Jacqueline Lichtenberg

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Jacqueline Lichtenberg (1942 — vivente), scrittrice statunitense. Ha usato anche lo pseudonimo Daniel R. Kerns.

Incipit di alcune opere[modifica]

La casa di Zeor[modifica]

Hugh Valleroy camminava avanti e indietro, senza curarsi degli spruzzi d'acqua fangosa che stava gettando sugli stivali del Direttore Distrettuale della Polizia Federale.
Il Direttore, Stacy Hawkins, stava rannicchiato sotto uno stretto cornicione e guardava il suo migliore agente che stava andando silenziosamente in pezzi. I due uomini avevano atteso sotto la pioggia della gelida notte di ottobre per più di un'ora. Hawkins sapeva benissimo che New Washington avrebbe chiesto la sua testa se la missione non fosse riuscita. E il successo dipendeva dai nervi d'acciaio di Hugh Valleroy.

Per Zeor, per sempre[modifica]

Digen Farris, Capo della Casa di Zeor, trisnipote del leggendario Klyd Farris, attraversò la sala d'aspetto della stazione ferroviaria, e sentì che la gente si voltava a guardarlo. Non sapevano chi era; sapevano soltanto che era un Sime.
Nella polverosa cittadina agricola di Sorelton era raro vedere un Sime in pubblico. Sorelton si trovava nel cuore del Territorio Gen, lontano dal confine del Territorio Sime più vicino. Tutti coloro che si trovavano nella sala d'aspetto erano Gen, quasi tutti abitanti locali che attendevano il grande evento settimanale, l'arrivo del treno per Westfield.

Bibliografia[modifica]

  • Jacqueline Lichtenberg, La casa di Zeor, traduzione di Roberta Rambelli, Fanucci, 1983.
  • Jacqueline Lichtenberg, Per Zeor, per sempre, traduzione di Roberta Rambelli, Fanucci, 1983.

Altri progetti[modifica]