Suits (quinta stagione)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Suits.

Suits, quinta stagione.

Episodio 1, Negazione[modifica]

  • Donna: Non vuoi parlarmi di nient'altro?
    Harvey: Non mi viene in mente altro.
    Donna: Pensavi davvero che comportandoti come se avessi cambiato idea io avrei cambiato idea?
    Harvey: Andiamo Donna, Louis? Voglio dire, quanto pensi che durerà?
    Donna: Durerà per il tempo che io voglio che duri.
    Harvey: Donna!
    Donna: Harvey faccio sul serio! Ecco questo sono le mie dimissioni ma non voglio lasciarti nei guai, dovremmo trovarti qualcuno nelle prossime due settimane.
    Harvey: Trovarmi qualcuno?
    Donna: Sì. Questo è l'elenco delle migliori segretarie della città.
    Harvey: Hai fatto quell'elenco per Louis prima di decidere di abbandonarmi.
    Donna: Non ti sto abbandonando Harvey, faccio quello che è meglio per me.
    Harvey: Be', dato che stiamo parlando di questo, sai cos'è meglio per me? Strapparmi questo cerotto.
    Donna: Harvey.
    Harvey: Perché non sgomberi la tua scrivania e te ne vai da Louis? E porta quella con te.
    Donna: Due adulti a cui importa l'uno dell'altro non chiudono in questo modo.
    Harvey: Per quanto mi riguarda, due adulti a cui importa l'uno dell'altro non chiudono affatto. Perciò se vuoi andartene, vai.
  • Kevin: Ti batterai là fuori come hai fatto qui dentro con me?
    Harvey: Questa era un'amichevole Kevin, non ho neanche cominciato a sudare.
  • Harvey: Hai qualcosa per me?
    Mike: Come sempre! Ho riscritto la tua schifosa istanza di archiviazione.
    Harvey: La mia schifosa istanza?
    Mike: Già, usare come precedenti Flinstone contro Rubble?
    Harvey: Sta a sentire, Flinstone è un classico che trasmette con chiarezza l'idea...
    Mike: Che sei vecchio?
    Harvey: Ehi, l'hai fatto tu quel riferimento!
    Mike: Il che dimostra la mia intelligenza.
    Harey: Wow, ti sei fatto un'iniezione di fiducia in te stesso stamattina?
    Mike: In realtà me la sono fatta ieri sera, sì, insomma ho chiesto a Rachel di sposarmi. Oh, cazzo, non avrei dovuto dirtelo ma ormai l'ho fatto!
    Harvey: Allora non ti dirò congratulazioni.
    Mike: Ah, no puoi dirlo!
    Harvey: Ma ti dirò che mi serve un elenco di ogni creditore della Slutery Corp e mi serve per ieri!
  • Mike: Che cos'è?
    Harvey: Una coppia di Brides Megazine!
    Mike: E perché la dai a me?
    Harvey: Perché tu possa scegliere i colori.
    Mike: I colori? Che ne sai di colori, come fai a saperlo?
    Harvey: Sono un uomo cresciuto.
    Mike: Davvero? A me sembri più una donna cresciuta!
    Harvey: Questa era cattiva. Ho cercato quel numero dappertutto!
    Mike: Grazie Harvey.
    Harvey: Ringraziami per strada.
    Mike: Dove andiamo?
    Harvey: Avremmo dovuto farlo il giorno in cui ti sei fidanzato. A vedere i Nets!
    Mike: Stai scherzando?
    Harvey: [tira fuori i biglietti] Prima fila!
    Mike: Oh cazzo! Ci sarà anche Jay Z?
    Harvey: Sì, proprio accanto a me!
    Mike: Accanto a te? Scusa questo è il mio regalo!
    Harvey: Non insistere, non posso fare questo a Jay Z!
    Mike: Ah allora mi siederò vicino a Beyoncé, così saremo pari!
    Harvey: Sai una cosa? Non fa niente, porterò Rachel.
    Mike: Già, perché non li dai a noi i biglietti! Oh, aspetta chi resterebbe qui a fare il tuo lavoro?! Che c'è? Troppo presto?!

Episodio 2, Compensazione[modifica]

  • Gretchen: Il miglior amico del signor Doyle è morto di cancro al pancreas. Aveva 46 anni.
    Harvey: Come lo sa?
    Gretchen: Una cosa che le ha detto poco prima di parlare male di me mi è rimasta in testa.
    Harvey: Ed esattamente cosa?
    Gretchen: Se si ripete la vita è breve due volte in trenta secondi ci è appena morto qualcuno.
    Harvey: Deduco che ha ascoltato la conversazione.
    Gretchen: È il compito di una brava segretaria.
    Harvey: Mi spiace per Miss Gilbert...
    Gretchen: Non l'ha detto lei. E poi non ci vuole Albert Einstein per capire perché ha assunto una come me per rimpiazzare una come lei!
    Harvey: Senta Gretchen, io...
    Gracen: Non si preoccupi per me. Io preferisco i veri maschi.
    Harvey: Non sono un maschio?
    Gretchen: Be', se deve chiederlo!

Episodio 3, Non si concedono bis[modifica]

  • Harvey: Perché pago il conto della lavanderia di Louis?
    Gracen: Perché se lo fa, lui non verrà a sapere che noi abbiamo inamidato le sue camicie tre volte.
    Harvey: Noi?
    Gracen: Sì, noi. Lui ci ha attaccato, noi attacchiamo lui. Pensa che non le avrei coperto le spalle?
    Harvey: Vuole la verità? Pensavo che avrebbe chiesto un aumento dopo aver visto quanto guadagno.
    Gracen: Non ho guardato quanto guadagna. E per me chiunque lo abbia fatto dovrebbe essere licenziato.
    Harvey: Lei ha ragione Gracen...ma per il momento non faccia altri scherzi a Louis.
    Gracen: Posso chiederle perché?
    Harvey: Perché faccio gli scherzi alle persone solo per esprimere il mio affetto per loro e al momento non provo affetto per Louis Litt.
  • Jessica: Seppellisci l'ascia con Jack.
    Harvey: Vorresti che gli baciassi le chiappe.
    Jessica: Vorrei che trovassi il modo per andare d'accordo con un socio la cui influenza è in crescita.
    Harvey: Quindi baciargli le chiappe!

Episodio 4, Non posso fare[modifica]

  • [Harvey vede una donna che è ferma alla vigilanza e ci va a parlare]
    Ester: Così ho una riunione con lei.
    Harvey: Io sono molto più bello di chiunque avrebbe dovuto incontrare.
    Ester: Non hai idea di quanto abbia ragione. Avrei giurato che stesse per uscire.
    Harvey: Ah, non è un problema. Il sindaco aspetterà.
    Ester: Però il Governatore non può.
    Harvey: È una gara di amicizie importanti?
    Ester: Se fosse così avrei appena vinto. Ma la metterò a parte di un piccolo segreto, sinceramente non mi importa dei nomi.
    Harvey: E allora perché non saltiamo le presentazioni e passiamo direttamente alla colazione.
    Ester: Io ho già fatto colazione.
    Harvey: Sto parlando di domattina, nella mia cucina o nella sua, ha l'aria di una che ha una bella casa.
  • [Harvey incontra la sorella di Louis, che è la stessa con cui ci ha provato all'entrata]
    Rachel: Vi conoscete?
    Harvey: Non sei poi andata dal Governatore.
    Ester: Perché tu stavi davvero per dare buca al sindaco?
    Rachel: Ma tu non lo conosci il sindaco!
    Harvey: Oh, perdonami, lascia che ti presenti la nostra ex futura associata.
    Rachel: Rachel Zane.
    Ester: Ester Edelstein. È un piacere conoscere l'uomo di cui ho sentito parlare così bene.
    Harvey: Ed è un piacere conoscere la donna su cui non ho sentito altro che bugie!
  • Harvey: Devo proprio saperlo. Uno di voi due è stato adottato.
    Ester: Devo ammettere che me lo chiedo da anni!
  • Rachel: Perché non mi dici cos'è successo là dentro.
    Harvey: Io ho stabilito la legge e lei ha accettato, sono io l'uomo, già, già, già.
    Rachel: Ma io non sto parlando di quello. Nell'attimo in cui sei entrato dalla porta è sembrato che un fulmine ti avesse colpito.
    Harvey: Non è vero!
    Rachel: O altroché, anzi per un momento ho temuto che voi due l'avreste fatto lì sul tavolo!
    Harvey: L'hai temuto o lo speravi?
    Rachel: Questo è sgradevole!
    Harvey: E i commenti lascivi su una nostra cliente non lo sono?
    Jessica: Commenti lascivi su quale cliente?
    Rachel: Gli piace la sorella di Louis!
    Jessica: Ma tu guarda, è di questo che sono venuta a parlargli!
    Harvey: Ti piace la sorella di Louis?
    Jessica: Non al punto di farti la guerra.
  • Jessica: Potresti rilevarti un socio abbastanza decente dopo tutto.
    Harvey: Ne dubito.
    Jessica: Anch'io!
  • Donna: Cosa posso fare per te?
    Harvey: Volevo ringraziarti.
    Donna: Per cosa?
    Harvey: Per quei dodici anni.

Episodio 5, In punta di piedi[modifica]

  • [Harvey osserva Mike dalla porta]
    Mike: Non sono così raccapricciante.
    Harvey: M chiedevo perché avessi cambiato taglio.
    Mike: Il taglio è sempre lo stesso.
    Harvey: Vuoi sembrare più vecchio? Più giovane? In ogni caso non funziona.
    Mike: Hai finito? Perché sto cercando di mettermi al passo con alcune fatture.
    Harvey: Sono passato solo per portarti un regalino per aver vinto il caso Zane.
    Mike: Cosa? Non mi hai mai fatto un regalino dopo un caso.
    Harvey: Non è vero.
    Mike: In realtà non ti sei mai neanche congratulato, il che significa che sei qui per...oh mio dio, ti manco troppo!
    Harvey: Tantissimo. Non mi manchi.
    Mike: Stai bene? Puoi venire da me stasera, possiamo guardare Insonnia d'amore!
  • Donna Farò i bagni di fango?
    Louis: No, molto meglio, noi andremo a farli!
    Donna: Cavolo Louis, non so cosa dire, questo è...
    Louis: Fantastico?
    Donna: Mh, inappropriato!
    Louis: Oh, andiamo Donna. Forse non ti è chiaro, immagina i nostri corpi uno vicino all'altro, completamente nudi, accarezzati dai succhi della madre terra.
    Donna: Oh, certo, ora sì che sono convinta che sia del tutto inappropriato!

Episodio 6, Privilegio[modifica]

  • Donna: Che volevi dirmi?
    Mike: Vorrei trovare qualcosa di speciale per il nostro matrimonio.
    Donna: Cosa? Stiamo per sposarci? Mike, cado dalle nuvole, devo rifletterci. Che mi dici di Rachel? Oh, chi se ne importa di lei, io ti amo!
    Mike: Hai finito?
    Donna: Devo piantarla?
    Mike: Donna, dico sul serio.
    Donna: Ok, che ti serve?
    Mike: Rachel ha sempre sognato di sposarsi il giorno del suo compleanno al Plaza Hotel, così ho telefonato per organizzare ma è...
    Donna: Prenotato per i prossimi cinque anni!
    Mike: E tu come lo sai?
    Donna: È la ragione per cui sei venuto da me, io so tutto!
    Mike: Be', mi serve un posto altrettanto bello.
    Donna: Non esiste così bello.
    Mike: Allora che diavolo faccio?
    Donna: Hai già fatto la cosa migliore. Sei venuto da me!

Episodio 7, Colpire nel segno[modifica]

  • Mike: Non puoi costringermi a lavorare con quell'uomo.
    Jessica: Posso costringerti a lavorare con i lavavetri, se voglio. E se non lo farai, potresti ritrovarti appeso fuori a cinquanta piani di altezza.

Episodio 8, Colpa mia[modifica]

  • Harvey: Ne hai preso uno per me?
    Mike: No e non puoi prenderti il mio, come fai di solito!
    Harvey: Calma tigre, non sono qui per il tuo bagel! Ma per darti questa. [gli fa vedere la targhetta da socio junior]
    Mike: L'hai avuta così in fretta?
    Harvey: Conosco un tizio.
    Mike: Un tizio che fa incisioni?
    Harvey: Conosco un tizio per tutto!
    Mike: Grazie Harvey, ma non dovevi.
    Harvey: Dai non succede tutti i giorni di diventare soci e non ho mai conosciuto nessuno che lo meritasse più di te.
    Mike: Tranne te.
    Harvey: Non c'era bisogno di dirlo.
    Mike: E perché l'hai detto?
    Harvey: Perché andava detto.
    Mike: Ah!
    Harvey: Seriamente Mike, te lo meriti.

Episodio 9, Ospiti indesiderati[modifica]

  • Mike: Allora l'unica altra opzione che ci rimane è la privatizzazione.
    Harvey: Questa potrebbe funzionare. Ora che ci penso, per quale ragione non l'hai proposta subito?
    Mike: Perché sapevo che la mia prima idea non ti sarebbe piaciuta e avresti chiesto un piano B.
    Harvey: Stai dicendo che hai inventato un'idea fasulla per manipolarmi e farmi scegliere quella vera?
    Mike: Sì!
    Harvey: Da quanto tempo lo fai?
    Mike: Da Pibodi contro Dantorp.
    Harvey: Che figlio di puttana!
  • Hardman: Dove avete preso tutti quei soldi?
    Harvey: Alla banca popolare del riporta il culo nel New Jersey!
  • Mike: Ho apprezzato la citazione de I soliti sospetti.
    Harvey: Ehi, l'hai colta, eh?
    Mike: Certo che l'ho colta, chi credi che sia?
    Harvey: Pensavo non te ne accorgessi, era sottile.
    Mike: Fidati, non così sottile.
    Harvey: Be', se l'hai trovata eccessiva allora saresti anche potuto intervenire.
    Mike: Ero lì per affrontare Hardman, non certo per fare la gara delle citazioni con te.
    Harvey: La differenza tra te e me, io riesco a fare entrambe le cose!
    Mike: Davvero? Alla tua età mi sorprende anche che per una riunione intera tu riesca a non fare la pipì!
    Harvey: Si può sapere perché finisci sempre a parlare della prostata? È di cattivo gusto!
    Mike: Ah, certo mentre dire ad Hardmann che ho fatto pipì nel bonsai è di impeccabile eleganza.
    Harvey: Non ho detto pipì nel bonsai, ho detto pisciato nel bonsai, non hai cinque anni! E comunque tu hai aggiunto di averla fatta due volte.
    Mike: Perché hai iniziato tu, ti ho seguito a ruota. Si chiama empatizzare.
    Harvey: Allora perché non mi assecondi offrendomi il prossimo giro?
    Mike: Mi piacerebbe ma non posso. Ho appuntamento con Rachel a casa di sua madre per parlare delle nozze.
    Harvey: Ah, verrei con te ma è meglio se fai l'esame alla prostata!
    Mike: Eccolo qui, hai visto? Sei entrato in empatia, ne sono fiero!
  • Ancora? Preferirei che avessi le chiavi, così non mi chiederei ogni volta come hai fatto a entrare! (Harvey) [a Jessica che era seduta nel suo divano]

Episodio 10. Fede[modifica]

  • Sentite, voglio essere chiaro. L'attacco a questo studio è stato un attacco a me. Daniel mi ha dato la colpa del suo allontanamento, così ha cercato di colpirmi là dove mi avrebbe fatto più male...vale a dire questo studio, i miei colleghi e i miei amici. Ma è finita, non ha più soldi, non ha più potere, non ha più amici. Ognuno di voi sta per votare se Jessica potrà continuare o meno a guidare questo studio. So che qualcuno pensa che abbia chiuso un occhio sul mio comportamento e su i rischi che ho fatto correre ma scegliere di mandarla via sarebbe il rischio più grande di tutti. Perché se c'è una cosa di cui sono sicuro è che Jessica Pearson tiene a questo studio e alle persone che ne fanno parte. Per lei non siamo solo dei colleghi o solo degli amici, siamo una famiglia. (Harvey)

Episodio 11, La soffiata[modifica]

  • Harvey: Donna, che ci fai qui?
    Donna: So che non ti senti bene, sono passata a vedere come stai e a dirti di non fare stronzate!
    Harvey: Non capisco.
    Donna: Non hai mai preso un giorno di malattia e Mike è stato appena arrestato. Così volevo capire che cosa sta succedendo!

Episodio 14, Difesa personale[modifica]

  • Gibbs: Signorina Paulsen, so che fu lei ad organizzare i colloqui del signor Specter con in candidati per il ruolo occupato da Mike Ross, è così?
    Donna: Fornii la mia assistenza, sì.
    Gibbs: E non trovò sospetto che il signor Ross non apparisse nella graduatoria della classe del suo primo anno di Harvard?
    Donna: No, affatto.
    Gibbs: E come mai?
    Donna: Io non appaio in nessuna graduatoria e sono la migliore segretaria legale in città!

Episodio 15, Tic toc[modifica]

  • [Il discorso dell'arringa finale]
    Signore e signori della giuria...credo che molti di...avete sentito di chiarare che posseggo una memoria fotografica ed è così, ma non è che io faccia una foto di qualcosa e basta. Io leggo e capisco ciò che ho letto, e una volta che l'ho capito non lo dimentico più. Ho cercato di imparare a memoria il mio discorso ma non posso, perché è una presa in giro. Io sono una presa in giro. La verità è che io sono colpevole del reato di frode, ho sempre voluto essere un avvocato per poter aiutare quelli come Clifford Duner, persone per cui nessuno combatte, non hanno nessuno che creda in loro. Invece quello che ho fatto da avvocato è stato lavorare notte e giorno per riempire di soldi la gente ricca. Mi è stato dato un dono e io l'ho sprecato e mi vergogno di me stesso e...e....e come insulto finale ho esibito una donna in lacrime davanti a voi per darvi modo di potermi ammirare. Mi dispiace tanto Gloria. Posso solo farle questa promessa, che queste persone mi trovino innocente o no, io passerò il resto della mia vita a difendere i Clifford Duner di questo mondo! Non sprecherò più questo mio dono. Voi potete crederlo o no...ma io sono un avvocato e lo sarò sempre. Grazie. (Mike)

Episodio 16, La venticinquesima ora[modifica]

  • Rachel: Due anni sono tanti.
    Mike: Potevano essere sette.
    Rachel: Potevano essere zero!
  • Mike: Non è colpa tua Harvey. Ti ho convinto io ad assumermi.
    Harvey: Ma l'ho presa io la decisione.
    Mike: È vero...ma non importa. Anche sapendo come va a finire...lo farei di nuovo.
    Harvey: Lo rifarei anch'io. Non avrei mai pensato di incontrare qualcuno tanto scemo da voler andare in prigione per me.
    Mike: Be'...Donna ha detto che cercavi un altro te stesso, forse l'hai trovato. C'è un momento in cui scegli se vivere fino in fondo o morire.
    Harvey: È maledettamente vero.

Altri progetti[modifica]