Jasmine Cresswell

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Jasmine Cresswell, pseudonimo di Jasmine Rosemary Cresswell (1941 — vivente), scrittrice britannica, nota anche come Jasmine Craig.

Incipit di Mercanti di morte[modifica]

Suo padre stava morendo, e Isabelle Joubert era così arrabbiata che non aveva detto una sola parola da quando era salita sull'aereo all'aeroporto O'Hare, tre ore prima. Temeva che se avesse aperto bocca avrebbe cominciato a inveire contro chiunque avesse avuto la sfortuna di trovarsi a portata di voce. Oppure si sarebbe messa a singhiozzare e non sarebbe più stata capace di fermarsi. Non avrebbe pianto perché amava suo padre. Naturalmente no. Avrebbe sparso lacrime di rabbia, perché era così maledettamente infuriata per come Marc Joubert aveva scelto di indirizzare malamente i suoi talenti e di sprecare la sua vita.

Bibliografia[modifica]

  • Jasmine Cresswell, Mercanti di morte, [traduttore non indicato], Mondadori, 2001.

Altri progetti[modifica]