Simone Perotti

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Simone Perotti (1965 — vivente), scrittore italiano.

Incipit di Adesso basta[modifica]

A volte viene anche a me l'insana voglia di Ismaele, il narratore di Moby Dick, di buttare giù il cappello ai passanti. A me viene anche voglia di scuotere le automobili ferme in code chilometriche. Mi viene voglia di telefonare, almeno, a tanta gente che conosco e dirgli: «Adesso basta! Guardati intorno, ma non vedi che vita facciamo?! Reagisci! Stand Up!». Altrettante volte vengo invece preso dallo sconforto, mi pare che non ci sia modo di far comprendere a una massa così grande di persone quel che è diventata la vita oggi.
Un'epoca migliore di questa non s'è mai vista (almeno da queste parti e nonostante la crisi). Fino a meno di un secolo fa c'erano fame, carestie, guerre, malattie. Non c'è da lamentarsi, potrebbe obiettare qualcuno.
E invece no. Con la salute, con la pace, col benessere, è sopraggiunta anche l'alienazione, l'omologazione (e adesso anche l'insicurezza), e sembra che non vi sia alternativa a una vita spesa a lavorare, produrre, indebitarsi, consumare, ripetere gesti privi di senso, per troppo tempo, per una vita intera.

Bibliografia[modifica]

Altri progetti[modifica]