Laurence Cossé

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Laurence Cossé, 2011

Laurence Cossé (1950 — vivente), scrittrice francese.

Incipit di alcune opere[modifica]

L'incidente[modifica]

La cosa peggiore è che mi sarei tranquillamente potuta fermare, si disse Lou spegnendo il motore e abbandonando la nuca sul poggiatesta. Poteva finalmente chiudere gli occhi. Alle sue spalle, la porta del garage finiva di scendere con un lieve ronzio meccanico. Poi fu il silenzio. Lou sentiva il cuore pulsarle con forza, il cuore e le arterie, nel collo e nella testa, battiti terribili che sembravano sempre più violenti.

La libreria del buon romanzo[modifica]

Il meno che si possa dire è che la scomparsa di Paul Néon passò inosservata non solo nel cantone di Biot, dove sembrava che si fosse sistemato, ma addirittura a Crêts, striminzito paesino di cui occupava la casa più lontana.
Paul rovinò su uno spesso tappeto di foglie marce a valle del sentiero forestale su cui presumibilmente barcollava già da un po' (dieci giorni dopo, il giovane Jules Reveriaz trovò la sua sciarpa sul bordo del viottolo, a quindici metri dal punto in cui era caduto). Due o tre rami secchi si spezzarono sotto il suo peso. Tornato il silenzio, ci fu una vibrazione di un istante.

Bibliografia[modifica]

  • Laurence Cossé, L'incidente, traduzione di Alberto Bracci Testasecca, E/O, 2011. ISBN 9788876419461
  • Laurence Cossé, La libreria del buon romanzo, traduzione di Alberto Bracci Testasecca, E/O, 2011. ISBN 9788866320654

Altri progetti[modifica]