Jovan Dučić

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Jovan Dučić (1872 – 1943), poeta e scrittore serbo.

Citazioni di Jovan Dučić[modifica]

  • Sull'isola, piena di cipressi e di pini, | il giovine grande sole sfolgora, infiammato, | mentre aleggia sopra i boschi e le sponde un profumo, | acre e azzurro, dal mare primaverile. | Le montagne violacee, tutte di granito, | si specchiano nel fondo. Tacita, senza schiume, | la superficie mormora e bacia le rocce; | sopra le acque splende, caldo, vitreo, il firmamento... (da Mezzodì[1])

Note[modifica]

  1. Traduzione di Giovanni Maver. In Letteratura serbo-croata, a cura di Giovanni Maver, Casa Editrice Dr. Francesco Vallardi, Milano, 1960, p. 164; citato in in Letteratura universale, a cura di Luigi Santucci, vol. 34, Fratelli Fabbri Editori, Milano, p. 35.

Altri progetti[modifica]