Robert Ervin Howard

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Robert Ervin Howard

Robert Ervin Howard (1906 – 1936), scrittore statunitense.

Incipit di alcune opere[modifica]

La bestia di Satana[modifica]

Oscurità egiziana!
Sono parole troppo misteriose per lasciare tranquilli, poiché suggeriscono non soltanto il buio, ma anche cose invisibili che stanno in agguato in quel buio; cose che si aggirano furtive nelle ombre profonde, e rifuggono la luce del giorno; figure indistinte che si muovono al di là dei confini della vita di tutti i giorni.

Nascerà una strega[modifica]

Taramis, Regina di Khauran, si destò da un sonno infestato dagli incubi, in un silenzio che sembrava più l'immobilità delle catacombe di notte che la normale quiete di un palazzo addormentato. Giaceva fissando l'oscurità, chiedendosi perché le candele nei loro candelabri dorati si fossero spente. Una manciata di stelle si stagliava contro la finestra dall'intelaiatura dorata che non faceva passare alcuna luce all'interno della stanza. Però, mentre Taramis rimaneva distesa sul suo letto, si rese conto di una chiazza di luce che brillava nell'oscurità di fronte a lei.

Bibliografia[modifica]

  • Robert Erwin Howard, La bestia di Satana, traduzione di Gianni Pilo, in "Storie di diavoli", Newton & Compton, 1997.
  • Robert E. Howard, Nascerà una strega, traduzione di Gianni Pilo, in "Storie di streghe", a cura di Gianni Pilo, Newton & Compton, 1996. ISBN 8881834480

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]