Luca Tarenzi

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Luca Tarenzi a Lucca Comics & Games 2014.

Luca Tarenzi (1976 — vivente), scrittore e traduttore italiano.

Incipit di Il sentiero di legno e sangue[modifica]

«Si muove.»
Furono queste le prime parole che sentii.
Seguì un istante di silenzio.
«Impossibile» fece un'altra voce.
«Si è mosso, l'ho visto.»
Di nuovo la voce che aveva parlato per prima: bassa, cavernosa, con l'accenno di un ringhio nascosto appena sotto la superficie. L'altra invece era acuta e vagamente metallica.
«Non può muoversi, è spento. È tutto fermo qua dentro. Guardaci, se non mi credi.»

Incipit di Quando il Diavolo ti accarezza[modifica]

È come nascere. Fu questo il primo pensiero di Arioch quando venne sulla Terra in una notte d'autunno, figlio di una coltellata e di un pugno di sillabe arcane. Solo che probabilmente faceva meno male. Sorse dal cemente della pavimentazione senza spaccarlo, rosso e luccicante del sangue che vi era stato appena versato. E, come per ogni creatura appena nata, la sua prima parola fu un urlo, che eccheggiò nel tunnel della metropolitana e fino alle volte della stazione deserta che si apriva da lì a pochi metri. Poi crollò in ginocchio.

Citazioni[modifica]

  • E sulla terra ogni cosa aveva la propria ombra. Ogni cosa e ogni persona. Ombre che seguivano gli uomini ogni giorno, in ogni momento, l'oscurità che non abbandona mai.
  • Il figlio di un angelo e di un mortale è la somma di due cose che, a giudizio di chi ha fatto le regole, non si sarebbero mai dovute incontrare: potere e libero arbitrio.
  • Ma chi non può domare gli eventi deve imparare a cavalcarli senza briglia, e per quello, se non altro, Arioch sapeva di avere la migliore delle predisposizioni.
  • Perché così doveva essere: il mondo delle ombre gli apparteneva e lui apparteneva ad esso. Non erano forse gli angeli caduti ombre di quel che erano stati un tempo?
  • Quando il diavolo ti accarezza, vuole l'anima.
  • Scendere in battaglia con la paura come comandante è un buon modo per non vedere il tramonto di quel giorno.

Bibliografia[modifica]

Altri progetti[modifica]