Jennifer Roberson

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Jennifer Mitchell Roberson (1953 — vivente), scrittrice statunitense.

Incipit di alcune opere[modifica]

Il sangue dei Cheysuli[modifica]

Sedeva vicino al torrente, seminascosta tra l'erba lussureggiante. Con cura intrecciava purpurei fiori estivi nell'unica treccia castano scuro, i piedi nudi immersi nell'acqua che scorreva rapida. Il rozzo abito giallo che indossava era costellato di steli e fiori dai petali gualciti e la terra umida l'aveva bagnato, ma lei non ci faceva caso. Deliberatamente si concentrava tutta sul suo lavoro, perché, se avesse permesso ai pensieri di correre liberamente, la consapevolezza – e la speranza – che lui sarebbe ancora potuto venire l'avrebbe sopraffatta.

Il Canto di Homana[modifica]

Aguzzai lo sguardo nella tormenta, cercando la figura di Finn. Cavalcava davanti a me, in sella a un piccolo pony delle Steppe, simile al mio, ma sauro anziché baio: era poco più di una macchia scura e indistinta fra i turbini di neve. Il vento mi colpiva in faccia; per farmi udire da Finn, avrei dovuto gridare. Abbassai la sciarpa di lana che mi copriva il viso e non riuscii a trattenere una smorfia, perché subito il vento tagliente mi soffiò cristalli di ghiaccio fra la barba.

Un giardino glorioso[modifica]

Feidra esaminò il giardino chiuso con occhio esperto. Ma era un occhio gentile, che in quel momento non stava cercando pecche; la pecca l'aveva già trovata in precedenza, aveva fatto le debite correzioni, e adesso era libera di godersi quello che si era creata.
«Una magia», disse, e sorrise. «Merris ne riderebbe.»
Sì, Merris ne avrebbe riso. Era fatta così. Diceva ciò che voleva dire, rideva quando aveva voglia di ridere, ridicolizzava i gusti altrui a confronto con i propri.

Bibliografia[modifica]

  • Jennifer Roberson, Il sangue dei Cheysuli (Shapechangers), traduzione di Maria Barbara Piccioli, Urania Fantasy n. 4, settembre 1988, Arnoldo Mondadori Editore, Milano
  • Jennifer Roberson, Il Canto di Homana (The Song of Homana), traduzione di Gaetano Staffilano, Urania Fantasy n. 12, maggio 1989, Arnoldo Mondadori Editore, Milano
  • Jennifer Roberson, Un giardino glorioso, traduzione di Elisa Villa, in "Con il cuore e con la spada", a cura di Marion Zimmer Bradley, Ed. Nord, 2006. ISBN 9788842914372

Altri progetti[modifica]