Differenze tra le versioni di "Gotham (prima stagione)"

Jump to navigation Jump to search
nessun oggetto della modifica
 
*'''Fish Mooney''': L'ombrello. <br/>'''Oswald''' {{NDR|mettendogli l'ombrello sopra la testa}}: Mi spiace.<br/>'''Fish Mooney''': Se mi si arricciano i capelli si che ti dispiacerà.
*'''Mooney''': Harvey!<br/>'''Bullock''': Fish!<br/>'''Mooney''': Ragazzaccio! Dove-sei-stato?<br/>'''Bullock''': Dove non sono stato.!<br/>'''Mooney''': Chi è il tuo amico?<br/>'''Gordon''': Sono il detective James Gordon.<br/>'''Mooney''': Ah. Hai la bocca sporca di latte, James.<br/>'''Gordon''': Mi scusi: erano grida quelle che abbiamo sentito?<br/>'''Mooney''': Sì. I miei ragazzi guardano un film horror.<br/>'''Gordon''' {{NDR|sorridendo ironicamente}}: Davvero?<br/>'''Mooney''': No. La verità... è che uno del mio staff voleva fregarmi, e lo stiamo pestando a sangue.<br/>'''Bullock''': Buono Junior, Fish si prende delle libertà. Lo staff è gente tosta, serve una mano ferma.<br/>'''Mooney''' {{NDR|a Bullock}}: Allora... è una visita di piacere, la tua?<br/>'''Bullock''': Eh, purtroppo no, sono qui per parlare dell'omicidio dei Wayne.<br/>'''Mooney''': Terribile, vero?<br/>{{NDR|Gordon continua ad ascoltare le urla, e Bullock si rivolge a lui}} <br/>'''Bullock''': Senti Junior, se stai in pena perché non vai là e vedi se qualcuno infrange la legge? {{NDR|a Fish}} Sempre che tu sia d'accordo, Fish.<br/>'''Mooney''': Oh! {{NDR|a Gordon}} Mi casa es tu casa. {{NDR|Gordon si allontana}}
 
*'''Butch''' {{NDR|a Oswald, il quale si sta divertendo picchiando un uomo massacrato precedentemente da Mooney}}: Va bene, Oswald.<br/>'''Scagnozzo''': Sì, vacci piano Pinguino.<br/>'''Oswald''' {{NDR|arrabbiato}}: Non mi piace che mi si chiami così.<br/>'''Scagnozzo''' {{NDR|prendendolo in giro fingendosi spaventato}}: Oh!
==Episodio 2, ''Selina Kyle''==
*'''Gordon''': Era un veterano. <br> '''Bullock''': Mi metto sull'attenti, ora è solo un morto. Sparano continuamente ai barboni, magari è stata la fatina dei denti.
*'''Bullock''': Tu...com'è che fai tanto il moralista? Eh? Non l'hai fatto fuori tu quel verme nel fiume?<br/>'''Gordon''': Dillo un po' più forte, magari. Non tutti hanno sentito.<br/>'''Bullock''': Sei sempre stato una rottura di balle, credi che a qualcuno freghi forse qualcosa di quello schifoso e dei tuoi sensi di colpa? Ognuno qui ha i suoi problemi! <br/>'''Gordon''': Chiamalo pure senso di colpa, ma io faccio quello che è giusto.<br/>'''Bullock''': Cominci a irritarmi.! {{NDR|Gordon lo spintona, arrabbiato}}
*Tutta colpa mia. La stupida arroganza mi ha accecato. Ma ho imparato la lezione. E tornerò. Più forte e più furbo che mai. ('''Oswald''')
 
 
*Ho molti difetti, ma non sono un bugiardo. ('''Falcone''')
*{{NDR|A Gordon, riferito a Falcone, dopo che stavano per arrestare lui e il sindaco, ma questo gli ha messi sotto scacco dicendo di avere Barbara}} Ah, che cosa imbarazzante. Era chiaro come il sole che bleffava. Ne uscivamo da eroi, e ora siamo cibo per il gatto. {{NDR|Arriva Zsasz con Barbara}} Ok, non stava bleffando! .('''Bullock''')
 
==Episodio 8, ''La maschera''==
*'''Alfred''': Non le mancano i compagni?<br/>'''Bruce''': No, in realtà. Gli ho sempre trovati... un po' infantili.<br/>'''Alfred''': Così come devono essere alla loro età!. Lei non vuole essere un ragazzo normale? <br> '''Bruce''': Non ne sono certo. Definiscimi "normale" ed esponi le tue ragioni. <br> '''Alfred''': Lei ora prende e va a scuola. Cominci a salire.
 
*'''Sarah Essen''': Come sta Gordon? <br> '''Bullock''': Arrabbiato. come sta uno che si è visto voltare le spalle dai colleghi? E ora lo trattano come avesse la peste, perché vederlo gli ricorda quanto sono vigliacchi.
*'''Gordon''': Perché le maschere? Si direbbe che ha qualcosa da nascondere. <br> '''Richard Sionis''': Al contrario. Una maschera nasconde la faccia, ma libera l'anima. Una maschera dice la verità.
 
*'''Alfred''': Non abbia paura.<br/>'''Bruce''': Non ce l'ho. Sto visualizzando quello che devo fare.<br/>'''Alfred''': Se lo vuole non c'è nulla di disonorevole!.<br/>'''Bruce''': Sarebbe più che disonorevole!.
 
*Io sarei lo sbirro buono ma non ricordo mai la parte!. ('''Bullock''')
 
*'''Sarah Essen''': Per te ha un senso? <br> '''Gordon''': No. Ma non è peggio del Capro o dell'Uomo dei Palloncini. <br> '''Sarah Essen''': Quando è diventato normale per questa città? Cosa è cambiato? <br> '''Gordon''': Forse covava sotto la superficie e aspettava solo una scintilla. <br> '''Sarah Essen''': Come l'omicidio dei coniugi Wayne? Non sono cieca, lo so che ci stai ancora lavorando. Ma come può la loro morte aver causato tutto questo? Perché erano così importanti? <br> '''Gordon''': Era quello che rappresentavano: una Gotham diversa. Onesta, fiduciosa. E comunque è morto con loro.
*'''Bullock''': Dico solo questo: lui ti somiglia. <br> '''Gordon''': Di che stai parlando? <br> '''Bullock''': Sionis. Non avrai ammazzato Cobblepot, Jimmy, ma hai un demone dentro. Chiamati pure soldato, ma la guerra contro Falcone contro gli altri poliziotti, ti piace.
 
*'''Alfred''' {{NDR|a Thomas Elliot, dopo che questi era stato picchiato da Bruce per il fatto di aver parlato male di Martha Wayne}}: Messo al tappeto, direi. Tutto bene? Nessun osso rotto? <br> '''Thomas Elliot''': Ha... ha cercato di uccidermi! <br> '''Alfred''': Esatto, l'ha fatto: ha cercato di ucciderti!. Tienilo a mente la prossima volta che lo vedi. E tieni a mente che non interverrò!.
*'''Sionis''': Vedete l'uomo senza maschera? Chi lo uccide... sarà il vincitore.<br/>'''Gordon''': Ascoltatemi: sono un poliziotto, finora non avete infranto nessuna legge!.<br/>'''Sionis''': Che il gioco abbia inizio!.<br/>'''Gordon''': Per l'ultima volta, nessuno si muova!.<br/>'''Sionis''': Ah... e aggiungerò un bonus da un milione di dollari!<br/>'''Gordon''': Ah, merda!.
 
*E comunque, quello che dicevi oggi: non è che amo combattere, ma neanche mi tiro indietro. Se non lottiamo noi per questa città, chi lo farà? Io non smetterò, Harvey. Falcone, il sindaco, qualunque poliziotto corrotto, lo sbatto dentro. Voglio che tu lo sappia. ('''Gordon''')
*'''Mooney''': Sono cresciuta non lontano da qui, una camera, acqua fredda, solo io e la mia mamma. Il letto dove dormivo era dietro una tenda, lì mi dovevo nascondere quando lei portava gli uomini. Ero lì quando lui la uccise. Era un uomo di Falcone. Non gradì il servizio. Restai nascosta... in silenzio fino al mattino... con mia mamma morta a pochi passi da me. Quella notte feci una promessa.<br/>'''Liza''': Che ti saresti vendicata?<br/>'''Mooney''': Che non sarei stata mai più impotente. Che non avrei più permesso a un uomo, nessun uomo... di essere al di sopra di me.
 
*'''Bruce''': Mi è piaciuto prenderlo a pugni. <br> '''Alfred''': Si capisce, ovvio. Se l'è meritato. <br> '''Bruce''': Ho sempre dentro questa rabbia... mi lascerà mai? <br> '''Alfred''': Questo non lo posso sapere. <br> '''Bruce''': Alfred... puoi insegnarmi a combattere? <br> '''Alfred''': Si. Signorino Bruce. Certo che sì!.
 
==Episodio 9, ''Harvey Dent''==
*Non osare minacciarmi o ti strappo le viscere con le mani! ('''Harvey Dent''')
 
*'''Bruce''' {{NDR|a Selina, riferito al vaso cinese che sta esaminando}}: È della dinastia Ming. Ha... ha cinquecento anni.<br/>'''Selina''': Ne trovi uno uguale per cinque dollari a Chinatown!.
 
*'''Oswald''' {{NDR|annusando Fish}}: Lilla!. Mh, hai un buon odore!.<br/>'''Mooney''': Tu no, invece!.<br/>'''Oswald''' {{NDR|ridacchiando}}: Pungente come sempre!. Arrivederci allora! Peccato che tu ce l'abbia ancora con me!. Ma... sai... tendere la mano all'amicizia non è mai sbagliato. {{NDR|se ne va}}<br/>'''Butch''': Mi fa venire i brividi!.<br/>'''Mooney''': Non ci pensare. È un niente!.
 
*'''Selina''' {{NDR|a Bruce che si allena a stare sotto l'acqua}}: Perché questa cosa?<br/>'''Bruce''': Mi alleno.<br/>'''Selina''': Ah... sì, come la boxe. Quindi, se qualcuno ti aggredisce con un trampolino, tu sei pronto, eh?
*'''Selina''': Io lo capisco, ma non funzionerà. Non nelle strade, non a Gotham. <br> '''Bruce''': E perché? <br> '''Selina''': Là fuori, nelle strade, non basta essere forte. Devi essere cattivo. Devi essere spietato.
 
*{{NDR|Liza rientra nel suo appartamento e si spaventa accorgendosi della presenza di Oswald}}<br/>'''Oswald''': Oh, perdona l'intrusione!. Ma è urgente che io parli con te. {{NDR|Lisa lo guarda e lui ridacchia}} Sai chi sono immagino!.<br/>'''Liza''': Sì... e Falcone ti ucciderebbe se sapesse che sei qui.<br/>'''Oswald''': Può darsi... ma cosa farebbe se gli dicessi che fai la spia per conto di Fish Mooney?<br/>'''Liza''': Non hai nessuna prova.<br/>'''Oswald''': No. {{NDR|si alza e le si avvicina}} Ma il sospetto... è una cosa strana, mh? Falcone potrebbe anche non credermi all'inizio, ma... ogni volta guardandoti si chiederebbe "È così?! Davvero? Proprio lei?" {{NDR|ridacchia}} <br/>'''Liza''': Ti sbagli. Lui tiene a me!.<br/>'''Oswald''': Chiamiamolo così lo scopriamo, eh? {{NDR|prende il cellulare di Liza, compone il numero e attende che risponda}}<br/>'''Liza''': Fermati! {{NDR|Oswald riattacca mentre Liza si mette a piangere, e allora il ragazzo gli mette le mani sulle spalle}}<br/>'''Oswald''': Il tuo segreto è al sicuro: io non dirò niente... perché tu cara continuerai a lavorare per Fish. E tu... naturalmente non lo dirai a nessuno, o morirai! {{NDR|fa una risata}}.
 
==Episodio 10, ''Lovecraft''==
*'''Selina''': Cosa sono tutte quelle strane "ricerche" che fai sui tuoi genitori? <br> '''Bruce''': Cerco di capire perché è successo. <br> '''Selina''': Non c'è un perché. Le cose cattive succedono, devi andare oltre. <br> '''Bruce''': Forse hai ragione. <br> '''Selina''': Ci puoi scommettere. Vuoi baciarmi? <br> '''Bruce''': No, grazie. <br> '''Selina''': No? <br> '''Bruce''': Cioè, lo vorrei, ma sotto credo ci sia un altro motivo. Non penso tu possa ritenermi adeguato come partner, quindi, perché vuoi baciarmi? Non lo so. <br> '''Selina''': Pensi troppo tu. Era per fare una carineria. <br> '''Bruce''': Senza offesa, non mi sembri una da carinerie!. <br> '''Selina''': Aspetta, cosa vorrebbe dire? <br> '''Bruce''': Cioè, sei una brava persona, ma non da carinerie!. Gli altri non è che ti interessano molto. <br> '''Selina''': Vaffanculo orfano!. Quel ponte scalatelo da solo!.
 
*'''Bullock''': Perché non mi hai parlato di questa idiozia? <br> '''Gordon''': Avresti cercato di fermarmi!. <br> '''Bullock''': Certo che avrei cercato di fermarti, imbecille!
 
*'''Alfred''': Io vengo con lei.<br/>'''Bullock''': ...D'accordo. Per essere un cameriere ci sa fare!.<br/>'''Alfred''': Maggiordomo, prego. Maggiordomo!.
 
*'''Bruce''': Perché non posso chiamare Alfred o Gordon per dirgli che sto bene?<br/>'''Selina''': Perché stiamo scomparendo. Devi essere come il fumo. Il fumo non fa telefonate!.
 
*'''Ivy Pepper''': Ciao Cat.<br/>'''Selina''' {{NDR|abbracciandola}}: Ivy...che cosa ci fai qui? Dove diavolo eri finita? Credevo...<br/>'''Ivy Pepper''': Sì, mi hanno beccata, sono finita in adozione!.<br/>'''Selina''': Non è andata ?<br/>'''Ivy Pepper''': Brava gente, ma dovevo tagliarmi i capelli, vestirmi carina...<br/>'''Bruce''': Io ti conosco: sei la figlia di Mario Pepper!.<br/>'''Ivy Pepper''': Sì... tu chi sei?<br/>'''Bruce''' {{NDR|mentre Selina gli fa segno di stare zitto}}: Sono Bruce Wayne.<br/>'''Ivy Pepper''': Cioè, tu saresti il miliardario Bruce Wayne?<br/>'''Selina''' {{NDR|preoccupata}}: Adesso stai calma, Ivy.<br/>'''Ivy Pepper''' {{NDR|gelidamente}}: Sono calma, perché vieni a dirmi quello che devo fare, ora?<br/>'''Selina''': Non è questo, dico solo che non voglio che ti arrabbi con lui, è un amico.<br/>'''Ivy Pepper''': Perché me la penderei con lui? Non è colpa sua, no? Hai ucciso mio padre? Hai tagliato i polsi di mia madre?<br/>'''Bruce''': No!.<br/>'''Ivy Pepper''': Qualcuno è stato. Qualcuno l'ha fatto. Ma non lui. Come ti va, tutto ok?<br/>'''Bruce''': Abbastanza. E a te?<br/>'''Ivy Pepper''': A me alla grande, come dici che sto?<br/>'''Bruce''': ...Stai bene.<br/>'''Selina''' {{NDR|ad Ivy}}: Clyde, il ricettatore, l'hai visto?<br/>'''Ivy Pepper''': Sì, lavora alla fabbrica sui Narrows. {{NDR|tornando a guardare Bruce}} È carino, èeh?<br/>'''Selina''': Sì, infatti. {{NDR|prende Bruce per un braccio e comincia a trascinarlo via}} Ehm, ciao Ivy, ci si vede. Noi andiamo, dobbiamo vedere Clyde.<br/>'''Ivy Pepper''': Ah, ok, d'accordo. Ciao, allora. {{NDR|Selina e Bruce si allontanano}}<br/>'''Selina''': Cammina. Non ti fermare.<br/>'''Bruce''': È solo una ragazzina. Perché ti fa così paura?<br/>'''Selina''' {{NDR|allarmata}}: Perché fa paura!. Non voltarti!.
 
*Mi ha fatto spaventare, signorino Bruce. Se muore lei... chi lo assume più un maggiordomo? ('''Alfred Pennyworth''')
*'''Leslie''': Quello che fa trovo che sia ammirevole. <br> '''Gordon''': Il guardiano dei matti? <br> '''Leslie''': No, il fatto che non cede. <br> '''Gordon''': Non ancora.
 
*'''Bullock''' {{NDR|osservando Aaron Denzinger, ridotto in stato vegetativo}}: Ehy, amico...<br/>'''Royston''' {{NDR|avvicinandoglisi ancora sotto l'effetto dell'elettroesecuzione}}: In un calice di primo lamisten, lì io dormo quando le civette stridono!.<br/>'''Bullock''': Ok, lo posso capire.
 
*'''Oswald''': Detective Bullock!<br/>'''Bullock''' {{NDR|a un agente}}: Aspetti qui. {{NDR|si avvicina ridendo a Oswald, chiuso in carcere con Gabe}} Ah-ah-ah! Pinguino! Ci si rivede! Che fate voi due qui?<br/>'''Oswald''': Vecchio amico! Grazie al cielo è qui! C'è stato uno stupido equivoco.<br/>'''Bullock''': A meno che tu non abbia irritato qualcuno importante, e tu non l'hai fatto, vero?<br/>'''Oswald''': Io? Certo che no!<br/>'''Bullock''': Sei sicuro? Fatti l'esame di coscienza Pinguino! {{NDR|fa per andarsene}}<br/>'''Oswald''': Aspetti! Non se ne vada! La prego signore, la supplico! Il mio benefattore Don Maroni è ovviamente all'oscuro delle mie condizioni. {{NDR|Bullock annuisce}} Una semplice telefonata risolverebbe tutto, sono certo!<br/>'''Bullock''': Ma a me piace vederti qui! Sedere là... alla mia scrivania e guardarti... è rilassante! È come un bonsai! {{NDR|si allontana lasciando Oswald sbigottito}}<br/>'''Gabe''': Che cos'è un bonsai? {{NDR|Oswald esasperato appoggia la testa contro le sbarre}}
283

contributi

Menu di navigazione