Mino Argentieri

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Domenico Argentieri meglio conosciuto come Mino Argenteri (1927 – 2017), critico cinematografico italiano.

  • [Su ] Le sue [di Fellini] parole, le sue meditazioni scottanti confluiscono in un microfono che moltiplica all'infinito il volume della voce incline al "mea culpa" e decine di altoparlanti questa voce l'amplificano, la moltiplicano e la ricompongono in un clima da circo equestre, tra lo scoppiettio folgorante delle trovate e la suggestività coreografica dell'insieme. In mezzo a tanto fragore di buoni propositi e di sanguinanti lacerazioni, si insinua il dubbio che Fellini, nella sostanza, finga o comunque si compiaccia, conoscendo bene i gusti di una platea la quale, poco allenata anch'essa agli esami di coscienza semplici, e austeri, preferisce le manifestazioni di istrionismo spirituale. (da Rinascita, Roma, 16 febbraio 1963[1])

Note[modifica]

  1. Citato in Claudio G. Fava, I film di Federico Fellini, Volume 1 di Effetto cinema, Gremese Editore, 1995, p. 109. ISBN 88-7605-931-8

Altri progetti[modifica]