John Gordon

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
John Gordon

John Gordon (1925 – 2017), scrittore britannico.

Incipit di alcune opere[modifica]

Il cane[modifica]

«L'ho visto.»
«Figurati.»
«Era più grosso di me. Più grosso di te. Più grosso di lei, e di tutti.»
«Più grosso di Sally? È proprio piccola, la tua sorellina.»
La testa di Ron Stibbard si tese in avanti.
«Ti darò una botta sul cranio se non stai zitto. Era più grosso di noi tre messi insieme. Era enorme!»

Non crescere mai[modifica]

La mia mamma è molto bella. Tutti lo dicono. Specialmente mio padre. E a dirlo non sono solo gli uomini, ma soprattutto gli uomini. Lei è felice quando vede un uomo. Vedo che i suoi occhi diventano più neri quando un uomo si avvicina: non importa chi è o l'età che ha, e nemmeno se è un ragazzino come me. I suoi occhi diventano neri, neri — capisci cosa voglio dire? — con una specie di scintillio, e la sua bocca diventa molle. Davvero. Diventava molle per me quando ero molto piccolo. Adesso non più.

Bibliografia[modifica]

  • John Gordon, Il cane e Non crescere mai, traduzione di Gianni Pilo; in L'orrore del buio, a cura di Karl Edward Wagner, Newton & Compton, 1996. ISBN 8881831988

Altri progetti[modifica]