Helen Nielsen

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Helen Nielsen (1918 – 2002), scrittrice e sceneggiatrice statunitense.

Incipit di La decisione[modifica]

Ruth non era mai stata in un'aula di tribunale prima di allora. Era eccitante, sembrava di essere in un film, o alla televisione. Si affacciò sulla soglia, con la donna poliziotto a fianco, e subito ci fu un esplosione di flash e tutti coloro che si trovavano nell'aula si voltarono a guardarla. Per un attimo rimase confusa e imbarazzata. Con un gesto automatico si abbassò la giacca del tailleur di lana blu; le tirava sul davanti, da quando aveva messo su qualche chilo. Non che Ruth fosse grassa. Aveva un bel personale, troppo per sentirsi a proprio agio, perché Ruth, sebbene fosse abituata a nasconderlo, era straordinariamente timida. Ma era anche una donna. Si tirò giù la giacca, poi allontanò una ciocca di capelli biondi dalla fronte, il tutto celando le proprie emozioni con abilità così consumata che nelle edizioni del pomeriggio i titolisti dei giornali avrebbero rispolverato frasi come "tigre dal volto di marmo" e "gelida assassina" per le didascalie delle immagini. I flash avevano smesso di lampeggiare, e un poliziotto le fece strada.

Bibliografia[modifica]

  • Helen Nielsen, La decisione, traduzione di Annalisa Carena, in "American Pulp. I grandi maestri della crime story", a cura di Ed Gorman, Bill Pronzini e Martin H. Greenberg, Mondadori, 2001. ISBN 8804490624

Altri progetti[modifica]