The Vampire Diaries (terza stagione)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: The Vampire Diaries.

The Vampire Diaries

Serie TV

Immagine Vampire-diaries-logo 261 130.png.
Titolo originale

The Vampire Diaries

Lingua originale inglese
Paese Stati Uniti d'America
Anno

2011 - 2012

Genere horror, thriller, fantasy, supernaturale
Episodi 22
Ideatore Kevin Williamson
Lisa Jane Smith (soggetto)

The Vampire Diaries, terza stagione.

Episodio 1, Il compleanno[modifica]

  • Alaric [trovando due cadaveri fatti a pezzi e ricostruiti]: Ah, vampiri di sicuro.
    Damon: Stefan di sicuro!
    Alaric: Come lo sai?
    Damon: È la sua firma. C'è una ragione se lo chiamavano "lo squartatore": succhia il sangue con tanta violenza che fa a pezzi le sue vittime. Ma poi, quando ha finito, si pente. È una cosa terribile rimettere insieme i corpi.
  • Elena: Mi sembra di dover combattere con Damon ogni volta che troviamo una traccia di Stefan.
    Tyler: Forse non vuole ritrovarlo.
    Caroline: Tyler!
    Tyler: Che c'è! Tu gli piaci... o sbaglio?
    Elena: Stefan è partito con Klaus per un unico motivo: salvare Damon. Insomma, credimi... Damon lo vuole trovare.
    Tyler: Ma... l'hai baciato! Gli avrai confuso le idee.
    Caroline: Tyler! [si rivolge a Elena] Scusa.
  • Sono l'incubo di qualsiasi genitore, il prof. chaperon per l'inferno. (Alaric) [a Damon]

Episodio 2, L'ibrido[modifica]

  • Elena: Hai fatto il boy scout, vero?
    Alaric: Sta' zitta...
    Elena: Un boyscout/ammazzavampiri.
    Alaric: .../bevitore di whisky, nullità, causa persa.
  • Elena [ad Alaric]: Non so perché ti consideri una causa persa... aaaah! [Elena viene improvvisamente gettata nel fiume da Damon] Damon! Come fai ad essere qui?
    Damon [ad Alaric]: Grazie per la soffiata, fratello.
    Elena [ad Alaric]: Mi hai tradita!
    Alaric: Pensavi ti portassi a caccia di lupi mannari, con la luna piena, senza chiedere aiuto ai rinforzi?
  • Damon: D'accordo, va bene. Ma ce ne andremo prima del plenilunio e che io diventi l'esca per i lupi.
    Elena: Promesso.
    Damon: O vuoi rivivere la scena del bacio sul letto di morte?
    Elena: Ho detto "promesso".
  • Elena: Mi dai un minuto per rallegrarmi del fatto che non sei morto?
    Damon: Ti do 10 secondi. 9... 8...
  • Damon: Credevo l'avessimo perso, Stefan. Ma sbagliavo.
    Elena: Perciò lo hai visto? Damon, sta bene?
    Damon: No. No, non sta bene. È insopportabile, gli servirebbe una lezione. Ma può essere salvato.
    Elena: Che cosa è successo là? Perché hai cambiato idea?
    Damon: Ho cambiato idea perché, anche nel suo momento più buio, mio fratello mi ha salvato la vita. Penso di dovergli restituire il favore. Lo riporteremo fra noi.
  • Elena: Sì, mi preoccupo per te. Perché vuoi sentirtelo dire?
    Damon: Perché quando salverò mio fratello dall'abisso e te lo riporterò, voglio che ricordi quello che provavi quando lui non era con noi.

Episodio 6, L'incantesimo[modifica]

Io so chi sei veramente più di chiunque altro, Stefan. E non mi arrenderò mai. (Elena)

Episodio 7, Mondo di spettri[modifica]

  • Alaric: Io ero tuo amico, Damon. Non avresti dovuto farlo. [uccidere Alaric]
    Damon: Be'... qualche volta mi capita di fare cose che non dovrei fare.
    Alaric: Ricicli le stesse scuse pietose che hai rifilato a Mason Lockwood?
    Damon: Sì, be'... con lui non ero sincero.
  • Tu puoi venirne fuori... ma devi lottare. Prova qualcosa, una cosa qualunque, Stefan. Perché se non lo fai mi perderai per sempre. Non amerò uno spettro per il resto della mia vita... (Elena)

Episodio 8, Persone comuni[modifica]

  • Ci sono giorni in cui è miracoloso essere vivi. (Mikael) [a Klaus]
  • Elena: Sai, in fin dei conti... non c'è nulla di più importante del vincolo della famiglia.
    Damon: Sì... spiegalo a mio fratello.
    Elena: Non sono arrabbiata con te perché l'hai fatto uscire. Penso che sarai tu a salvarlo da se stesso. Non sarà perché ama me. Sarà perché ama te.

Episodio 9, Ritorno a casa[modifica]

  • La tua impulsività, Niklaus, è stata e sarà sempre l'unica cosa che t'impedirà di essere davvero grande. (Mikael) [a Klaus]
  • Io ti ho amato. Ho amato anche Damon. Il lato umano è la grande debolezza dei vampiri. Il sentimento cerca di riemergere, ma non importa quanto sia facile spegnerlo. A volte lascio che accada. (Katherine) [a Stefan]

Episodio 11, La nostra città[modifica]

  • Caroline: Qui giace Caroline Forbes.
    Elena: Cheerleader, miss Mystic Falls, campionessa di campana in terza elementare.
    Bonnie: Amica, figlia, ottima studentessa.
    Matt: Senza cuore. Qualche volta, senza offesa.
    Caroline: No, non mi offendo.
    Elena: Aveva diciassette anni, e ha avuto una bella vita. Riposi in pace, affinché possa andare avanti. È questo che ti serve, che servirebbe a tutti. Amen. Oppure cin cin, o quello che vuoi!
  • Damon: Vuoi eliminare Klaus? Vuoi sconfiggere il cattivo? Devi essere più furbo!
    Stefan: No. Per sconfiggere il cattivo devi essere più cattivo di lui.
  • Qui giace Elena Gilbert. Una fidanzata simpatica e un'amica straordinaria. (Matt) [a Elena]

Episodio 13, Nel portare fuori i morti...[modifica]

  • I genitori non devono sopravvivere ai propri figli, Caroline. È giusto così. È questa la vita. Questo mi piace degli esseri umani. (Bill Forbes) [a Caroline]

Episodio 14, Relazioni pericolose[modifica]

  • Damon: Smettila di fissarla [Caroline], non mi sembra il caso.
    Rebekah: Certo che è elegantissima. È stato Nik a regalarle quel vestito.
    Damon: Be', neanche tu sei tanto male.
    Rebekah: Dovrebbe essere un complimento?
    Damon: Hai cercato di uccidere Elena ieri notte. Non meriti complimenti.
  • Come ci riesci? A comportarti come se non ti importasse niente, come se non provassi niente? Perché io non ci riesco... io sento. Io sento tutto. (Elena) [a Stefan]
  • Mi lasciavi decidere quando stavamo insieme, ti fidavi di me. Dopo quello che è successo, almeno questo non è cambiato. (Elena) [a Stefan]
  • Tuo padre non ti ha amato, quindi presumi che nessun altro lo farà. Ecco perché soggioghi gli altri, o li domini, o cerchi di comprarli con dei regali! Ma non è così che funziona: non sei in sintonia con le persone perché non cerchi nemmeno di capirle! (Caroline) [a Klaus]
  • Elena: Credi che mi piaccia agire alle tue spalle? Non mi piace affatto! Ma se non avessi chiesto a Stefan di aiutarmi avresti fatto l'eroe, e avresti rovinato tutto!
    Damon: Scusa se ho cercato di salvarti la vita: è chiaro che a Stefan non importa più niente.
    Elena: Sei arrabbiato con me perché ho coinvolto Stefan?
    Damon: No, sono arrabbiato perché ti amo!
    Elena: Be', forse è questo il problema.

Episodio 15, Tutti i miei figli[modifica]

  • Stefan: Dobbiamo chiamare Bonnie. Ci sarà un modo per impedire a Esther di assorbire il loro potere.
    Damon: A) e se fosse con Esther? b) e se non potesse impedirlo? c) io non so come funzionano queste cose e d) neanche tu.
  • Elena: Non lo farai. [uccidere Elena dandole fuoco]
    Rebekah: E perché non lo farò?
    Elena: Perché c'è ancora una possibilità che tu sia viva domani. E se sarà così, e mi uccidi adesso, non avrai più sete di vendetta. L'avrai sprecata. E tu vuoi solo questo: la vendetta. Perché ho fatto finta di esserti amica, e ti ho pugnalata alle spalle. Ed è per questa ragione che tu sei andata a letto con Damon. Tu mi tormenti per questo, perché ho ferito i tuoi sentimenti.
    Rebekah [lascia che il fiammifero si spenga]: Fare la dura non è il tuo forte.
    Elena: Non ho mai detto di essere una dura, ma sai benissimo che ho ragione.
  • Basta. Smettila di parlare...o ti rispedisco all'inferno. (Klaus) [a Esther]
  • Voi tutti siete una maledizione durata generazioni. (Esther) [a Klaus, Elia e Kol]
  • Nostra madre ci ha trasformati in vampiri, non in mostri. L'abbiamo fatto da soli quello. (Elia) [a Rebekah]

Episodio 16, 1912[modifica]

  • Elena: Alaric l'hai visto?
    Damon: Sì, sta bene. Ma Liz vuole che ne stia fuori.
    Elena: E tu non lo farai, vero?
    Damon: Sì, c'è anche questa possibilità.
    Elena: Il tuo amico è in carcere per omicidio, devi dargli una mano!
    Damon: Certo, potrei strappare la gola alla dottoressa False Accuse, o magari la lingua. Potrei farla a pezzetti e darla in pasto agli scoiattoli, f-f-f-f-f!
  • Elena: Non hai un po' di compassione per Bonnie?
    Damon: Lo so, hai ragione. Lei e sua madre devono essere disperate, ora. Gli mando una lasagna?
    Elena: Ecco, adesso sei perfido.
    Damon: Io sono perfido, tu mi odii, la Terra è tornata sul suo asse.
  • "Caro diario, un criceto mi ha chiesto il mio nome, oggi. Gli ho detto che mi chiamo Joe: questa bugia mi tormenterà per sempre!" (Damon) [facendo l'imitazione di Stefan che scrive sul proprio diario]
  • A volte ripaga essere l'unico normale in una città di vampiri. Sei praticamente invisibile. (Matt) [a Elena]

Episodio 18, L'uccisione di uno[modifica]

  • Elena Gilbert, salvatrice dei maledetti e dei dannati. (Caroline) [parlando di Elena]
  • Damon [parlando di Rebekah]: È sola, disperata.
    Caroline: Per forza, è venuta a letto con te.
  • I Salvatore litigheranno anche come cani, ma morirebbero l'uno per l'altro. Almeno loro hanno il senso della famiglia. Tu hai distrutto la nostra. (Rebekah a Klaus)
  • Elena: Sì, Klaus ti ha trascinato all'inferno, ma sei riuscito a venirne fuori. L'hai battuto perché sei migliore di lui.
    Stefan: E che cosa ho perso nel frattempo? Odiare Klaus era facile, mi ha permesso di ignorare tutto quello che mi stava succedendo intorno. Quello che mi sono fatto sfuggire... e ora devo farci i conti.
  • Stefan: Ammettilo, ammettilo, Elena. So che non me lo devi, ma ho comunque bisogno di sentirtelo dire.
    Elena: Io... io non posso; perché non è vero, Stefan. Io non ho mai smesso di amarti.
    Stefan: Questo lo so, mi ami ancora. Anche se... ho fatto di tutto per allontanarti. È colpa mia, soltanto mia, insomma è tutta colpa mia!
    Elena: Stefan, di cosa stai parlando?
    Stefan: Sto parlando del fatto che tu sei innamorata anche di Damon.
    Elena: Cosa? No, Stefan, io... Ma che cosa?
    Stefan: Ehi, io ti amo. E ti amerò per sempre. Ma adesso guardami negli occhi, e dimmi che non provi niente per Damon.
    Elena: Non lo so che cosa provo.
  • Damon: Mi stai dicendo che il tuo alter ego che odia i vampiri ha un paletto che può uccidere un'intera discendenza di vampiri, che forse è la mia?
    Alaric: È proprio quello che ti sto dicendo.

Episodio 19, Cuore di tenebre[modifica]

  • Damon: Amo questa tua sicurezza, Stefan. Non la condivido, ma la amo.
    Stefan: Credi non sia in grado di farlo?
    Damon: Sei di nuovo Stefan il Buono, hai il controllo. Riavrai la ragazza, ma hai perso la grinta.
  • Damon: Hai mai volato in prima classe?
    Elena: Chi hai soggiogato, stavolta?
    Damon: Ti prego... Ho accumulato le miglia.
  • Rebekah: Dai, Matt, non fare il codardo. Amavi la mia idea degli anni '20 quando l'ho proposta.
    Caroline [visibilmente offesa]: Ah, traditore!
    Matt: Vita bassa e disco music... Mi sembrava più fico!
    Rebekah: Vedi? È più fico!
  • La prossima volta che lo soggioghiamo, ricordami di farlo giocare meglio a baseball. (Damon) [ad Elena su Jeremy]
  • Damon [su Rose]: È ancora sexy?
    Rose [a Jeremy]: Digli che anche lui trasuda ancora sesso. [vede lo sguardo scandalizzato del ragazzo] Va bene, digli che mi manca.
  • Elena: Perché non vuoi che gli altri vedano che c'è del buono in te?
    Damon: Perché se vedono il bene, si aspettano il bene. E non voglio dover soddisfare le aspettative altrui.
  • Lo so, vorresti impedirlo. Proteggerla da lui. Ma tu sei giovane, non vedi quello che vedo io. Non solo lei lo rende migliore, ed è così, ma anche lui cambia lei: Damon la sfida, la sorprende, le fa metter in dubbio la sua vita, le sue convinzioni. Stefan è diverso: il suo amore è puro, e lui sarà sempre positivo per lei. Damon può essere la cosa migliore, o la peggiore. (Rose) [a Jeremy su Elena e Damon]

Episodio 20, Non farlo dolcemente[modifica]

  • Stefan: Dato il nostro pericoloso karma ballereccio, sei sicura di sentirtela?
    Elena: Anche uscire è pericoloso di questi tempi, ma dobbiamo pur vivere.
    Stefan [ironico]: Uh, chi ti ha dato questo pessimo consiglio?
    Elena: Un ragazzo con cui stavo tempo fa.
  • Eravamo qui la sera in cui Klaus mi ha costretto a spegnere i miei sentimenti. Credevo di aver toccato il fondo negli anni '20, ma dopo averti morsa non volevo più sentire nulla. Però qualcuno continuava a dirmi che è un bene sentire, anche se è doloroso; che sono solo le nostre emozioni a renderci umani, belle o brutte che siano e che c'è sempre speranza. (Stefan) [a Elena]
  • Ricorda le mie parole: ragazza di provincia, vita di provincia. Questo non ti basterà. (Klaus) [a Caroline]
  • Damon: Tu ce l'hai ancora con me per via di Abby, lascia che mi scusi. Scusa se Elia ci ha costretti a trasformare tua madre in un vampiro per salvare Elena. Non avevamo scelta!
    Bonnie: C'è sempre una scelta! Ma quando sei tu a farle, qualcun altro soffre.
  • Damon: Oh, Ric.
    Alaric: Questa è la parte in cui tu mi fai sognare arcobaleni e verdi praterie?
  • La tua trappola è fallita, madre. Io vivo e continuerò a vivere per sempre. Lascia pure che i tuoi amati spiriti cerchino di preservarti ancora una volta. Io ti sfido a catturarmi. Creerò un esercito così imponente che nessuno potrà mai toccarmi. La mia esistenza ti ossessionerà per l'eternità. Tu non potrai mai distruggermi! (Klaus) [al cadavere di Esther]

Episodio 21, Prima del tramonto[modifica]

  • Stiamo bene. Ma se sei ritornato a fare il bravo ragazzo, fai una buona azione e regalaci un giorno. Un giorno intero senza vampiri. (Jeremy) [a Stefan]
  • Bonnie: Se ce l'avevi tanto con me perché mi hai dato il tuo sangue e mi hai salvato la vita?
    Damon: Perché faccio cose stupide, Bonnie, per esempio permettere a un amico di morire con onore, quando avrei dovuto ucciderlo!
  • Klaus: Mi stai chiedendo di andare incontro ad una morte certa, o sbaglio?
    Stefan: Vorrei non doverlo fare. Se Alaric ti uccide c'è una possibilità su quattro che moriamo anche noi.
    Damon: Accetto il rischio.
    Stefan: E il 100% che muoia Tyler.
    Damon: Accetto anche questo.
  • Damon: Quanti ibridi secchi servono per svitare una lampadina?
    Stefan: Sei di buon umore.
    Damon: Sì, è vero. Klaus è morto, mio fratello è quasi rinsavito... di nuovo. A parte un cacciatore immortale che ci vuole uccidere, abbiamo vinto, Stefan! Coraggio, dillo. Dillo!
    Stafn: Abbiamo vinto.
    Damon: Di nuovo, con sentimento!
    Stefan: Abbiamo vinto!
    Damon: Grazie!
    Stefan: No, invece grazie a te. In fin dei conti siamo una bella squadra.
    Damon: Ci è voluto solo un secolo e mezzo.

Episodio 22, Il defunto[modifica]

  • Damon: Che cosa hai fatto?
    Jeremy: L'ho portata in ospedale! Se trovi tua sorella svenuta chiami il 911.
    Damon: Ma non quando hai un'intera schiera di vampiri a tua disposizione!
  • Ti ho mai detto quanto ti apprezzo per non essere il fratello più stupido sulla terra? (Damon) [a Stefan]
  • La nostra vita è un grosso, proverbiale testa o croce. (Damon) [a Stefan]
  • Dopo l'incidente non sapevo più come riuscire ad andare avanti, era come se non volessi vivere. Stare con Stefan mi ha aiutata ad immaginare un futuro. L'amore dev'essere così: si deve amare la persona che ti rende felice di essere viva. (Elena) [a Matt]
  • Damon [a Elena]: No! Pronto? La commozione cerebrale ti ha fuso il cervello? I suoi discendenti ti uccideranno appena ne avranno l'opportunità!
    Elia: Rebekah e Kol rispetteranno i patti, se ci restituite il corpo di Klaus. A Elena non verrà torto un capello. Siamo d'accordo?
    Damon: No! No, no, no, no! Non so più come dire no!
  • Bonnie: Dov'è il corpo? Senza l'incantesimo, Alaric potrebbe sempre trovarlo.
    Damon: Nascosto. Volevo usare lo scomparto 666, ma... ho pensato che fosse un po' troppo ovvio! Quindi, il 1020! Mini frigo, gabbie per uccelli, uno scatolone di Playboy... [alza la serranda dello scomparto] Un carico di stupida carne di Originale.
  • Damon: Dovevi proprio far scegliere lei [Elena], vero?
    Stefan: Tu cosa avresti fatto, Damon?
    Damon: L'avrei portata via, gettata in un pozzo, non lo so! Tranne lasciare che si fidasse di Elia.
    Stefan: Lo sai, finirà per odiarti per questo.
    Damon: Sì, mi odierà, ma sarà viva. Questa è la differenza tra te e me, fratello.
  • Stefan: Non ce la farai a tornare entro un'ora a Mystic Falls.
    Damon: Per darci un epico addio, Stefan?
    Stefan: Non per noi, fratello. Per te e Elena.
  • [Flashback, due anni prima. È notte. Elena è al telefono e cammina lungo la strada, quando compare Damon.]
    Elena: Lo so, Bonnie, hai ragione. Tu e mia madre avete ragione. È solo che... io non riesco a dirglielo. [a Matt, che vuole lasciarlo] Almeno non stasera. Ti chiamo dopo. [chiude la telefonata]
    Damon: Katherine.
    Elena: Ehm, no, io... io sono Elena.
    Damon: Ah. Tu... tu somigli... Scusami. Mi hai ricordato molto una persona. Sono Damon.
    Elena: Non vorrei essere scortese, Damon, ma trovo strano che spunti all'improvviso in mezzo al nulla.
    Damon: Senti chi parla. Anche tu sei qui tutta sola.
    Elena: Siamo a Mystic Falls, qui non succede mai niente. [fa una pausa] Ho litigato con il mio ragazzo.
    Damon: Per cosa? Se posso chiedere.
    Elena: La vita, il futuro. Vuole già organizzare tutto.
    Damon: E tu non vuoi?
    Elena: Io non so cosa voglio.
    Damon: Be', non è vero... Vuoi quello che vogliono tutti.
    Elena: Cosa, misterioso estraneo che ha tutte le risposte?
    Damon: Diciamo che vivo da molto tempo. Ho imparato alcune cose.
    Elena: Allora, Damon... Dimmi, che cos'è che voglio?
    Damon: Tu vuoi un amore che ti consumi. Vuoi passione, avventura, e anche un po' di pericolo.
    Elena: Invece tu, che cosa vuoi? [si avvicina un'automobile che suona il clacson] I miei genitori.
    Damon: Voglio che tu abbia tutto ciò che cerchi, ma al momento voglio che dimentichi ciò che è successo. Nessuno deve ancora sapere che sono in città. Buonanotte, Elena.

Altri progetti[modifica]