The Head

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

The Head

Serie TV

Immagine 20161026 DMS SouthPoleStation crop (30825383096).jpg.
Titolo originale

The Head

Paese Spagna, Giappone
Anno

2020 – in produzione

Stagioni 1
Episodi 6
Ideatore David Pastor, Àlex Pastor, David Troncoso
Interpreti e personaggi

The Head, serie televisiva spagnola del 2020.

Prima stagione[modifica]

Episodio 1[modifica]

  • È stata un'estate di lavoro molto intenso. Di ricerca scientifica e di studio, ma la nostra missione non si è ancora conclusa. E mentre i nostri fortunati compagni di avventura torneranno al tepore del mondo civilizzato, io e pochi altri rimarremo soli nel buio dell'inverno, per portare la luce della conoscenza all'umanità. Il lavoro iniziato nella stazione Polaris V, e che qui verrà portato avanti, potrebbe essere la cura per guarire il nostro agonizzante pianeta. (Arthur)
  • Sei mesi di isolamento nel luogo più freddo della Terra. Cosa può andar male, in fondo? (Maggie)
  • Maggie [mentre guarda in tv il film La cosa]: Santo Dio, chi ha avuto quest'idea?
    Aki: È una vecchia tradizione. Tutte le stazioni lo guardano, all'inizio dell'inverno. Per dare il benvenuto ai colleghi invernanti.
  • Arthur: Smaltire correttamente i rifiuti, non interagire con gli animali selvatici, fingere di essere altrove. Mi rendo conto che è assurdo, ma sono queste le nostre regole.
    Maggie: Gesù, qui siamo in mezzo al nulla. Chi se ne accorgerebbe se la aiutassimo?
    Arthur: Non ne stai traendo il giusto insegnamento. A questo posto non gliene frega un cazzo se vivi o muori. L'empatia serve solo a farsi uccidere.

Episodio 2[modifica]

  • Arthur: Alcuni individui nascono per fare i leader. Per Erik non è così.
    Maggie: Ma non è stato nell'esercito?
    Arthur: Alcuni si arruolano per farsi dire cosa fare.
  • Non si tratta di schierarsi, ma della verità. (Annika)
  • In Danimarca, l'inverno non serve per riflettere, ma per bere. (Ebba)
  • Il ghiaccio attira gli individui più strani. Persone in fuga. Con qualcosa da nascondere. (Johan)

Episodio 3[modifica]

  • Erik era un uomo inutile. Bravo solo a colorare senza uscire dai margini. In una situazione in cui i margini non esistevano. (Arthur)
  • In Russia hanno un termine, per questo: "maskirovka". L'arte del mascheramento. Ciò che aveva fatto era così indicibile che non riuscivamo a smettere di guardarlo. E presi come eravamo dalla ricerca di una ragione, di un senso da dare a quell'orrore, ci sfuggiva quello che era in realtà: un camuffamento. Il sangue è la maschera migliore che esista. (Arthur)
  • Arthur: Chiunque sia stato, è tra di noi.
    Ramón: E chiunque sia stato ha appena iniziato.
  • Qui si deve sopravvivere. Non vivere, sopravvivere. (Arthur)

Episodio 5[modifica]

  • Io voglio solo perdermi in qualcosa, in qualcuno. (Aki)

Altri progetti[modifica]