Jacques Fesch

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Jacques Fesch (1930– 1957), criminale francese.

  • A casa nostra c'era tanta religione, quanta ce n'era in una scuderia, ed eravamo tutti dei mostri di egoismo e di orgoglio. [1]
  • La mia morte non è che una riedizione ben miserabile del Calvario. È ingiusta, inumana e barbara. L'accetto come tale e la offro per quelli che il Signore vorrà salvare. [1]
  • Nessuna preghiera mi porta maggiori consolazioni dell'Ave Maria e della Salve Regina. [1]
  • Pregare, pregare senza sosta, ecco ciò che devo fare. Gesù mi manda da sua madre ed è Lei che ha in mano la mia salvezza. [1]
  • Se date dei beni a i vostri figli, ma senza disciplina, è peggio che se li uccideste. [1]

Note[modifica]

  1. a b c d e Citato in Antonio Sicari, Il grande libro dei ritratti di santi, Editoriale Jaca Book, 1997.

Altri progetti[modifica]