Johanna Spyri

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Heidi, di Johanna Spyri

Johanna Louise Spyri nata Heusser (1827 – 1901), scrittrice svizzera.

Incipit di Heidi[modifica]

Al piede d'una fila di monti dalle cime frastagliate che guardano minacciose giù verso la valle dell'Alto Reno, c'è un paese come in Svizzera ce ne sono tanti: con la chiesa dal campanile a punta e la scuola, il mulino, il fabbro e il calzolaio. Quando il treno si ferma alla piccola stazione, il capotreno grida:
«Mayenfeld!».
Da Mayenfeld se ne va, serpeggiando per i verdi pendii, un sentiero che sale fino a una baita solitaria poco sotto le nude rocce della vetta più alta. Per quel sentiero, in una luminosa mattina di giugno, saliva una ragazzona che conduceva per mano una bambina infagottata in tre vestiti e uno scialle rosso, tutto il suo guardaroba, con i piedini in un paio di scarponcini chiodati nuovi nuovi.

Bibliografia[modifica]

  • Johanna Spyri, Heidi, traduzione di Alessandra Lavagnino, Giunti Editore, 2011. ISBN 9788809768659

Altri progetti[modifica]