Repubblica Democratica Somala

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Città somala con poster di Mohammed Siad Barre

Citazioni sulla Repubblica Democratica Somala.

Citazioni[modifica]

  • Che la Somalia fosse già, all'inizio degli anni '80, e anche prima, uno Stato di polizia, era noto a tutti. Che le sue carceri fossero sovraffollate e agghiaccianti non era un mistero per nessuno. Che fosse stata inclusa nella lista nera di Amnesty International era altrettanto noto. Che il suo regime fosse, infine, corrotto e inaffidabile, era di dominio pubblico. La Somalia di Siad Barre, dunque, godeva di una pessima reputazione e se c'era una nazione al mondo che, più delle altre, doveva possedere le prove delle iniquità del regime somalo, questa era l'Italia. (Angelo Del Boca)
  • Il [...] regime ricalcò il modello degli Stati satellite dell'Unione Sovietica: un solo partito, un solo sindacato, un'organizzazione femminile e gruppi del tipo Giovani pionieri. Grandi quantità di denaro furono investite negli armamenti anziché nello sviluppo, ma vi fu anche un consapevole finanziamento dello scuole, dove i bambini, oltre all'istruzione di base, ricevevano anche l'indottrinamento del regime. (Ayaan Hirsi Ali)
  • Siad Barre introdusse in Somalia uno Stato di polizia e cercò di dotare il Paese di un'economia fittizia di stampo sovietico comunista. Ciò, per le famiglie comuni, significava lunghe attese sotto i raggi spietati del sole di Mogadiscio, al fine di ricevere razioni limitate di generi di prima necessità: farina, zucchero, olio, sorgo, riso e fagioli. Non c'erano carne, uova, verdure, né olive o burro. Qualsiasi extra doveva essere acquistato di contrabbando al mercato nero. (Ayaan Hirsi Ali)

Mohammed Siad Barre[modifica]

  • Alcuni dicono che, poiché abbiamo adottato il Socialismo, dobbiamo fare a meno dell'Islam. Questo non è vero. Perché dovremmo gettare via la nostra religione? La nostra religione si oppone allo sviluppo economico del nostro popolo? No, la nostra religione lo promuove. Conserveremo la nostra religione ed edificheremo una società socialista.
  • Chi è contro il socialismo è il cattivo che cacciammo via dal suo edificio di mattoni rossi che appartiene al popolo somalo. È lui che ci sedeva dentro e fu colonizzato. È quello dietro il quale i coloni si nascondevano. È lui che si oppone al socialismo.
  • Il socialismo permetterà ad ogni somalo d'ottenere cure mediche, e garantirà ad ogni somalo di poter lavorare per la vita migliore che dovrebbe vivere in questo mondo. Il popolo può condividere questa vita in un modo onesto, giusto e uguale. Il Governo guiderà il popolo lungo questo cammino. Questo significa socialismo - praticamente, significa lavoro e la condivisione dei beni.
  • Nella nostra Rivoluzione, crediamo d'aver spezzato le catene dell'economia del consumo basata sull'importazione, e di essere liberi di decidere il nostro destino. E per realizzare gli interessi del popolo somalo; il conseguimento da parte sua d'una vita migliore, lo sviluppo completo delle sue potenzialità e il compimento delle sue aspirazioni, dichiariamo solennemente che la Somalia è uno Stato socialista.
  • Siamo uniti, e il tribalismo non esiste più. Lunga vita alla Somalia al posto del tribalismo.

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]