Stuart Palmer

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Stuart Palmer (1905 – 1968), scrittore statunitense.

Incipit di Un dramma nell'acquario[modifica]

I primi a dare l'allarme furono proprio i due piccoli pinguini neri dell'acquario, che a un tratto, e senza ragione apparente, dettero segni di vivissima agitazione. Battevano le ali, si tuffavano rapidamente in fondo alla vasca, e le grida rauche e disperate che gettavano ogni volta che risalivano in superficie suonavano come un sinistro richiamo.
All'improvviso, un lacerante urlo di donna rimbalzò contro le bianche pareti piastrellate dell'acquario e, ancor prima che se ne spegnesse l'eco, un omino macilento dal volto inespressivo, con una borsetta da signora in mano, si lanciò correndo verso l'uscita. Stava già per raggiungere le scale che davano accesso alle gallerie sotterranee dell'acquario, quando, in cima ai gradini, comparve l'uniforme grigia di un guardiano.
L'ometto fece un rapido dietrofront e sgattaiolò in un corridoio laterale, poi, con uno scatto improvviso, cercò di guadagnare l'uscita, ma il guardiano, che non lo aveva perso di vista, lo inseguì. Vedendosi quasi raggiunto, il fuggiasco accelerò ancor di più la sua corsa precipitandosi verso l'uscita, ma qualcuno gli scaraventò un ombrello tra le gambe, facendolo cadere malamente. Andò a sbattere con la testa contro un pilastro e rimase lì disteso, immobile, mentre la gente accorreva da tutte le parti.

Bibliografia[modifica]

  • Stuart Palmer, Un dramma nell'acquario, traduzione di Aldo Fabbri, Mondadori, 2006.

Altri progetti[modifica]