Mery per sempre

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Mery per sempre

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale Mery per sempre
Paese Italia
Anno 1989
Genere drammatico
Regia Marco Risi
Soggetto Aurelio Grimaldi (romanzo)
Sceneggiatura Aurelio Grimaldi, Sandro Petraglia, Stefano Rulli
Attori

Mery per sempre, film italiano del 1989 con Michele Placido e Claudio Amendola, regia di Marco Risi.

Frasi[modifica]

  • Mi chiamano minchia dura. (Natale)
  • C'è chi nasce minchia dura, e chi nasce minchia secca... (Natale)
  • Cu nasci tunnu, nun pò morriri quadratu. (Pietro)
  • Che minchia scrivi?! Natale oggi non è triste per niente, Natale oggi cià i cazzi suoi! (Natale) [Scrivendo alla lavagna: Natale cia i cazzi suoi]
  • Io nun sugnu né canni né pesci, io sono Mery, Mery per sempre. (Mery)
  • Tu fici u letto, ti pulizziò i scarpe ora u letto un l'ave a fare solo a ttia l'ave a fare pure a mia! (Carmelo)
  • Tagghiami a panza minchia dura! (Carmelo)
  • Minchia karakiri fici. (Natale)

Dialoghi[modifica]

  • Mery: Io non mi chiamo Mario, mi chiamo Mery. Mery come Marilyn.
    Pietro: E di cognome tirapompini e sucaminchia!
  • Marco Terzi: Ma tu solo minchia sai dire?!?!
    Natale: Sì, solo minchia so dire, minchia!
  • Natale: Come ti chiami?
    Claudio: Claudio.
    Natale: Non te la fai la barba, Claudia?!
    Matteo: Claudia dove l'hai messa la pelliccia di pelle di topo, non la trovo più!
  • Natale: U spione a gai unnu vuliemu.
    Marco Terzi: Guarda che decido io chi entra e chi esce da questa classe.
    Natale: Ma qui nessuno di noi lo vuole.
    Marco Terzi: È vero? Sentite ragazzi Claudio ha fatto quello che doveva fare... allora sentiamo, doveva farsi violentare e starsene zitto? Vi ho fatto una domanda, mi volete rispondere?
    Natale: Doveva farsi rispettare se non voleva starci.
    Marco Terzi: E come? A Carmelo gli hanno trovato pure un coltello.
    Natale: Mio padre diceva sempre: "Meglio crepare che tradire".
    Marco Terzi: Tuo padre era un mafioso.
    Natale: E allora, ah?? C'hai qualcosa da dire contro la mafia?? La mafia è bene, la mafia è giusta... Mafia. Mafia.
    Marco Terzi: Smettila Natale.
    Tutti i ragazzi: Mafia. Mafia. Mafia. Mafia.
    Marco Terzi: [rivolto a Natale] Fanno così solo perché hanno paura.
    Natale: Mi rispettano e fanno bene.

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]