Sindaco

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Sindaco italiano con la fascia tricolore

Citazioni sul sindaco.

  • È l'attività che dà maggiori soddisfazioni perché si è a contatto con i cittadini, si lavora nella propria città e si vedono i risultati di quello che si fa. Quando ero sindaco, ogni giorno scendevo per strada e parlando con la gente percepivo subito se stavo facendo bene o male. (Salvatore Lombardo)
  • I Sindaci vengono elevati alla loro carica affinché pronuncino discorsi e indirizzi: macchine belliche che, intrepidamente, sparano pallottole e granate contro la Grammatica Inglese. (Charles Dickens)
  • Il sindaco deve assumersi le proprie responsabilità ma, in un Paese ove la potestà fiscale è in capo allo Stato, lo Stato deve garantire al sindaco le risorse necessarie per far fronte agli interventi atti a mitigare il rischio per le proprie popolazioni. In caso contrario, la responsabilità va cercata altrove. (Gianangelo Bof)
  • Io, da sindaco, mi sono sempre dovuto prendere le mie responsabilità e, molto spesso, anche quelle non mie. La responsabilità, generalmente, è individuale; se un pubblico ufficiale ne ravvisa l'omissione, vi è l'obbligo da parte dello stesso di notiziarlo all'autorità giudiziaria in modo puntuale. Pertanto, non può mai essere declinata come concetto generico. Il giudice Falcone citò una celebre frase: “La mafia colpisce i servitori dello Stato che lo Stato non è riuscito a proteggere”. In molte circostanze dobbiamo garantire a chi è solo sul territorio la vicinanza e la presenza dello Stato nell'adempimento delle proprie funzioni. (Gianangelo Bof)
  • Ma in realtà passeggiando per le strade di Firenze mi rendo conto che non solo i capolavori universali, ma ogni luogo della città mi dice qualcosa: un campo sportivo dove ho giocato, un giardino dove ho pianto, persino una fermata dell'autobus dove ho aspettato qualcosa o forse qualcuno. Ogni angolo della città deve scatenare un sentimento in chi vuol fare il sindaco. Altrimenti ha sbagliato mestiere. Potrà ragionare di culture politiche, discutere sulle grandi riforme. Magari sarà il più colto dei deputati o il più elegante tra i senatori. Ma non potrà mai fare il sindaco. Può provare a fare il primo cittadino solo chi crede che amministrare sia davvero un'estensione del verbo amare. L'etimologia della parola ci porterebbe altrove. Dovremmo dire infatti che amministrare significa servire. E il tema del servizio civico, della cosa pubblica è uno degli aspetti più intriganti della politica fatta con passione. Nell'abisso di solitudini che caratterizza il nostro tempo, c'è proprio bisogno di costruire una comunità, di incrociare sogni, di stabilire legami. Evitare l'individualismo dedicando del tempo al servizio del bene comune è già una suggestiva scelta controcorrente. Ma questo vale per ogni tipo di impegno politico. La peculiarità dell'esperienza come sindaco – o come candidato sindaco – sta proprio nel legame intimo e inebriante con la propria città. (Matteo Renzi)
  • So per esperienza diretta quali sono le difficoltà e le scelte anche dolorose che derivano dall'essere a capo di un'amministrazione comunale e so che cosa significa essere il terminale finale della filiera istituzionale su cui si scaricano le criticità, le aspettative e i bisogni di un'intera comunità. (Annarita Patriarca)

Altri progetti[modifica]