Vai al contenuto

Laura Chimenti

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Laura Chimenti (1976 – vivente), giornalista italiana.

Citazioni di Laura Chimenti[modifica]

  • Ero alle medie. Mi piaceva scrivere. I miei temi erano lunghissimi. Le descrizioni che facevo di ciò che mi circondava erano sempre ricche di aggettivi. Non uscivo mai di casa se non avevo con me carta e penna, per annotare qualsiasi cosa vedessi o suscitasse in me emozioni. Da lì capii che il mestiere che avrei fatto da grande avrebbe avuto a che fare con la scrittura. Quando compii 18 anni, all’ultimo anno di liceo classico, venni a sapere di questa nuova facoltà universitaria: Scienze della comunicazione. Mi iscrissi e al terzo anno, presi l’indirizzo in giornalismo. Era la prima volta che un mestiere come il giornalismo veniva "ufficializzato", all’interno di una università. Da lì... a qui...[1]
  • Ho detto più volte che in passato ho fatto delle scelte per la famiglia. Ho rinunciato a tante opportunità di carriera quando le bambine erano piccole vedevo tanti treni passare davanti a me con il controllore che mi invitava a salire, e desiderava che occupassi il posto in prima classe ma la famiglia è sempre stato il mio primo impegno ora che le ragazze stanno crescendo mi sento pronta per affrontare tante occasioni di lavoro.[1]
  • La mia parola d’ordine: semplicità, non lo ho detto io ma una donna che di moda ne capiva molto più di me Coco Chanel. Come conduttrice del TG1 delle 20 entro quasi tutte le sere nelle case degli Italiani in un orario delicato, quello della cena, quello in cui ci si ritrova dopo una giornata faticosa, quello in cui, spesso, guardando il telegiornale, subisci una valanga di notizie non sempre allegre, il modo in cui un giornalista si pone conta e aiuta a digerire notizie scomode, brutte. Un giornalista non dovrebbe mai badare a come è, ma a come dà le notizie. Se a darle c’è un volto pulito, una persona elegante che sa porgere le informazioni in modo corretto e non invadente penso sia più apprezzato dal pubblico.[1]
  • Mi sento un’equilibrista della vita. Multitasking, ça va sans dire, e meno male che sotto alla fune c’è sempre una rete perché alle volte capita di scivolare e la rete per me è e sarà sempre l’amore di mio marito.[1]
  • Nella vita ti troverai sempre davanti a delle scelte, ad un bivio: vince l’istinto. Scegli ciò che pensi sia giusto senza pensarci troppo, la ragione ha un pregio: quello di essere formidabilmente acuta ma, a volte, si arrovella e trova cavilli e ostacoli. Vivi la vita e rendila la tua più grande ricchezza, a volte si sbaglia anche, ma è su quegli sbagli che si costruiscono basi solide per impegni, professioni, scelte ancora più vincenti.[1]

Note[modifica]

Altri progetti[modifica]