Paul Keres

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Paul Keres nel 1964

Paul Keres (1916 – 1975), scacchista sovietico, estone di nascita.

Citazioni di Paul Keres[modifica]

  • Ho incontrato molte volte Alekhine sulla scacchiera e sebbene in quel periodo io giocassi abitualmente contro i più forti giocatori del mondo, una partita con lui aveva sempre qualcosa "in più", era quasi un test particolare. Perché? Perché Alekhine aveva un modo diverso di considerare gli scacchi, rispetto a tutti gli altri maestri. Quando si giocava con lui, si era certi che si sarebbe sempre impegnato con tutte le proprie forze, profondendo nel gioco tutto il suo "sapere", e cercando di creare, come un vero artista, un capolavoro. Non sottovalutava mai l'avversario, in nessuna occasione giocava superficialmente, e, quel che è essenziale, cercava sempre di elaborare il piano di gioco più profondo e interessante. Anche se la sua posizione in classifica non lo rendeva necessario, lottava comunque per l'iniziativa, per "vincere", impiegando tutte le sue energie nella partita.[1]

Note[modifica]

  1. Citato in Alexander Kotov, Alekhine, traduzione di A. Capece e R. D'Arpino, Prisma, Roma, 1985, cap. IV, pp. 163-164.

Altri progetti[modifica]