Jim Garrison

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Jim Garrison, nome completo Earling Carothers Garrison (1921 – 1992), magistrato statunitense.

Incipit di JFK. Sulle tracce degli assassini[modifica]

Stavo lavorando alla mia scrivania presso la sede del tribunale, quale procuratore distrettuale di New Orleans, quando la porta si spalancò e il mio viceprocuratore si precipitò dentro gridando: «Hanno sparato al presidente!» Erano da poco passate le 12.30 di venerdì 22 novembre dell'anno 1963.

Citazioni su Jim Garrison[modifica]

  • Come investigatore Jim Garrison non saprebbe trovare un pelo pubico in un bordello all'ora di punta. (Harold Weisberg)
  • Di solito si riordinano i fatti e poi si deducono le teorie. Ma Garrison deduceva le teorie e poi riordinava i fatti. E se i fatti non si adattavano diceva che erano state alterate dalla CIA.
Most of the time you marshal your facts, then deduce your theories. But Garrison deduced a theory, then he marshaled the facts. And if the facts didn't fit he'd say they had been altered by the CIA. (Charles Ward, ex assistente di Jim Garrison, da un'intervista per The Times-Picayune, New Orleans, 20 novembre 1983[1])
  • La mente della maggior parte parte degli esseri umani è un labirinto e la mente di Garrison è più labirintica della maggior parte di esse. (Clay Shaw)

Bibliografia[modifica]

  • Jim Garrison, JFK. Sulle tracce degli assassini, traduzione di Claudio Mussolini, Sperling & Kupfer, 1992.

Note[modifica]

  1. (EN) Citato in Patricia Lambert, False Witness, 1998, M. Evans and Co., New York, p. 228, ISBN 9780871319203

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]