con cuocere hamburger!
    Lou: Qual è il problema?
    Steve: Mi piace!
    Danny: Ti piace?
    Steve: Mi piace!
    Danny: Certo perché fare paragoni è gratis e tu adori le cose gratuite, soprattutto le birre in realtà!

Episodio 16, Brace[modifica]

  • Danny: È la casa di un amico di un amico. È nostra per il weekend quindi...
    Amber: Questo weekend?
    Danny: Questo weekend!
    Amber: Oh, Danny, io devo lavorare...
    Danny: No, no, non devi lavorare! Ho chiamato il tuo capo questa mattina e sei libera, niente lavoro. E questo vale anche per il telefono, niente telefoni, niente distrazioni! Solo io e te.
    Amber: Va bene! Devo fare la valigia o l'hai fatta tu per me?
    Danny: No, non l'ho fatta, non l'ho fatta. Ma pensavo che potevamo non portarli vestiti questo weekend, se sei d'accordo!
    Amber: Ah, credo di essere d'accordo!
  • [Nel campo da golf]
    Lou: Ah...fratello...tu pratichi quello che chiamiamo golf del soldato, sinistra, destra, sinistra, destra...
    Steve: Che faccio di sbagliato?
    Lou: Be', innanzi tutto ti muovi come un gorilla. Non ti ricordi che ti ho detto nel parcheggio? Questo è un gioco di eleganza. Più colpisci con delicatezza, più lontano manderai la pallina!
    Steve: Ok, questa cosa non ha senso per me!
    Lou: Vediamo se questo ha senso. Vedi quella cosa bianca là in mezzo a quella cosa verde?
    Steve: Sì, lo vedo.
    Lou: Quella è la mia pallina, colpita con delicatezza. La tua dov'è? Te lo dico io dov'è la tua pallina, è finita in fondo a quel laghetto! Amico ascolta, io cerco solo di aiutarti. La settimana prossima ci sarà tanta gente per quell'evento benefico, rappresenterai in questo modo la Five-0?
    Steve: D'accordo, d'accordo!
    Lou: Va bene, ricomincia.
    Michelle Wie: Salve ragazzi!
    Lou: Salve...
    Steve: Ciao!
    Michelle Wie: Ciao, tutto ok?
    Steve: Sì e tu?
    Michelle Wie: Tutto ok!
    Lou: Signorina Wie, lo so, stiamo andando troppo piano, acceleriamo!
    Michelle Wie: No, non è per questo che mi sono fermata.
    Steve: Voi vi conoscete?
    Lou: Non faccia caso al mio amico ignorante, è uscito dalla sua caverna questa mattina con un driver in mano!
    Steve: Che ti prende?
    Lou: [Alla campionessa] Io sono...Lou! Lou Grover!
    Michelle Wie: Ciao, piacere di conoscerti. Michelle!
    Lou: E il golfista improvvisato è Steve McGarrett!
    Michelle Wie: Ciao! Come va?
    Steve: E io sono Steve! Mi dici che cos'hai?
    Michelle Wie: Se non ti dispiace vorrei darti una dritta, ti stavo guardando...
    Steve: Oh, beh, ma certo! Prego!
    Lou: Assolutamente sì, soprattutto se è gratis! Il suo motto è se è gratis, fa per me! Ti prego fa pure!
    Steve: Lo apprezzo molto. Grazie, grazie mille.
    Michelle Wie: Figurati, ti ho visto da laggiù e...forse dovresti andare un po' più indietro e allargare di più le gambe.
    Steve: Mi allontano dalla palla?
    Michelle Wie: Sì! Bravissimo, sì. Perfetto, piega le ginocchia.
    Steve: Così va bene?
    Michelle Wie: Bravo, fantastico. E ora tieni la testa bassa, lo sguardo sulla palla e colpisci!
    Steve: Ok! E colpisco! [Colpisce la palla]
    Lou: Ma che cavolo...
    Michelle Wie: Wow, un talento naturale!
    Steve: [Se la ride] Grazie! Grazie mille!
    Michelle Wie: Figurati!
    Steve: Sei una brava insegnante, hai mai pensato di insegnare golf?
    Michelle Wie: Se il lavoro che ho adesso dovesse andare male, è un'idea!
    Steve: Dovresti farlo, sei davvero grande!
    Michelle Wie: Grazie! Buon divertimento!
    Steve: Ciao Michelle, piacere di averti conosciuta!
    Michelle Wie: Piacere mio!
    Lou: Sarebbe una brava insegnante? Sai chi è quella? Quella lì è Michelle Wie, una grande campionessa mio caro, ha vinto l'Us Open 2014!
    Steve: Davvero?
    Lou: Sì, davvero!
    Steve: Ho capito perché sbavavi!
    Lou: Ah, non stavo sbavando! Stavo solo ammirando una giocatrice di golf professionista che si occupa di un caso pietoso come il tuo!
    Steve: Scusa, hai finito? Perché vedi quella cosa bianca davanti a te in mezzo a quella cosa verde? È molto più vicina alla buca della tua pallina, no? A me sembra che si senta sola! Parecchio!
  • [Al torneo di golf di beneficenza. Steve contro Lou. Lou è più vicino alla buca.]
    Danny: Ehi, amico! L'obiettivo del golf, non so se lo sai, è di far avvicinare la propria pallina a quella...bandierina!
    Steve: [A Michelle Wie che le fa da keddy] È il mio collega. Molto divertente, bravo! Che ci fai qui, dovresti essere a casa!
    Danny: Il dottore mi ha detto che mi avrebbe fatto bene prendere un po' d'aria e guardarti mentre vieni umiliato su un campo da golf!
    Michelle Wie: Se questi sono i tuoi amici, non hai bisogno di nemici!
    Steve: Sì, sono d'accordo.
    Michelle Wie: Ok, so che non sembra ma è un putt molto, molto facile.
    Steve: Sì?
    Michelle Wie: Puoi farcela!
    Steve: Posso farcela?
    Michelle Wie: Puoi farcela!
    Steve: [Lou telefona a Steve] Scusami...che c'è?
    Lou: Senti, non volevo urlare e umiliarti davanti a tutti ma ti dispiace se faccio questo putt veloce e vinco? Tanto non ce la fai.
    Steve: Accomodati pure!
    Lou: Eh, d'accordo...eccoci qua. [Sbaglia]
    Steve: [Telefona a Lou] Scusami ancora.
    Lou: [Alla figlia] Avevi detto che la buca era in discesa! [Risponde al telefono] Che cosa vuoi?
    Steve: Ah, ciao amico, senti...da quaggiù è difficile capirlo ma è entrata o no?
    Michelle Wie: Ci siamo, ultima buca, ultimo putt. Se ce la fai, hai vinto!
    Steve: Mi metti pressione?
    Michelle Wie: No, tranquillo, puoi farcela.
    Lou: Quando vuoi Tiger!
    Steve: Posso farcela.
    Michelle Wie: Ok, immagina la pallina che va nella buca.
    Lou: Sì, immagina il trofeo che va nelle mie mani!
    Michelle Wie: Non ascoltarlo, concentrati, puoi farcela, concentrati! [Colpisce e vince]

Altri progetti[modifica]