Isadora Duncan

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Isadora Duncan e Sergej Esenin, 1923.

Isadora Duncan, pseudonimo di Dora Angela Duncanon (1878 – 1927), danzatrice statunitense.

Citazioni di Isadora Duncan[modifica]

  • [Ultime parole prima che la sua sciarpa rimasta impigliata nella ruota di un'auto le rompesse il collo] Addio amici miei, vado verso la gloria.
Adieu, mes amis. Je vais à la gloire![1]
  • Il supremo poeta del nostro paese è Walt Whitman. Io ho scoperto la danza degna della poesia di Walt Whitman. Sono davvero la sorella sprituale di Walt Whitman.
The supreme poet of our country is Walt Whitman. I have discovered the dance that is worthy of the poem of Walt Whitman. I am indeed the spiritual daughter of Walt Whitman.
[...] I realised that the only dance masters I could have were Jean-Jacques Rousseau ("Emile"), Walt Whitman and Nietzsche.[3]

Note[modifica]

  1. Citata in Mary Desti, Isadora Duncan's End,1929; citata in Elizabeth M. Knowles, The Oxford Dictionary of Quotations, Oxford University Press, 1999, p. 455. ISBN 0198601735
  2. Da My life, p. 65.
  3. Da My life, p. 22.

Bibliografia[modifica]

Altri progetti[modifica]