Margherita Sarfatti

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Margherita Sarfatti nata Margherita Grassini (1880 – 1961), scrittrice e critica d'arte italiana.

Margherita Sarfatti

Citazioni di Margherita Sarfatti[modifica]

  • All'esposizione di Parigi l'estrema punta dell'avanguardia artistica era rappresentata dal padiglione dei Soviet e dalla sezione futurista italiana. Vi figuravano le concezioni d'insieme architettoniche e i progetti di decorazione e di scenari per teatro di Enrico Prampolini e Giacomo Balla, e i pannelli di Fortunato Depero, dai vivacissimi colori, dalle figure ricamate e sovrapposto in panno sul panno, di perfetta esecuzione e di finissimo gusto, con una composizione stilizzata in maniera schematica e talvolta caricaturale. Anche alcuni tra i suoi fantocci in legno dipinto attestano con i volumi sommari e la ricerca di ritmi curiosi ed efficaci, uno sforzo d'invenzione spesso felice.[1]

Note[modifica]

  1. Da Le Arti decorative Italiane a Parigi; in L'Italia alla Esposizione Internazionale di Arti decorative e industriali moderne, Parigi, 1925, p. 57; Citato in Gabriella Belli, La Casa del Mago Le Arti applicate nell'opera di Fortunato Depero 1920-1942, Catalogo Mostra, Museo d'Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto, Edizioni Charta, Milano-Firenze, 1992, p. 30. ISBN 88-86158-09-2

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]