Marco Missiroli

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Marco Missiroli (1981 - vivente), scrittore italiano.

Atti osceni in luogo privato[modifica]

Incipit[modifica]

Avevo dodici anni e un mese, mamma riempiva i piatti di cappelletti e raccontava di come l'utero sia il principio della modernità. Versò il brodo di gallina e disse – Impariamo dalla Francia con le sue ondate di suffragette che hanno liberalizzato le coscienze. – E i pompini.[1]

Citazioni[modifica]

  • C'è qualcosa che conta più della bellezza, della sensualità e del potere. È la purezza. Nessun uomo, e nessuna donna, riuscirebbe a desistere davanti alla possibilità di far proprio un candore.
  • L'osceno è il tumulto privato che ognuno ha, e che i liberi vivono. Si chiama esistere, e a volte diventa sentimento.

Note[modifica]

  1. Citato in Giacomo Papi, Federica Presutto, Riccardo Renzi, Antonio Stella, Incipit, Skira, 2018. ISBN 9788857238937

Bibliografia[modifica]

  • Marco Missiroli, Atti osceni in luogo privato, Feltrinelli, 2015.

Altri progetti[modifica]