Helga Schneider

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Helga Schneider (1937 – vivente), scrittrice polacca naturalizzata italiana.

  • La violenza sulle donne è antica come il mondo, ma nel 2009 avremmo voluto sperare che una società avanzata, civile e democratica non nutrisse le cronache di abusi, omicidi e stupri. (citato in Corriere della sera, 21 dicembre 2009)

Incipit di La baracca dei tristi piaceri[modifica]

Primavera 2001

La sala conferenze distava poche centinaia di metri dall'Hotel, Sveva la raggiunse su un marciapiede lucido di pioggia affiancato da alberi frustati dal vento. Un tragitto breve ma estenuante.
Il rinfresco era già cominciato. Due camerieri, uno dei quali dalla pelle scura, si aggiravano tra gli ospiti offrendo dei cocktails.
Sveva fu presentata agli altri invitati, frasi di circostanza, cortesi battute. Rilasciò due interviste: una a un giornale e l'altra a una nota emittente televisiva tedesca. Il pubblico era elegante, in ossequio al prestigioso evento che si svolgeva nel bellissimo edificio e monumento storico Martin-Gropius-Bau.

Bibliografia[modifica]

  • Helga Schneider, La baracca dei tristi piaceri. Il sesso forzato come strategia del nazismo, Salani, 2009. ISBN 9788862560702

Altri progetti[modifica]

Opere[modifica]