Kryscina Cimanoŭskaja

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Kryscina Cimanoŭskaja (2019)

Kryscina Sjarhiejeŭna Cimanoŭskaja (1996 − vivente), velocista bielorussa.

Citazioni di Kryscina Cimanoŭskaja[modifica]

  • [Dopo la fuga dalla Bielorussia, rifiutando un rimpatrio forzato durante i Giochi olimpici di Tokyo 2020, e l'asilo politico in Polonia] Mia nonna mi ha telefonato e mi ha detto che in televisione tutti mi definivano una traditrice, mi ha detto: non puoi tornare in Bielorussia. [...] Sono basita che questa cosa sia diventata un caso politico, per me era solo una questione sportiva, il fatto che volevano farmi gareggiare in una competizione [la staffetta 4x400, ndr] per la quale non sono allenata. Io volevo solo correre alle Olimpiadi, era il mio sogno. È vero però che in Bielorussia bisogna fare attenzione a tutto quello che si dice.[1]
  • [Dopo la fuga dalla Bielorussia, rifiutando un rimpatrio forzato durante i Giochi olimpici di Tokyo 2020, e l'asilo politico in Polonia] Sono sempre stata lontano dalla politica, non ho firmato lettere né sono andata mai in piazza a protestare, non ho detto mai niente contro il governo bielorusso. Sono una sportiva e non so nulla di politica. Cerco di non fare altro che sport nella mia vita.[2]
  • [Dopo la fuga dalla Bielorussia, rifiutando un rimpatrio forzato durante i Giochi olimpici di Tokyo 2020, e l'asilo politico in Polonia] Vorrei tornare in Bielorussia. Amo il mio Paese. Non l'ho tradito e spero di poter tornare.[2]

Note[modifica]

  1. Citato in Filippo Zanoli, «Mia nonna mi ha chiamata e mi ha detto: non tornare in Bielorussia», tio.ch, 6 agosto 2021.
  2. a b Da un'intervista a Reuters; citato in L'atleta bielorussa è in Polonia: "Tornerò nel mio Paese quando lo riterrò sicuro", rainews.it, 5 agosto 2021.

Altri progetti[modifica]