Ryan David Jahn

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Ryan David Jahn, 2009

Ryan David Jahn (1979 — vivente), scrittore e sceneggiatore statunitense.

Incipit di alcune opere[modifica]

I buoni vicini[modifica]

Comincia in un parcheggio.
Il parcheggio sta dietro a un bar sport, un edificio in mattoni ferito e segnato molte volte nel corso della sua lunga storia. È stato colpito da ubriachi al volante andati all'indietro invece che in avanti, gli sono state incise addosso iniziali ed è stato aggredito da vandali ubriachi. Una volta, quindici anni fa, qualcuno cercò di appiccargli il fuoco. Sfortunatamente per il potenziale piromane, le previsioni davano pioggia. E così il bar sport è ancora in piedi.

Omicidio allo specchio[modifica]

La mattina del giorno in cui Simon uccise un uomo per la prima volta sembrò assolutamente normale.
Era disteso su un logoro materasso a due piazze, che poggiava direttamente su un pavimento di legno duro crivellato di chiodi. Una sveglia, i suoi occhiali e un flacone arancio di pillole erano a terra lì a fianco. L'unico altro mobile nella stanza era un comò che dall'aspetto sembrava essere stato raccattato da un marciapiede anni prima. Simon giaceva supino, le braccia lungo i fianchi, avvolto da una sottile coperta marrone. Sembrava dormisse, il volto calmo e rilassato.

Bibliografia[modifica]

  • Ryan David Jahn, I buoni vicini, traduzione di Elio Gabola, Fanucci, 2011. ISBN 9788834717004
  • Ryan David Jahn, Omicidio allo specchio, traduzione di Cristina Genovese, timeCRIME, 2012. ISBN 9788866880080

Altri progetti[modifica]