Jean de Gourmont

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Jean de Gourmont (1877 – 1928), scrittore francese.

Letterati contemporanei: Judith Gautier[modifica]

  • [...] è noto che le poesie cinesi, notazioni d'un'immagine o d'un sentimento, hanno la laconicità eloquente degli epitaffi. Sembra la polvere suprema della vita, ciò che ne deve rimanere come estremo vestigio. (p. 427)
  • Judith Gautier è una scrittrice della migliore tradizione francese e d'un ingegno più misurato e più classico che suo padre [Théophile], del quale non ha la fantasia un po' troppo brillante che riveste tutti i soggetti trattati da lui. Essa, la figlia, ha la saggezza e la bella condotta d'uno stile sempre ben appropriato, senz'infiorature, ai soggetti che presenta ed ai romanzi che racconta. (p. 427)
  • La signora Judith Gautier, figlia di Théophile Gautier, non è una letterata; s'accontenta d'essere una scrittrice di molto talento e sdegnosa del successo. Scrive per istinto, per suo diletto, come i rosai producono le rose; perciò l'opere sue non hanno la voga e la fama che si meriterebbero. Scrive sotto l'impulso dell’ispirazione che la pervade, e per esprimere le sue idee, le sue imagini ed i suoi sogni possiede una lingua chiara come l'acqua di roccia. (p. 427)

Bibliografia[modifica]

  • Jean de Gourmont, Letterati contemporanei: Judith Gautier, in Emporium Rivista mensile illustrata d'arte letteratura scienza e varietà, Istituto italiano d'arti grafiche Bergamo - Editore, volume XXVII, gen-giu 1908, pp. 427-430.

Altri progetti[modifica]