Mery per sempre

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Mery per sempre

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Mery per sempre

Paese Italia
Anno 1989
Genere drammatico
Regia Marco Risi
Soggetto Aurelio Grimaldi (romanzo)
Sceneggiatura Aurelio Grimaldi, Sandro Petraglia, Stefano Rulli
Produttore Claudio Bonivento
Interpreti e personaggi

Mery per sempre, film italiano del 1989 con Michele Placido e Claudio Amendola, regia di Marco Risi.

Frasi[modifica]

  • Mi chiamano minchia dura. (Natale)
  • C'è chi nasce minchia dura, e chi nasce minchia secca... (Natale)
  • Cu nasci tunnu, nun pò morriri quadratu. (Pietro)
  • Che minchia scrivi?! Natale oggi non è triste per niente, Natale oggi cià i cazzi suoi! (Natale) [Scrivendo alla lavagna: Natale cia i cazzi suoi]
  • Io nun sugnu né canni né pesci, io sono Mery, Mery per sempre. (Mery)
  • Tu fici u letto, ti pulizziò i scarpe ora u letto un l'ave a fare solo a ttia l'ave a fare pure a mia! (Carmelo)
  • Tagghiami a panza minchia dura! (Carmelo)
  • Minchia karakiri fici. (Natale)

Dialoghi[modifica]

  • Mery: Io non mi chiamo Mario, mi chiamo Mery. Mery come Marilyn.
    Pietro: E di cognome tirapompini e sucaminchia!
  • Marco Terzi: Ma tu solo minchia sai dire?!?!
    Natale: Sì, solo minchia so dire, minchia!
  • Natale: Come ti chiami?
    Claudio: Claudio.
    Natale: Non te la fai la barba, Claudia?!
    Matteo: Claudia dove l'hai messa la pelliccia di pelle di topo, non la trovo più!
  • Natale: U spione a gai unnu vuliemu.
    Marco Terzi: Guarda che decido io chi entra e chi esce da questa classe.
    Natale: Ma qui nessuno di noi lo vuole.
    Marco Terzi: È vero? Sentite ragazzi Claudio ha fatto quello che doveva fare... allora sentiamo, doveva farsi violentare e starsene zitto? Vi ho fatto una domanda, mi volete rispondere?
    Natale: Doveva farsi rispettare se non voleva starci.
    Marco Terzi: E come? A Carmelo gli hanno trovato pure un coltello.
    Natale: Mio padre diceva sempre: "Meglio crepare che tradire".
    Marco Terzi: Tuo padre era un mafioso.
    Natale: E allora, ah?? C'hai qualcosa da dire contro la mafia?? La mafia è bene, la mafia è giusta... Mafia. Mafia.
    Marco Terzi: Smettila Natale.
    Tutti i ragazzi: Mafia. Mafia. Mafia. Mafia.
    Marco Terzi: [rivolto a Natale] Fanno così solo perché hanno paura.
    Natale: Mi rispettano e fanno bene.

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]