John Boyne

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
John Boyne

John Boyne (1971 – vivente), scrittore irlandese.

Incipit di alcune opere[modifica]

Il bambino con il pigiama a righe[modifica]

Un pomeriggio, di ritorno da scuola, Bruno sorprese Maria in camera sua. La loro cameriera – che stava sempre a testa bassa, con gli occhi incollati al pavimento – tirava fuori dall'armadio tutte le sue cose. Perfino quelle nascoste sul fondo, che erano di sua esclusiva proprietà e non dovevano interessare a nessun altro. Le stava stipando in quattro grandi casse di legno.
«Cosa fai?» le domandò, cercando però di essere educato, perché anche se non era felice di averla scoperta intenta a frugare tra le sue cose, sua madre gli aveva insegnato a trattare Maria con rispetto e a non imitare suo padre, che invece le si rivolgeva così: "Giù le mani dalla mia roba."

Il ragazzo del Bounty[modifica]

Vi era un gentiluomo, un tipo alto con un'aria di superiorità, che la prima domenica di ogni mese aveva l'abitudine di venire al mercato di Portsmouth per rifornire la sua biblioteca.
La prima volta lo notai per via della sua carrozza: del nero più scuro che si fosse mai veduto, ma con la sommità punteggiata da una fila di stelle argentee, come se il proprietario vivesse in un mondo diverso dal nostro. L'uomo trascorreva la maggior parte della mattinata gironzolando tra i banchi di libri davanti alle botteghe o facendo scorrere le dita lungo i dorsi dei volumi sugli scaffali interni, estraendo alcuni esemplari per dare un'occhiata al testo e rigirandosene altri tra le mani mentre esaminava la rilegatura.

Bibliografia[modifica]

  • John Boyne, Il bambino con il pigiama a righe, traduzione di Patrizia Rossi, BUR, 2008. ISBN 9788817022538
  • John Boyne, Il ragazzo del Bounty, traduzione di Roberta Zuppet, Rizzoli, Milano, 2009. ISBN 9788817024118

Altri progetti[modifica]

Opere[modifica]