Marco Belpoliti

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Marco Belpoliti (1954 – vivente), scrittore e critico letterario italiano.

Citazioni di Marco Belpoliti[modifica]

  • A un certo punto del suo romanzo dei deboli e dei poveri[1] Manzoni fa dire a un suo personaggio: "Dio perdona tante cose per un'opera di misericordia!". Non sono un credente, ma guardando questa immagine della donna salvata dalle acque prego che, se c'è un Dio, apra il cuore di uomini che non sembrano più averlo. Apra il cuore a coloro che parlano il linguaggio dell'insensatezza, che non è neppure un linguaggio della politica ma della propaganda, il linguaggio della menzogna e dell'inganno. Mi rifiuto di credere che la pietà sia morta su quel fuscello di gomma sgonfia alla deriva nel Mediterraneo per quarantotto ore.[2]
  • Quando cala la nebbia tutto cambia. Tutto diventa misterioso, e il mistero che si cela dentro la nebbia contiene un ricordo, qualcosa simile al ricordo della madre.[3]

Citazioni su Marco Belpoliti[modifica]

  • Di cosa è fatta e da dove viene la vita di un uomo? Sembrano queste le domande sottotraccia dell’ultimo libro di Marco Belpoliti titolato Pianura e appena pubblicato da Einaudi. Sappiamo rispondere: la vita di un uomo è fatta innanzitutto dalla sua provenienza, dai timbri delle sue origini che non sono solo quelli familiari, ma anche quelli storici, sociali, culturali, geografici. Ogni biografia si radica in una terra. In gioco in questo libro è il farsi di una vita nel farsi della sua memoria. (Massimo Recalcati)

Note[modifica]

  1. I Promessi Sposi
  2. Da Quegli occhi che raccontano l'orrore , Rep.repubblica.it, 17 luglio 2018.
  3. Citato in Massimo Recalcati, La Pianura teatro dell’anima, la Repubblica, 28 gennaio 2021, p. 29.

Altri progetti[modifica]