Nicu Ceaușescu

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Nicu Ceaușescu nel 1981

Nicu Ceaușescu (1951 – 1996), politico rumeno.

Citazioni di Nicu Ceaușescu[modifica]

  • Se mio padre credeva veramente di cambiare la storia, e vista la maniera in cui agiva penso che lo credesse, si sbagliava... anche se penso che avrebbe comunque introdotto riforme.[1]

Citazioni su Nicu Ceaușescu[modifica]

  • Il mio lavoro è stato di fare di Nicu un dirigente politico. Il Compagno ce lo ha affidato, a Pacoste e a me, una decina di anni fa. Non trova che abbiamo fatto un lavoro fantastico? Nicu sarà il primo patrizio comunista nella storia dell'umanità. È proprio questo che abbiamo fatto in dieci anni, con un materiale così grezzo come è il compagno Nicu. (Ștefan Andrei)
  • La differenza tra Nicu e gli altri due figli di Ceausescu non poteva essere maggiore. Ancora bambino, Nicu detestava la scuola e preferiva molto di più passare il suo tempo con le guardie del corpo e con gli agenti della sicurezza che pullulavano intorno alla residenza presidenziale, e imitarne gli atteggiamenti e il modo di esprimersi. Da adolescente era deriso da Valentin e da Zoia, che non lo vedevano mai con un libro in mano. Ma il padre e la madre vegliavano su di lui, e da loro Nicu otteneva tutto ciò che voleva alzando semplicemente la voce. A quattordici anni era stato lodato per avere virilmente disonorato, violentandola, una compagna di classe, e aveva tosto avuto la sua prima auto. A quindici, aveva avuto la sua prima barca. A sedici, era diventato un ubriacone attaccabrighe, che scandalizzava tutta Bucarest con i suoi incidenti automobilistici e le sue violenze sessuali. Le voci sulla "nausea esistenziale" di Nicu erano arrivate anche all'orecchio di Ceausescu, la cui consueta ricetta per curare le tare della società romena era: «Bisogna lavorare di più e più duramente». Perciò, quando aveva trovato qualche minuto da dedicargli, tutto l'aiuto che aveva dato al figlio era stato di dirgli: «Basta bere, e mettiti a lavorare». (Ion Mihai Pacepa)
  • Nicu, il figlio di Ceausescu e di Elena, era alla testa dell'Unione della gioventà comunista. E questo era solo l'inizio, perché non vi è sistema più suscettibile di nepotismo di quello comunista. (Ion Mihai Pacepa)
  • Quando Nicu salirà sul trono, mi sbronzerò per un'intera settimana, per un mese. (Ștefan Andrei)

Note[modifica]

  1. Citato in Il figlio di Ceausescu. "Mio padre sbagliava", la Repubblica, 16 marzo 1990.

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]