La Storia (cortometraggio)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

La Storia

Descrizione di questa immagine nella legenda seguente.

Tempio del Leopardo, pagoda di Palsangjeon Beopjusa, in Corea del Sud, dove si sono svolte alcune riprese del film.

Titolo originale

The Story

Lingua originale inglese, cantonese
Paese Corea del Sud
Anno 2000
Genere arti marziali, azione
Interpreti e personaggi
Note
  • Film sulla trama originale del film incompiuto, di Bruce Lee, The Game of Death distribuito con i sottotitoli all'interno dei contenuti speciali del DVD del documentario Bruce Lee - La leggenda (2000)

La Storia, film del 2000 girato in Corea del Sud, distribuito con il documentario Bruce Lee - La leggenda (2000)

Frasi[1][modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Potremo non sapere mai come sarebbe stato The Game of Death se Bruce Lee fosse vissuto, ma sappiamo con estrema certezza l'idea che Lee aveva del film stesso mentre ne stava girando il finale. Secondo le 12 pagine della sinopsi[2], il film ha inizio su un aereo portato da Hong Kong. Il personaggio interpretato da Bruce Lee si chiama Hai Tien, un campione di arti marziali mai sconfitto, ora in pensione. Ad accompagnarlo ci sono sua sorella e il suo fratellino. La famiglia si accinge a fare un giro del sud-est asiatico, quando in volo viene annunciata una sosta di un'ora in Corea. L'aereo attera e si avvicina a un'uscita dell'aeroporto Kimpo nella Corea del Sud.(Narratore)
  • Bella giornata.(Hai Tien)
  • Accidenti che serpente! Così va meglio, non siate rigidi.(Hai Tien)
  • Questo è il tempio del leopardo. E' a tre ore da qui. All'interno c'è un tesoro nazionale. E' unico, vale milioni di dollari per il governo coreano. Dato che le armi laggiù sono proinite il tempio è difeso da lottatori. Ha cinque piani. Crediamo che il tesoro sia all'ultimo, ma ogni livello è ben difeso. Ho delle riprese di alcune guardie che affronterete. La sua specialità è l'escrima, un arte filippina con i bastoni. E' molto pericoloso ed è guardia del terzo livello, la sala della tigre. E' esperto di Nunchaku, un'arma che sono certo molti di voi conoscano. Questo è un maestro nell'hapkido settimo dan. Difende il quarto livello. E' abilissimo. Forse dovreste unire tutte le vostre forze per sconfiggerlo. Il primo piano è protetto da quest'uomo. I suoi calci hanno un potere devastante e sono velocissimi. L'entrata sarà bloccata da karateka, ma dovreste riuscire a batterli. I veri talenti sono nella pagoda. Se la porta del tempio fosse bloccata, com'è stato dal nostro ultimo tentativo, il fabbro aprirà la serratura e vi farà entrare. Una volta nel tempio, non so bene cosa affronterete. Un altro gruppo prima di voi ha tentato la scalata. Solo uno di loro è sopravvissuto, il Sig. Huang. Vedere i suoi uomini uccisi dalle guardie dell'ultimo livello gli ha provocato un grande stress mentale. Da allora è rinchiuso in un manicomio del posto. L'unica cosa che è riuscito a dire è: Agilità e potenza incredibili. Non sappiamo chi difenda l'ultimo livello, ma chiunque sia è molto pericoloso e abile. Il Sig. Huang era un lottatore formidabile, con calci efficacissimi, credo fosse uno degli studenti di Hai Tien. Spero che laddove ha fallito lo studente riuscirà il maestro. Hai Tien e il Sig. Tien saranno responsabili dell'operazione. Signori è tutto. (Il Boss)
  • Potere e agilità incredibili (Sig.Huang)
  • Più tardi, nel giardino della casa del capo si stanno allenando tutti eccetto Hai Tien, ancora reticente e preoccupato per la sicurezza della sua famiglia. (Narratore)
  • Buongiorno, gente!(Hai Tien)
  • Arrivato sulla zona, il gruppo deve aprirsi la strada combattendo dieci guardie, tutte cintura nera di Karate. Dopo avere sbaragliato i karateka, il gruppo si dirige verso la pagoda. Un uomo, il fabbro, apre la porta del tempio. I lottatori entrano per combattere, mentre il fabbro rimane di guardia fuori. E' nella pagoda che le battaglie epiche di The Game of Death dovevano svolgersi con ogni piano della pagoda difeso da un esperto lottatore. Al primo piano, sarebbe morto uno dei membri del gruppo. Al secondo piano, il piano della mantide religiosa, il quartetto avrebbe perso un altro componente. Per fortuna, i cambattenti del terzo piano della pagoda fino all'ultimo, furono ripresi da Bruce Lee. Alla fine del film, un Hai Tien barcollante scende le scale della pagoda e lascia il villaggio. Anche se Bruce Lee non completò il finale in tutti i suoi dettagli, è evidente dai passaggi di scena che il capo sarà arrestato. Hai Tien, la sorella e il fratello saranno di nuovo insieme dopo essere tornati all'aeroporto coreano. La sinopsi spiegava perfettamente l'azione che sarebbe stata richiesta nel film, mentre la coreografia dei combattimenti serviva a comunicare il messaggio di Lee sulla liberazione di sè nelle arti marziali.(Narratore)

Dialoghi[1][modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Ragazzo che chiede l'autografo: Non è Hai Tien, il lottatore?
    Hai Tien: Sono io
    Ragazzo che chiede l'autografo: Sono un suo ammiratore. Posso avere il suo autografo?
    Hai Tien:Certo
    Voce dall'aeroporto: Attenzione: chiamata per il Sig. Hai Tien, una chiamata per lei al telefono dell'uscita 16
    Hai Tien: Mi scusi un momento.
    Tien (Complice antagonista [al telefono]): Abbiamo sua sorella e il suo fratellino. C'è un'auto fuori che l'attende. Cammini con calma e salga in auto. Le vite dei suoi cari saranno salve se farà esattamente quanto le viene detto
  • Hai Tien: Zio Wang è stato gentile ad ospitarci a casa sua
    Il Boss: Finalmente abbiamo il piacere della sua compagnia. Lee Guo Hao. Gli stranieri lo chiamano tigre dal muso giallo. Qui ci sono cinque lottatori che vorrei presentarle
    Hai Tien: Non ancora. Forse ci sono dei giochi in camera tua. Dovresti andare ad aiutarlo a cercarli, non credi? Torno subito. Non fargli capire cosa sta succedendo. Rimanete qui e non andate in giro!
    Sorella di Hai Tien: Staremo bene.
    Il Boss: grazie di essere tornato. Loro parteciperanno alla nostra missione. Quest'uomo è un lottatore americano. Questo è il Sig.Wang. Riceve $ 2000, gli servono per curare sua madre. Questo è Yuan. Riceve solo $ 700, ma è molto forte. Questo è il nostro fabbro, il Sig. Kuan. Mi diverte molto. Questo è il Sig.Tien. Costa di più essendo molto efficace, è il campione in carica in Asia.
    Tien: Non amo i campioni in pensione mai sconfitti. Le ho appena parlato all'aeroporto. Come può aver dimenticato la mia voce?
    Hai Tien: D'aspetto sembra meno tosto.
    Il Boss: Calma, qui siamo tutti amici. Non tema, la pagherò per partecipare alla missione!
    Hai Tien: Non voglio i suoi soldi
    Il Boss: Forse no, ma si unirà comunque a noi per salvare la sua famiglia. Ci ritroveremo qui fra quattro ore per vedere un filmato di dove siamo diretti.
  • Hai Tien: Vorrei chiederle di prendere la sua auto per andare al manicomio domattina da solo.
    Il Boss: A vedere Huang? Certo che può prendere la mia auto, ma le dico che è una perdita di tempo.
    Hai Tien: Grazie del permesso.
    Il Boss: Lei mi piace per questo. Sa che DEVE tornare! Sa che se non lo farà non rivedrà mai più i suoi fratelli.
  • Tien: Sei un lottatore. Non mi piace per niente come ti vesti
    Hai Tien: Non conta come ci si veste. Conta l'abilità dell'uomo che c'è sotto i vestiti. A proposito, ultimamente hai fatto caso a come ti vesti tu?
  • Tien: Hai la pessima abitudine di fare tardi!
    Hai Tien: vuole che il lavoro sia fatto, vero?
    Il Boss: Posso assicurarle che i ragazzi stanno bene e non sanno niente del nostro progetto.
    Hai Tien: Comunque non ha scelta. Ha bisogno di me. Tra parentesi, che nessuno in questa casa osi toccarli con un dito!
    Il Boss: Posso assicurarle che le mie guardie si prenderanno cura di loro. Potrei perfino essere così generoso da farglieli vedere quando vuole, ma non pensi neanche di poter lasciare questa casa. La mia generosità ha un limite. Oggi rilassatevi e conservate le energie. Più tardi potrete allenarvi un pò.
  • Hai Tien: Voglio che ti ricordi di me.
    Fratello di Hai Tien: Perchè? ti vedo tutti i giorni.

Citazioni su La Storia[modifica]

[2]

Note[modifica]

  1. a b Questo cortometraggio anche se è un anello mancante del film incompiuto The Game of Death, e seppur distribuiti nello stesso DVD di Bruce Lee - La leggenda sono posti separatamente e quindi nel cortometraggio non ci sono frasi e dialoghi recitate nel 1972 ma soltanto alcuni frammenti di video senza audio del vecchio repertorio riscoperto
  2. a b In questo cortometraggio riproducendosi solamente le 12 pagine della sinopsi ritrovate da John Little che seppur abbia ricevuto molti elogi per avere riprodotto fedelmente quanto da lui ritrovato, ebbe anche molte critiche e perfino auguri di morte per avere trascurato altri dettagli del film incompiuto The Game of Death, riscontrabili al di fuori della sinopsi, come riportato anche da Joe Kenney (autore del best-seller The American Sound), durante un convegno a Dallas, Texas, dove stava promuovendo il suo libro su Bruce Lee, Game Over!. Il libro ruota attorno il film incompiuto di Bruce Lee, The Game of Death, offrendo una nuova visione sui miti, dicerie e fatti che circondano il film. Venne intervistato da Mike Wilson dandogli anche il permesso di riprodurre quattro capitoli pieni, però si fece fare la foto a condizione di avere il volto coperto per nascondere la sua identità. da Cityonfire.com.

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]