Tommaso Fiore

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Tommaso Fiore (1884 – 1973), scrittore e politico italiano.

  • Emozione di salire per la prima volta nella dolce sera di San Menaio! Si va piano piano, soffermandosi ogni tanto, su per la costa densamente alberata, per incontrare, davanti a una casetta rustica, qualche giovinetta dalla fronte pura, seduta lì sui gradini a guardar le stelle, o anche qualche anziana col volto segnato di rughe laboriose, a prendere il fresco; all'ultimo mettere piede nella sala ben illuminata di un ospite di casa. (da Terra di Puglia e Basilicata, Pellegrini, 1968, p. 70)
  • Forse per questo i giornali borghesi chiamano "disperata" la diffidenza dei contadini pugliesi e lucani. In questi incontri con le autorità le maschere dei braccianti sembrano spiritate; strette le mascelle, la pelle si contrae, si tende sotto le loro povere coppole di cafoni. (da Il cafone all'inferno, Tommaso Fiore, 1955, p. 55)

Altri progetti[modifica]