Nasos Vaghenàs

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Nasos Vaghenàs (1945 – vivente), poeta e scrittore greco.

Il culto universale di Costantino Kavafis[modifica]

Incipit[modifica]

Probabilmente nessun altro poeta greco è stato un critico così acuto della propria opera come Costantino Kavafis. L'espressione "Kavafis è un poeta del futuro", che egli diffondeva abilmente presso il grade pubblico attraverso la cerchia ristretta dei suoi estimatori, più che dalla vanità gli era evidentemente suggerita dalla colpevolezza che sarebbe venuto il momento in cui la grandezza della sua poesia (incomprensibile ai contemporanei) sarebbe stata finalmente riconosciuta come tale, e non solo nel ristretto àmbito greco.

Citazioni[modifica]

  • Kavafis ispira i poeti non perché la sua vita sia stata segnata da fatti sconvolgenti, ma soprattutto per il valore della sua poesia.
  • Kavafis, insieme con l'argentino Borges e il portoghese Pessoa, è uno dei tre poeti della periferia letteraria i quali, pun non essendo in vita, godono oggi di una fama mondiale e costituiscono un saldo punto di riferimento in virtù della loro singolarità. La fama di Borges è dovuta più alle opere in prosa che a quelle in poesia, fermo restando che la prosa borgesiana si caratterizza per la sua poeticità, tanto da poterla definire prosa poetica.
  • Come Kavafis, anche Borges si esprime in poesia servendosi dei mezzi della prosa, di una prosa che tra l'altro indosa una maschera ulteriore, quella dello stile saggistico.
  • Kavafis si esprime in una lingua debole, debole sia perché il greco è la lingua madre di pochi milioni di individui, sia perché essa, come solitamente e giustamente, si dice, è un unicum.
  • Credo che Pessoa sia oggetto di interesse più per il suo procedimento poetico che per i contenuti della sua opera. In particolare, l'adozione di molteplici schermi poetici e dei cosiddetti eteronimi, nonché le vicende della sua biografia, hanno creato la leggenda di Pessoa, inscindibilmente legata alla sua figura.
  • La leggenda di Kavafis nasce dal culto della sua poesia e solo in un secondo momento si estende alla figura del poeta.
  • La poesia di Kavafis sembra nuova perché caratterizzata da uno stile non riconoscibile. E questo perché i diversi elementi assorbiti dagli stili del suo tempo (romantico, parnassiano, simbolista, estetizzante) Kavafis, "nel suo periodo migliore", nelle poesie più significative, è riuscito a fonderli in una miscela affatto personale che le allontana o le distacca da essi.
  • Credo che l'ironia sia anche la ragione per cui la poesia di Kavafis è oggi più attuale che mai.

Explicit[modifica]

  • La poesia di Kavafis, con il suo gusto ironico e la sua capacità di demistificare la realtà umana, è oggi più attuale che mai, perché oggi ha l'opportunità di mostrare completamente la forza della sua adesione reale.

[Nasos Vaghenàs, Il culto universale di Costantino Kavafis, traduzione di Maurizio De Rosa Poesia, n. 150, maggio 2001, Crocetti Editore]