Sogni d'oro

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Sogni d'oro

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Sogni d'oro

Lingua originale italiano
Paese Italia
Anno 1981
Genere commedia
Regia Nanni Moretti
Soggetto Nanni Moretti
Sceneggiatura Nanni Moretti
Produttore Renzo Rossellini
Interpreti e personaggi

Sogni d'oro, film italiano del 1981 diretto e interpretato da Nanni Moretti.

Frasi[modifica]

  • [Dopo che il pubblico ha espresso la sua preferenza per Apicella] La volgarità purtroppo ha trionfato ancora una volta.[1] (presentatore TV)
  • [Mentre picchia la madre] Non me ne andrò mai da questa casa, hai capito? Perché io non lo voglio superare il complesso di Edipo.[1] (Michele Apicella)
  • Tutti si sentono in diritto, in dovere di parlare di cinema. Tutti parlate di cinema, tutti parlate di cinema, tutti! [...] Parlo mai di astrofisica, io? Parlo mai di biologia, io? [...] [in un'esasperazione crescente] Parlo mai di neuropsichiatria? Parlo mai di botanica? Parlo mai di algebra? Io non parlo di cose che non conosco! Parlo mai di epigrafia greca? Parlo mai di elettronica? Parlo mai delle dighe, dei ponti, delle autostrade? Io non parlo di cardiologia! Io non parlo di radiologia! Non parlo delle cose che non conosco! [esce dalla automobile] Non parlo di cose che non conosco. E vattene! E vattene![1][2] (Michele Apicella)

Note[modifica]

  1. a b c Citato in 25 citazioni definitive di Nanni Moretti, il Post, 19 agosto 2013.
  2. La seconda parte della citazione viene campionata nella parte finale del brano di Caparezza, Cose che non capisco, traccia n. 6 dell'album Il sogno eretico (2011).

Altri progetti[modifica]