Laura Boella

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Laura Boella, 2012

Laura Boella (1949 – vivente), filosofa, docente universitaria e traduttrice italiana.

Citazioni di Laura Boella[modifica]

  • [La filosofia nel contesto attuale] È una finestra che si spalanca e dalla quale si guarda fuori, si immagina, si riaprono i giochi con sé stessi e con la realtà. Non la tratto come una disciplina, ma come la capacità di pensare, che appartiene a tutti, non solo ai filosofi. Se per filosofia intendiamo la capacità di pensare di cui tutti siamo dotati, allora possiamo pensare alle parole che usiamo, spingere lo sguardo oltre i numeri dei bollettini, ampliare la mente e il cuore. I filosofi dovrebbero fare questo: allargare mente e cuore.[1]
  • Negli Stati Uniti, lo sforzo di rendere autonoma la sessualità femminile dalla funzione riproduttiva produce gli esiti più interessanti con la valorizzazione etica e filosofica del principio materno di cura. In Francia e in Italia, il femminismo ha un'impronta decisamente teorica, debitrice della psicoanalisi di Jacques Lacan e del pensiero di origine fenomenologica e heideggeriana di Jacques Derrida, nonché dello strutturalismo linguistico. Luce Irigaray, Hélène Cixous, Julia Kristeva e in Italia Carla Lonzi e Luisa Muraro sviluppano un "pensiero della differenza" che rimette in discussione l'intera tradizione metafisica occidentale. Il femminismo entra nell'università, e soprattutto con i Gender Studies, diventa accademico. (da Femminismo, in Enciclopedia filosofica, vol. 4, Bompiani, Milano, 2006, p. 4026)

Note[modifica]

  1. Dall'intervista di Annarita Briganti, Laura Boella: "Le mie filosofe guerriere controcorrente", repubblica.it, 23 dicembre 2020.

Altri progetti[modifica]